Palermo, Forello: “Ferrara deve dimettersi. Il suo lavoro è a tempo pieno”.

Palermo, Forello su Ferrara: “Deve dimettersi, Caronia? È sempre assente”

Le accuse del consigliere in seduta di consiglio
SALA DELLE LAPIDI
di
0 Commenti Condividi

“La commissione Bilancio non è attualmente nelle condizioni di svolgere la propria attività in maniera dignitosa, figuriamoci ottima”, a sostenerlo è Ugo Forello, consigliere di Azione con Calenda + Europa, che ha attaccato il presidente dell’organismo consiliare Fabrizio Ferrara, esponente di Fratelli D’Italia. Il je accuse è stato pronunciato oggi durante la seduta del Consiglio comunale dall’esponente dell’opposizione che ha denunciato “lo stato di disorganizzazione del consiglio comunale”, iniziato con un’ora e mezzo di ritardo e il fatto che alcune commissioni, in particolare, la prima che si occupa di bilancio, secondo il consigliere, sarebbero “incapaci e assolutamente non all’altezza dei compiti”.

Ma Forello ne ha anche per Marianna Caronia che “è stata sempre assente alle sedute della commissione Bilancio, eccetto a quella di insediamento. La sua mancanza, fa venire meno la maggioranza stessa all’interno della commissione”.

Il consigliere ha attaccato anche il presidente della commissione, Fabrizio Ferrara. “Brava persona”, ha detto, che però è anche contemporaneamente presidente di una commissione così importante e deputato all’Ars. Ciò ha comportato, secondo il consigliere, la mancanza della “programmazione dei lavori della commissione” e quindi la sua inefficienza.

“Non si può mettere in commissione bilancio un componente che non è mai presente e che non si vergogna nemmeno di essere sempre assente”, le pesanti parole rivolte a Caronia. “Ferrara – ha poi aggiunto Forello – dovrebbe dimettersi. Il lavoro del presidente di commissione è a tempo pieno”.

“Non parteciperò più alle sedute della commissione Bilancio fin quando quest’ultima non si sarà dotata di un vero presidente e di un vice presidente”. Cioè, “fino a quando non sarà capace di svolgere dignitosamente, o in maniera accettabile le importantissime funzioni e attività, che avrebbe già dovuto svolgere”, ha minacciato il consigliere.

Forello: “Nel bilancio solo fuffa”

“Siamo al 29 novembre – ha aggiunto Forello – e dovremmo sospendere tutte le attività per occuparci di approvare i due atti fondamentali che attualmente sono solo fuffa. Il rendiconto 2021 e il bilancio previsionale approvato ieri dalla giunta”. Bilancio, quest’ultimo che sarebbe stato approvato ieri, “raggiungendo l’equilibrio senza l’accordo con lo Stato”, cioè non coinvolgendo il consiglio che, avrebbe appreso la notizia, soltanto dalla stampa.

Nel bilancio, ha continuato il consigliere di +Europa “non c’è una lira per le attività di programmazione attraverso fondi comunali o per i servizi pubblici essenziali. Questo tipo di bilanci attestano, ancora una volta, che il comune di Palermo è sostanzialmente in uno stato di dissesto. Se la commissione bilancio non fa il suo lavoro il consiglio comunale ne esce depotenziato, perché privato delle informazioni per potere decidere con cognizione di causa. Chiedo che il consiglio sia messo nelle condizioni di svolgere in maniera appropriata le proprie attività e funzioni, anche di modifica, dei progetti di proposta di bilancio presentati”, la conclusione del consigliere.

Tantillo: “mi attiverò per risolvere la vicenda”

Il presidente Giulio Tantillo ha risposto al consigliere Forello garantendogli che si attiverà il prima possibile per risolvere la vicenda. “Non tollero che una commissione non sia presente quando è obbligatorio che lo faccia. Soprattutto in una situazione così complessa. Siamo arrivati ad un punto in cui il vicepresidente, passati quattro mesi, va eletto. Farò una riunione coinvolgendo tutti per poter andare avanti e risolvere questa vicenda”.

Caronia: “la presenza-assenza di un componente non pregiudica i lavori”

“Sarebbe bene e sarebbe un elemento di minima civiltà dei rapporti umani prima che politici, che prima di lanciarsi in accuse e attacchi personali ci si informasse delle motivazioni per cui un consigliere non ha potuto prendere parte ad alcune sedute di Commissione”. Ha sostenuto Marianna Caronia chiamata in causa dal consigliere Forello. “Si eviterebbero così anche delle pessime figure. Che l’assenza o la presenza di un singolo componente possa pregiudicare i lavori di una Commissione mi sembra del tutto risibile”.

Ferrara: “sono tra i più presenti, la commissione lavora correttamente”

“Il consigliere Forello ha omesso di dire che se manca il vicepresidente in commissione è perché le opposizioni non sono state in grado di esprimerne uno per le loro beghe interne” replica il presidente della prima commissione, Fabrizio Ferrara. “Tra i presidenti sono uno dei più presenti in consiglio. La commissione svolge le sue funzioni e lavora in maniera corretta, nonostante l’assenza sporadica di qualche componente. Anche oggi c’erano i numeri per poter aprire la seduta, che infatti è stata aperta. Pertanto, invito il consigliere Forello, in assenza di valide motivazioni, per tentare di fare opposizione, di appigliarsi a ben altre argomentazioni. I numeri per aprire la seduta ci sono e la programmazione si è sempre svolta in maniera corretta”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *