Procuratore generale di Roma |Quattro voti per Giovanni Salvi - Live Sicilia

Procuratore generale di Roma |Quattro voti per Giovanni Salvi

Salvi ha ricevuto quattro consensi su sei da parte della commissione incarichi direttivi del Csm. Insieme al suo nome quello di Roberto Alfonso, procuratore di Bologna. La scelta finale spetta al plenum del Consiglio Superiore della Magistratura.

8 Commenti Condividi

CATANIA – Sempre più concreta la possibilità che Giovanni Salvi lasci la poltrona di Procuratore Capo di Catania per guidare la Procura di Roma. Il suo nome infatti è stato scelto da 4 componenti su 6 della Commissione del Csm per gli incarichi direttivi. Per il magistrato hanno votato Maria Rosaria San Giorgio (Unicost), Fabio Napoleone e Lucio Aschettino (Area) e Giovanni Fanfani (Pd). Ha ricevuto due “consensi” l’altro candidato Roberto Alfonso, attualmente procuratore capo a Bologna: per lui hanno votato Claudio Galoppi (Magistratura Indipendente) e Elisabetta Casellati (Fi).

A questo punto al plenum, a cui spetta la parola definitiva, arriveranno i nomi di Giovanni Salvi e Roberto Alfonso. La votazione avverà dopo il deposito da parte della Commissione delle motivazioni della scelta e a seguito dell’indicazione (non vincolante) del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Giovanni Salvi, in caso di nomina, potrebbe lasciare la guida dell’ufficio giudiziario di Catania prima di agosto.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    MI DISPIACE DA MORIRE LEGGERE QUESTO ARTICOLO .

    Ma come? proprio adesso che c’è così tanto lavoro da fare ed altrettanto da ultimare.
    Ma come? proprio adesso che ci sono tanti nuovi collaboratori.
    Ma come? proprio adesso che iniziavamo a stupirci ad ogni retata o arresto eccellente.
    Proprio adesso che quasi tutti i clan sono stati decimati.

    Non ci posso credere…è successo quello che avevo già previsto da un anno circa.

    Se il dott. Salvi dovesse accettare questo prestigioso incarico sarebbe una grande delusione per noi tutti che aspettavamo da anni un uomo così tosto che ha saputo dare linfa vitale a tutti i suoi migliori collaboratori ed i cittadini onesti di Catania e provincia.

    Non scorderò mai la mia felicità nell’apprendere la sua nomina al posto dell’altro…..spero che Catania non torni mai più alle… T”e”nebr”e”.
    Buon lavoro dott. Salvi, dal profondo del mio ♥…qualunque sia il suo futuro professionale.

    Dott. Salvi, Lei non può andarsene e lasciare ad altri l’ineccepibile lavoro della Procura di Catania che è stato, grazie a Lei, profuso negli ultimi anni.
    Catania, la parte sana ed onesta dell città, ha bisogno di Lei e non è assolutamente ammissibile un salto nel buio, in quel buio che per decenni ha ammorbato questa città. Le chiediamo il sacrificio di rinunciare ai prestigiosi incarichi offerti dalle istituzioni giudiziarie che, mi creda, non possono mai equipararsi alla nobile gratificazione di un proseguo del suo eccellente operato nella città di Catania, che ha bisogno di persone insostituibili come Lei.
    Oggi, in tanti hanno acquisito la fiducia verso la Procura di Catania e tanti stanno vedendo la luce della libertà, sinonimo di legalità, giustizia, equità e futuro.
    Non deve abbandonarci, Dott. Salvi!

    Quando c’è uno con le pal.le…viene mandato via…il nostro destino è rimanere schiacciati da certi sistemi! !! W Salvi!

    Lasciatelo dove si trova, altrimenti sarebbe l’ennesima conferma di esistenze di entità superiori nei rapporti mafia-politica. ..è quindi bisogna per forza allontanarlo da dove sta svolgendo da mesi un lavoro eccellente mai visto prima a Catania !!!

    1) se ne va perché, a sua domanda , va a coprire un posto più importante. Normale aspirazione di carriera.
    2) non ho mai creduto all’uomo solo al comando ( Renzi docet …) e non é solo un procuratore che fa una procura. É la squadra che conta.
    3) non enfatizzerei troppo la partenza. Fatto un papa se ne fa un altro. Tutti utili nessuno indispensabile .
    4) finiamola di aspettare sempre il demiurgo ! Sono Catania ed i catanesi che devono crescere nel rispetto della legge e della democrazia !

    In questi ultimi anni il dott. Salvi ha rappresentato prima una speranza per Catania, poi una concreta realtà fatta di inchieste eccellenti, di un lavoro serio e determinato, di impegno in settori, come le inchieste sul traffico di clandestini, che hanno richiesto e che ancora richiedono un grandissimo impegno. E’ un eccellente magistrato, difficile immaginare che non venga proposto e confermato al prestigioso incarico romano, ma sarebbe bello che, da generoso servitore dello Stato, scegliesse di restare in trincea a Catania e ci aiutasse a liberarci dal marciume che ancora regna nella nostra città. Dott. Salvi rimanga a Catania.

    Cara Redazione di Livesicilia,

    Potrebbe essere solo una supposizione, visto che il Plenum del Csm dovrà decidersi se scegliere il Dottor. Giovanni Salvi o il Dottor. Roberto Alfonso, vedere come candidato presso la Procura della Repubblica di Catania, semprechè la poltrona rimanesse vuota, il Dottor. Antonino Di Matteo, titolare di quell’inchiesta denominata Trattativa Stato – mafia, che non è riuscita ad essere ricondotta alla Procura Nazionale Antimafia causa bocciatura del Magistrato da parte di Palazzo dei Marescialli.
    Grazie!…

    Vogliamo dare uno scoop che vi sorprenderà!
    Roberto Alfonso sara il nuovo PG di ROMA!
    Esistono delle prerogative per le quali il nostro procuratore ( tra i migliori d’Italia senza nulla togliere agli altri ) non debba andare nella capitale ed è solo dalle decisioni “siciliane” che dipenderà tutto e cioè, se queste, avranno un maggiore peso di quelle “nazionali”; soltanto allora ed a quelle condizioni, il trasferimento potrà avvenire.
    Vedremo a giorni quindi chi realmente governa il nostro paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *