Sparma lascia il governo | "Al suo posto un tecnico" - Live Sicilia

Sparma lascia il governo | “Al suo posto un tecnico”

Per la successione si parla di Di Betta
di
24 Commenti Condividi

Con una lettera inviata al Presidente della Regione Raffaele Lombardo, si è dimesso stamattina l’assessore al Territorio Gianmaria Sparma (in primo piano). Nella nota inviata a Palazzo d’Orleans si chiarisce che le dimissioni sono motivate esclusivamente da ragioni di carattere personale.

“Ringrazio Gianmaria Sparma – commenta Lombardo in un comunicato di Palazzo d’Orleans – per il costante e prezioso apporto professionale e umano che ha saputo esprimere e infondere, in ogni momento, in questa importante esperienza di governo”.

Le dimissioni di Sparma erano nell’aria già da qualche tempo. Il tecnico, entrato in giunta in quota Futuro e libertà, era stato indicato da Pippo Scalia, all’epoca coordinatore regionale dei finiani, vicino ad Adolfo Urso. Con l’uscita di Urso e Scalia da Fli e il loro riavvicinamento a Berlusconi, le strade dei “futuristi” e del giovanissimo assessore si erano allontanate. E non era passata inosservata la sua assenza alla kermesse futurista di Palermo che nei giorni scorsi aveva accolto Gianfranco Fini. A questo punto, i finiani restano rappresentati nel governo regionale dal solo Daniele Tranchida. Si apre adesso la partita per la sua sostituzione, che potrebbe anche rappresentare l’occasione per un rimpasto di governo.

“Nomineremo il successore di Sparma all’assessorato territorio e ambiente nei prossimi giorni. Sarà anche lui un tecnico. Per quanto riguarda un eventuale rimpasto di Governo se ne potrà riparlare a fine anno”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, a margine di un convegno sul Federalismo fiscale commentando le dimissioni di uno dei componenti della sua giunta.

Quanto al nome del possibile successore di Sparma, circola con insistenza quello di Sebastiano Di Betta, che fa l’avvocato  civilista a Palermo, ma ha origini agrigentine, e ha come principale sponsor politico Alessandro Aricò, oltre a essere vicino a Luigi Gentile e gradito dall’intero gruppo parlamentare finiano guidato da Livio Marrocco. Ma Di Betta è anche ben noto a Raffaele Lombardo, che di recente ha rappresentato. Altro nome di finaino papabile circolato in queste ore è quello di Carmelo Cantone. Questo sempre che il posto in giunta di  Sparma resti appannaggio dei finiani, cosa che dalle parti di Futuro e libertà (i cui esponenti hanno oggi ringraziato Sparma per il lavoro svolto) danno per scontato. Ma c’è anche chi sussurra di una possibile sorpresa, con l’entrata in giunta di un tecnico palermitano vicino a Forza del Sud, un gossip da Palazzo che però al momento rimane tale.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    GOVERNO POLITICO MPA UDC FLI APS PD

    Le parole di Lombardo, ma chi ci crede, Giocondor?

    I ringraziamenti del Rais dell’ etna….. La dicono tutta!

    fini ha gia trovato il sostituto ed è uno di agrigento vicino al deputato gentile, con l accordo di lombardo. certo 4 deputati con due assessori e tre direttori mi sembra proprio uno smacco per gli altri partiti di governo.che delusione ancora tecnici e ancora spese

    io penso che il sostituto sarà un magistrato ahahahahahahahahaah.

    Era un tecnico, o era l’uomo di A. Urso nella giunta. Se è vera la seconda, a chi fanno capo gli altri tecnici? gradita risposta.

    Da chi sarà sostituito? Uno a scelta tra Cimino e Bufardeci…

    Parlavecchio ringrazia…

    Caro Salvo, voglio il copyright della foto! 🙂

    @prodest, quando si crea un governo asserendo che chi lo compone sono tecnici di area, che governo tecnico è? è sempre stato un governo politico. il problema è che questi tecnici siccome di fatto non hanno dietro nulla di proprio dal punto di vista politico sopratutto in termini di rapporto con gli elettori e, quindi non hanno alcuna misura in termini di rappresentanza, in giunta devono giocoforza sottomettersi al volere del dominus, per cui anche quei politici che stanno a capo dell’area di cui prima, raccolgono le briciole che lombardo lascia, cercando magari di recuperare qualcosa attraverso qualche dirigente generale. questo è stato fino ad ora l’andazzo dei 4 governi lombardo. la conferma? il laconico comunicato del presidente alle dimissioni. ora assumerà l’interim, giusto per giocarsi la carta del posto vancante e poi ci metterà l’ennesimo imbelle pronto al signorsì.

    @enzo 1
    Sparma, tecnico, ma di che? Ah, si, tecnico del nulla.

    la verità è che non si capisce più niente; il rais di grammichele ha inventato l’antipolitica basata su un’unica certezza e cioè che il nulla (o il vuoto) sta alla base di ogni azione ointervento.
    bravo sparma ritorna ai tuoi affarucoli e alla prossima.

    Lombardo ha imposto le dimissioni a Sparma

    Un avvocato civilista spacciato per un tecnico? E per giunta al territorio e ambiente? Un civilista di cosa è tecnico? Del codice civile, prego aprire, leggere e comprendere che c’azzecca! Ma questo è il paese in cui i magistrati sono tecnici della sanità ed i medici di cosa sono tecnici ?

    La Sicilia perde un assessore competente e di rara onesta’. Lo dico con consapevolezza. Avendoci avuto a che fare ho constatato la sua piena disponibilità a risolvere i problemi e a favorire investimenti importanti in sintonia con una politica priva di pregiudizi verso le aziende. Sparma con approccio nuovo privo di furore ha salvaguardato e valorizzato l’ambiente siciliano meglio dei presunti ambientalisti siciliani.

    Il grande Di Betta……….credo che nel passato recentissimo avesse anche consulenze di Schifani,Vicari,ANCI,Fimmeccanica in quota PDL,ect ect…………………….Quindi ottimo tecnico di giravolte in POLITICA!

    Perchè non pensare di mettere al posto di Sparma un uomo di grande spessore e capacità quale è l’ex udc Massimo Grillo??? Riflettete seriamente uomini di Fli!!

    leggendo l’articolo,unendo le mezze frasi,mi viene da pensare.E se la sorpresa fosse un tecnico già dirigente magari avvocato e vicino a lombardo???

    direttore, un articolo sui fondi negati ai morti di giampilieri?

    un civilista a capo di un assessorato tecnico per antonomasia? e lo spacciano per tecnico? ma un moto di dignità da questi parlamentari? bisogna staccargli la spina!!!

    Un altro lobbista vicino a Lo Presti o Aricò andiamo a votare e togliamoli di mezzo

    Sebastiano Di Betta detto Benny figlio di Emanuele…. Si, origini della zona Agrigentina… Anche il padre conosce la Politica

    Vorrei un tecnico vero, magari di antenne e televisori, di lavatrici e lavastoviglie, delle luci, del suono, ma che sia tecnico! Un avvocato è solo un tecnico della parola! Non ci avevo pensato prima, ecco cosa è un governo tecnico, un governo di tecnici delle parole e per l’ambiente ci vuole un tecnico delle parole al vento ! Finalmente svelata la tecnica!

    immagino a il segretario particolare dell’Assessore Sparma che fine farà????
    Poveretto deve andare a lavorare all’Anfe lui è stato assunto ma non ci è andato mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *