Recuperato il corpo| del sub disperso a Pollina - Live Sicilia

Recuperato il corpo| del sub disperso a Pollina

Nel Palermitano
di
5 Commenti Condividi

E’ stato recuperato poco dopo la mezzanotte il corpo di Alessandro Rotelli, il sub disperso ieri nel mare di Pollina. L’uomo, che faceva il dentista, si era immerso per una battuta di pesca insieme con alcuni amici, ma non era più riemerso. Il corpo è stato rinvenuto dai sommozzatori dei vigili del fuoco, coordinati dalla Capitaneria di porto, a circa mezzo chilometro dalla costa, in località Secca dei Campanari, su un fondale di circa 20-25 metri.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Un dolore immenso.
    Ciao Ale

    NON CI SONO PAROLE. UNA SCOMPARSA DOLOROSISSIMA E POI VISTA ANCHE L’ETA’, NON CI SONO COMMENTI.
    ANCHE IO SONO UN SUB COME LUI, E SENTO DI DOVER DIRE ANCHE A NOME DI TUTTA LA CATEGORIA, OVVERO DI TUTTI COLORO CHE VIVONO PER IL MARE, CHE QUANDO SARO’ GIU’ IN APNEA IL MIO PENSIERO SARA’ RIVOLTO A TE ALESSANDRO ALMENO PER UNA VOLTA.
    HO 31 ANNI E NON APPENA HO SAPUTO DELL’ACCADUTO MI SONO RATTRISTATO TANTISSIMO…… E POI CONOSCO LA ZONA DELL’INCIDENTE.
    RAGAZZI A NOME DI TUTTA LA CATEGORIA FACCIO UN APPELLO: ATTENTI A QUELLO CHE FATE IN APNEA E SIATE SEMPRE COSCIENTI DELLE VOSTRE CAPACITA’.

    Mi chiamo Angelo Azzinari, ho 58 anni, apneista da circa 45. Ho dedicato tutto me stesso per la ricerca della sucurezza, forse sono stato uno dei primi a parlarne, dal 1990 tramite la RAI tv,Regionali e Nazionali,nelle relative didattiche oggi più conosciute.. Ho avuto spazi per la diffusione di massa sulla sicurezza, in collaborazione con l’associazione più autorevole in italia “STEFANO COCCHI” , giornali e riviste specializzate ecc., Ho dedicato ben 15 anni per l’informazione specifica, coinvolgendo circa 700 bambini ogni anno, ma purtoppo ancora oggi succedono cose che ci sconvolgono!!Bisognerebbe investire risorse adeguate per diffondere in modo capillare ciò che noi conosciamo bene..ma quando si chiedono “risorse” si ricevono solo DEI NO!! E allora!!!???

    Ad un caro collega un saluto…dispiacere immenso…

    Purtroppo l’ho saputo solo ieri di chi si trattasse. E’ stato un grosso dispiacere, non ho avuto il coraggio di dirlo a mio figlio.
    Sincerissime condoglianze atutti i suoi cari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.