Palermo fuori dalla Coppa Italia| Al Barbera brinda il Biancavilla - Live Sicilia

Palermo fuori dalla Coppa Italia| Al Barbera brinda il Biancavilla

Rosanero ko ai calci di rigore: 5-3 il risultato finale

Calcio
di
17 Commenti Condividi

PALERMO – Palermo eliminato dalla Coppa Italia di Serie D per mano del Biancavilla. I rosanero dopo aver recuperato il passivo di 1-0 in virtù della rete di Marcellino al 20’, nella ripresa erano riusciti a riacciuffare il pari con Santana nella ripresa. Terminati i tempi regolamentari ai calci di rigore decisivi gli errori di Mauri e Crivello, tutti a segno invece i penalty degli ospiti.

CRONACA DEL MATCH
Inizia bene il Palermo che all’11’ si rende pericoloso con un angolo di Mauri, in cui Langella non riesce a spezzare il pallone per mandarlo alle spalle di Anastasi. Quattro minuti dopo il Biancavilla si affaccia in avanti con un tiro che si spegne alto di Viglianisi. Era il preludio del vantaggio della squadra etnea che passa al 20’ con uno straordinario gol di Marcellino che con un tiro violentissimo dai 30 metri batte un incolpevole Fallani. La risposta rosanero è rabbiosa e al 22’ il Palermo sfiora il pari con Santana prima e Rizzo Pinna poi, con quest’ultimo che spreca un perfetto assist di Ficarrotta. Al 31’ è ancora il Palermo a provarci: traversone di Vaccaro, colpo di testa di Santana, palla alta.

SECONDO TEMPO
Nella ripresa al 48’ arriva il pareggio del Palermo con Santana, abile a mettere in rete di testa un perfetto cross di Martinelli. Da lì in poi il Biancavilla si chiude in difesa non permettendo ai rosanero di trovare varchi. Nonostante il forcing della squadra di Pergolizzi, Santana e compagni non riescono a rendersi pericolosi. Gli ultimi squilli arrivano nei minuti finali con Ficarrotta e Corsino, quest’ultimo entrato da pochissimi secondi ha sfiorato la rete con un tiro che si è spento sul palo. Terminati i tempi regolamentari ai rigori sbagliano Mauri e Crivello: rosanero eliminati, il Biancavilla passa il turno.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    ottimo come inizio…..nuova società ma stessi problemi? non si vuole vincere nulla ma galleggiare?

    la grande e gloriosa armata al primo serio ostacolo viene impietosamente trafitta, peraltro da una squadra della provincia di catania.
    complimenti. Il portiere ha beccato un altro gol su tiro da lontano, giovani e già celebrati virgulti si divorano occasioni incredibili e lo schema del gioco rimane sempre lo stesso “palla lunga e pedalare”.
    Non ho alcun dubbio: conquisteremo un’onesta salvezza e il povero tifoso dovrà abbozzare, alla faccia dei proclami e del “rinnovamento”.
    Meditate gente, meditate!

    Pazienza se è finita così, vorrà dire che mi consolerò con dell’ottimo pesce catanese.

    Campanello d’allarme?

    Con quali soldi vuoi vincere? Con quelli del sindaco oppure di Mirri?

    Cari cugini con le squadre catanesi mangerete pane duro.

    Ahahaha. Col Biancavilla . Godo già pensavate alla Champions. Guardate il CALLLLLLLCIO non i campetti. Guardate Juventus Inter e Milan, Lazio, Roma, Napoli

    …trafitta, peraltro da una squadra della provincia di Catania… Una simpatica squadretta che solo qualche anno fa era in eccellenza. Povera capitale, come sei caduta in basso. Ci vuole umilta’, ancora non l’avete capito?

    Non avete capito un tubo, non è la coppa Italia di serie D che interessa al Palermo, interessa il campionato perchè gli infortuni e la stanchezza sono dietro l’angolo, non dimenticate i veterani Santana 37 anni,Ricciardo 32,Pelagotti 30 (anche se è portiere)Crivello 27,Martinelli 26,Corsino 28,Martin 31, e in serie D si corre, non dimenticatelo!Meglio snobbare la coppa (senza nulla togliere al Biancavilla)che rischiare il proseguo del campionato.

    Ci vogliono cavalli di razza e un buon fantino per andare lontano,questi soldi nn ne vogliono spendere,rifaremola stessa fine,questione di tempo

    Voglio vedere cosa farà questa società in lega pro. (se ci arriva)

    Questi non hanno soldi da investire nel calcio che conta. Questo già si sapeva.

    Il calcio senza capitali non esiste.

    Ovvio, il Biancavilla e le altre provinciali sono società serie, fatte di giocatori che si impegnano veramente, mica siamo a Gadania dove cani e porci vengono a fare la passeggiata e vi prendono in giro.

    Il Biancavilla è una società sicuramante con più dignità di te, zuzzurellone.

    Vi rendete conto che è la serie “D”! Quale giocatore “professionista” scende in una categoria dilettantistica con uno stipendio da impiegato anche se il Palermo e una squadra blasonata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *