Rivoluzione De Canio | Fuori Maxi, dentro Frison - Live Sicilia

Rivoluzione De Canio | Fuori Maxi, dentro Frison

Il tecnico rossoazzurro anticipa le mosse anti-Verona in quella che è una sfida da non fallire: "Izco e Bergessio sono convocati e quindi potranno, se il caso, esser utili".

La sfida del Massimino
di
3 Commenti Condividi

TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Non ci sarà Maxi Lopez tra i calciatori a disposizione di mister De Canio in occasione della sfida-verità in programma al “Massimino” contro il Verona. L’attaccante argentino, infatti, non risulta nella lista dei convocati per una precisa scelta tecnica del tecnico materano, come dallo stesso confermato nel corso dell’odierna conferenza stampa. “Dopo la sconfitta contro la Sampdoria – ha affermato De Canio – ho sollecitato la squadra a far propri i concetti di fiducia, forza e condizione, fattori che derivano dalla consapevolezza dei propri mezzi. L’autostima dovrà essere la nostra molla più importante per farci andare oltre le proprie possibilità”.

Se in attacco con ci sarà Lopez, in porta c’è aria di riconferma per Frison?


“Al momento posso dirvi che giocherà Frison. Credo stia meritando la maglia da titolare”.

E al centro dell’attacco?

“Sarà riconfermato Leto perché la sua prova, domenica scorsa a Genova, è stata soddisfacente. Credo che possa esserci utile come centravanti, almeno per ora”.

Vi troverete di fronte un Verona che, malgrado sia neopromosso, sta facendo bene nella massima serie.


“Si, la condizione psicofisica dei veronesi è certamente migliore della nostra. Lo dice anche la classifica al di là del loro rendimento esterno. Al di la delle assenze, quella scaligera resta una squadra che gioca bene e che riesce ad assorbire le assenza grazie alla forza dell gruppo. In una squadra, come la nostra dove i cambiamenti sono parecchi di partita in partita, il… discorso è diverso. Ad esempio, Iturbe è un giocatoreche sta attraversando un periodo di splendida forma e, chiunque avrà il compito di marcarlo, non dovrà mai abbassare la guardia così come dovremo stare molto attenti in riferimento alla marcatura di Toni”.


Come si batte il Verona?

“Dobbiamo cercare di limitare l’avversario ed imporre le nostre qualità mettendo a frutto la nostra strategia. Non dobbiamo commettere l’errore di farci prendere dalla frenesia pensando di poter vincere subito, innervosendoci in caso contrario. L’importante sarà riuscire ad arrivare all’obiettivo dei tre punti”.

Izco e Bergessio sono nuovamente disponibili. E’ già una buona notizia.


“Non immaginate neanche quanto sia sollevato. Veder qualche giocatore che comincia a recuperare appieno può risultare decisivo per recuperare fiducia nei nostri mezzi. Izco e Bergessio sono convocati e quindi potranno, se il caso, esser utili”.

Con quale modulo schiererà la sia squadra domani sera?


“In alcuni casi abbiamo dovuto adattarci per cercar di mantenere gli equilibri ma sarebbe un peccato snaturare il 4-3-3-disperdendo le conoscenze acquisite negli anni da questa squadra. Sarà importante riavere Barrientos, un calciatore in grado di spostare gli equilibri. Inoltre, l’apporto dei nostri tifosi sarà fondamentale: nel momento di difficoltà, ai nostri sostenitori chiedo di aiutarci a difendere la serie A”.

Contro il Verona, sarà una sfida da ultima spiaggia?


“Non credo ma sarà importante far punti e guardare al futuro con rinnovata fiducia. Recuperando tutti gli infortunati , acquisendo un po’ di serenità in più e confidando anche in un pizzico di fortuna… riusciremmo a risalire”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    De Canio mi sembra più confuso che persuaso. Che DIO c’è la mandi buona. SEMPRE FORZA CATANIA.

    Sembra che Lopez dopo la sconfitta di Genova piuttosto che stare coi suoi compagni affranti nello spogliatoio, sia andato a “chiacchierare simpaticamente ” da ex con i sampdoriani e che sia rientrato in gruppo solo dopo più di mezz’ora dalla fine della gara.
    Se così fosse, non dimostra di senire molto la maglia rossazzurra ed allora forse è meglio stia a casa.
    Tanto per quel che conclude in campo…

    non ho proprio capito De Canio nelle ultime 3 uscite:
    – Torino-Catania: Capuano (ovviamente) asfaltato da Cerci
    – Catania-Milan: squadra contratta arroccata in una “gabbia” controproducente (una volta al Cibali si “schiaffeggiava” l’avversario, chiunque esso fosse, senza timori e reverenze)
    – Sampdoria-Catania: modulo 5-4-1, Leto innaturale unica punta, invito al (discreto) avversario a prenderci a pallonate
    ora apprendo che ha praticamente affossato Maxi (tra vicende familiari e scarso rendimento, essere messo fuori sembra proprio il colpo di grazia) e vuole riproporre Leto.
    mah, sarà. vediamo se almeno recuperiamo l’atteggiamento, ma non la vedo per niente bene, e De Canio non mi convince proprio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *