Rapina e violenza in gioielleria| Imbavaglia cliente e picchia titolare - Live Sicilia

Rapina e violenza in gioielleria| Imbavaglia cliente e picchia titolare

Ennesimo episodio di violenza in città: un malvivente ha fatto irruzione in un negozio di preziosi e ha bloccato una donna che stava acquistando un regalo e sferrato calci e pugni alla proprietaria. E' fuggito con la borsa della cliente. Indagini in corso.

PALERMO, VIA ARCHIMEDE
di
21 Commenti Condividi

Fanno irruzione in un negozio di preziosi, trovano una cliente e la titolare: imbavagliano la prima e picchiano la seconda, rinchiudendola poi nello sgabuzzino. Scene di pura violenza nel primo pomeriggio a Palermo, dove a finire nel mirino di una banda di rapinatori è stata la gioielleria “Lo Verde” di via Archimede 137, tra via Libertà e il quartiere Borgo Vecchio. Uno di loro, poi seguito dai due complici – secondo il racconto della donna che si era recata nel negozio per acquistare un regalo – sarebbe entrato nel locale e l’avrebbe immediatamente bloccata, per poi prendere di mira la proprietaria, che ha avuto la peggio. Il rapinatore, infatti, oltre a minacciarla con una pistola e ad intimarle di consegnargli l’incasso, avrebbe cominciato a sferrare calci e pugni.

Non riuscendo ad ottenere nulla si sarebbe rifatto proprio sulla cliente, a cui ha quindi rubato la borsa per poi fare incetta degli oggetti di bigiotteria custoditi in alcuni cassetti. E’ poi fuggito coi complici, ma durante la fuga ha perso parte della refurtiva. Una volta lanciato l’allarme, in via Archimede è arrivata una volante della polizia per accertare la dinamica della rapina e ascoltare le vittime. Le indagini per risalire all’identità dei tre malviventi, che come ha accertato la polizia hanno portato via anche un computer, sono in corso: a contribuire, potrebbero essere i video del circuito di telesorveglianza.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

21 Commenti Condividi

Commenti

    purtroppo vivo uno stato d’ansia da rapina ogni santo giorno !!! mia moglie fa la commessa e vedere una pattuglia delle forze armate negli orari 12/14 e 18/20 ” più cruciali ” è un miraggio!!! odio il fatto che lo STATO e le AZIENDE non tutelano quando….. sarebbe molto ma molto più semplice destinare alcuni GESIPPINI a fare ronde con l’obbligo di vidimare da ogni singolo commerciante un “foglio di presenza sul territorio” !!! Con i lori curriculum (alcuni ex detenuti) forse ci potrebbero essere meno RAPINE e forse anche USURA (vistu ca si canusciunu tutti fra iddi)!Forse, così, le nostri AMATE mogli, le nostre AMATE compagne, le nostre AMATE fidanzate, e i nostri “sgami” potrebbero sentirsi più tutelate!!!E ANCHE LE NOSTRE FAMIGLIE!!!

    Mi raccomando, Sig MAGISTRATI appena la Polizia lo prenderà concedetegli subito i “domiciliari”
    Così potrà mettersi all’ opera per fare altrre rapine

    Basta adesso basta co nquesta criminalità diffusa posso dire con certezza e so a nome di tutti i cittadini Palermitani onesti che tutti noi vogliamo Palermo tutta videosorvegliata non ne possiamo più di questi delinquenti schifosi e violenti adesso basta vogliamo giustizia certezza della pena e strumenti tecnici per fare arrestare questi delinquenti,viva la videosorveglianza e a Palerm oci vorrebbe un sistema di videosorveglianza prettamente per pubblica sicurezza in tutti i quartieri ed in particolar modo nei quartieri del centro ed in tutti i quartieri confinanti con i quartieri del centro di Palermo

    palermo è diventato il bronx. c’è troppa fame. troppa

    ma la polizia esiste???o sono tutti impegnati a vestirsi in tenuta anti-sommossa alle manifestazioni gesip senza, peraltro, fare nulla neppure lì?????

    Momento drammatico questo.
    Citta’ pericolosissima.

    Domiciliari per 3 mesi, il tempo di riposare un po…

    La città è diventata MOLTO pericolosa è veramente uno schifo!

    Più che rapina mi sembra un messaggio; a mio avviso la negoziante dovrebbe essere più “collaborativa” e dare un orientamento alle indagini

    Ma di cosa si occupa la MAGISTRATURA e la PREFETTURA a Palermo ?

    Di pratiche “esoteriche” ?

    Fatti di coca, bisognosi di soldi, soggetti pericolosissimi appunto perché fuori controllo pronti a tutto… Svegliamoci difendiamoci, rivendichiamo il nostro diritto alla sicurezza.
    I CITTADINI ONESTI VOGLIONO UN CARABINIERE AD OGNI ANGOLO! COME QUANDO VENGONO QUEI MANCIAFRANCHI DEL G8

    Chi invoca pene esemplari mi fa ridere. Il problema è che 1300 persone quest anno hanno perso il lavoro, i lavoratori Gesip (1800) stanno per perderlo, secondo voi il risultato quale altro può essere ?

    e i commercianti? sono già schiacciati da mille problemi…ma che vogliono rubargli? la miseria?

    per Lucaio 22:42:07

    Ma non dire PULCINELLATE !

    Secondo te un rapinatore od un estorsore incallito, abituato a “guadagnare” migliaia di Euroin 5 MINUTI, andrebbe a fare il manovale alla Gesip per guadagnarne 1200 in un MESE ?

    Per i rapinatori e gli estorsori c’ solo un rimedio sovrano : la GALERA

    MazFatti 22:10:53

    I CITTADINI ONESTI VOGLIONO UN CARABINIERE AD OGNI ANGOLO!

    E chi lo paga, se non ci sono neppure i soldi per pagare gli spazzini o gli infermieri ?
    Il rimedio è uno solo : anni ed anni di galera !
    ( perchè fin che rimangono in galera, furti e rapine non ne possono più fare

    Il fatto è che le galere sono sovraffollate : basterebbe spedire al loro Paese i delinquenti Stranieri, e posti ne rimmarrebbero anche troppi !

    per l’ arcangelo..infatti a palermo tutti stranieri sono i deliquenti..il vero problema e l’ingnoranza dell’70% di palermitani.Basta farsi un giro in tutti i quartieri a palermo per capire come soltanto la lingua italiana sia un concetto astratto.per non parlare dell’inciviltà…del disprezzo delle regole.. ma soprattutto dell’omertà che dilaga in ogni angolo…altro che carabinieri ed esercito ci vuole la CIVILTA’.ci vogliono scuole per educare alla culura ed al rispetto delle regole..

    Ragazzi è inutile che si fa propaganda civile, si propone la raccolta differenziata, si chiede con gentilezza di non sporcare e di raccogliere le feci dei cani….tutto questo è inutile, bisognano le maniere forti, l’esercito in campo, ci vuole disciplina forzata.
    Io e mi vanto,scusandomi per la presunzione ma lo faccio, sono uno di quelli che non getta nulla per strada, che crede nella differenziata, che se il mio cane fa i bisogni li raccolgo, che se il mio posteggio potrebbe arrecare disagio sposto la macchina parcheggiandola anche lontana dal posto dove devo andare. Insomma il mio senso civico è superiore rispetto alla buona parte dei cittadini palermitani è mi sta molto stretta questa situazione. Sono stanco di vivere in questa città incivile dove regna la legge del più sporco ed incivile. Ci vuole l’esercito in campo.

    Scusate ma è lo sfogo di un cittadino onesto e rispettoso.

    per spud 09:22

    Le tue sono solo chiacchiere e retorica inutile

    Il deterrente, per ladri, estorsori e rapinatori, che siano Palermitani o Stranieri, è uno solo : LUNGHI anni di GALERA

    Il fatto è che Politici e Magistrati da quest’ orecchio non ci sentono : tanto loro vivono “blindati” ( a spese nostre ! )

    La vera sicurezza la fanno i cittadini, quante volte ci siamo girati dall altra parte, basta telefonare per segnalare una persona sospetta..la pattuglia arriva se è un falso alllarme va via subito: non costa nulla.

    una città ferma, non evoluta, statica. schifo

    Quoto Renato.Io per esempio faccio spesso delle sengalazioni anonime in cabine pubbliche in cui segnalo persone e situazioni sospette anche per sentito dire da amici e conoscenti che vivono in determinati quartieri pericolosi quindi anche se essi non sono dei malacarne conoscono e capiscono quali siano le dinamiche sociali di quei quartieri degradati,per esempio gli dico al poliziotto al telefono che in determinati quartieri arrivano dei malacarne di altri quartieri pervia dei collegamenti dei bus e strade pericolose in cui si vedono spesso persone sospette e potenziali delinquenti anche pervia di quell oche mi raccontano i miei amici ed i miei conoscenti che abitano in quei quartieri a ischi e capiscono chi siano i malacarne dal loro comportamento mentale dal loro atteggiamento mentale da come ragionano e da come si atteggiano,forse non servirà a nulla ma intanto la mia parte e il mio senso civico e il mio dovere lo porto a compimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.