Sequestrate due gallerie| "Concreto pericolo di crollo" - Live Sicilia

Sequestrate due gallerie| “Concreto pericolo di crollo”

SULLA A/20 PALERMO-MESSINA
di
22 Commenti Condividi

Due gallerie dell’A/20 Messina-Palermo sono finite sotto sequestro preventivo per ”concreto pericolo di crollo”, provvedimento disposto dal procuratore di Patti, Rosa Raffa, nell’ambito di una inchiesta partita dagli incidenti mortali avvenuti tra il 2006 e il 2011. Stamane, su disposizione della Procura e del Gip Onofrio Laudadio, sono stati notificati otto avvisi di garanzia per attentato alla sicurezza stradale nei confronti di sei commissari e due tecnici del Consorzio autostrade siciliane.

Le gallerie, alle quali, con ogni probablità, verranno materialmente apposti i sigilli la prossima settimana, sono la Tindari, nel territorio di Patti e la Capo d’Orlando, nell’omonimo comune, nella direzione Palermo-Messina. Il provvedimento si basa su una consulenza conferita dal Pm a un professionista del Politecnico di Torino e di Cosenza, che ha accertato l’assoluta carenza di manutenzione del tratto autostradale tra Acquedolci e Falcone (di competenza della Procura di Patti), l’inadeguatezza del guard-rail alle norme di sicurezza, ma soprattutto il pericolo concreto di crollo di parte della calotta delle due gallerie soggette a infiltrazioni di acqua. La polizia giudiziaria ha scoperto, inoltre, che nel corso degli anni sono state investite in manutenzione somme ben al di sotto del 35% rispetto ai pedaggi incassati, come previsto da una convenzione tra Cas (ente gestore) e Anas.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

22 Commenti Condividi

Commenti

    PERCHE’ NON LI CHIUDIAMO DENTRO LE GALLERIE OGGETTO DELL’INDAGINE QUESTI ,OVE ACCERTATO, GRANDI MASCALZONI?SONO OTTO?…BHE,VEDIAMO UN PO’,… QUATTRO PER GALLERIA, COSI’ STANNO COMODI,COMODI!VERGOGNA!!CAPITANJACK.

    Ecco, ci mancava anche questa!
    Al termine dei necessari lavori di manutenzione, mi raccomando che venga organizzata l’ennesima ribalta mediatica per l’inaugurazione, con la partecipazione degli stessi politici che già hanno presenziato alle precedenti….

    tante volte mi chiedo ma sempre a noi deve capitare?quale è il problema il cemento? il ferro?le manovalanze? io credo che le nostre autostrade non sono costruite da aziende siciliane a parte la palermo catania dei cavalieri costanzo mi chiedo ma quando si getta il cemento non bisogna preparare un provino per ogni betoniera e poi spedirla all’università per i risultati della compressione?e gli ingegneri per il calcolo dei cementi armati? io mi sono detto finalmente l’anno aperta e ora la chiuderanno per aprirla quando? chi peccatu

    Dal 28/9/2010 il governo delle infrastrutture in Sicilia è affidato all’assessore Russo Pietro Carmelo, in carica da:
    438 giorni 15 ore 32 minuti 40 secondi

    Un governo regionale SERIO, andrebbe a prendere le ditte aggiudicatrici dei lavori e farebbe sistemare tutto a gratis, prima di denunciarli per truffa aggravata e costituirsi parte civile. Ma unni?

    Dicevate a proposito del Ponte sullo Stretto? Si deve fare?
    ahahahahah

    E grazie a Dio questa è a pagamento.

    i problemi non sono questi, si sa cche chi prende un appalto fa’ la cresta con la complicita’ di chi dirige i lavori e di altri, il fatto grave e’ che il consorzio non spende quel 35% delle entrate che per legge deve spendere, che fine fanno questi soldi, perche’ non si investono per la sicurezza?
    Signori, prima o poi potrebbe succedere ad uno di noi di lasciarci le penne, perche’ un guardrail non e’ stato sistemato o un albero non potato invade la corsia…riflettete!

    invece di ridere sulle infastrutture ,bisogna prendere coscienza che in sicilia per tanti anni siamo stati governati senza che nessuno si accorgesse di niente, le cose cambiano e grazie a Dio, il popolo Siciliano si deve svegliare!!

    La Regione si dovrebbe costituire parte civile e far destituire le ditte che hannolavorato alla realizzazione dell’opera e far cancellare dall’albo i professionisti disonesti.

    Le Ditte che hanno eseguito i lavori debbono essere cancellate da tutti gli albi, gli amministratori chiusi in galera e i patrimoni confiscati.

    ahahahahahaha si sapeva o per lo meno lo immaginavamo, ricordate l’inaugurazione con il povero B……. vogliamo il ponte ahahahahah ma andate a cagare.

    QUANDO I COMPONENTI DI UNA ORCHESTRA NON SANNO SUONARE,NON SERVE A NULLA CONTINUARE A CAMBIARE DIRETTORE SPERANDO CHE IMPARINO,ALLA FINE NESSUNO DARA’ ASCOLTO AI LORO STRILLI’.I CONTROLLORI DA PARTE LORO CONTINUANO A MANDARE AVVISI E CONDANNE, MA SERVE A POCO QUANDO I MENO AMBIENTI RIMANGONO SALDAMENTE AI LORO POSTI,ANZI COLORO CHE PRENDONO LA DIRETTIVA ANZICCHE RIMUOVERLI LI RICONFERMANO PURE,CI SARA’ UN FONDATO MOTIVO AI PIU’ SCONOSCIUTO ?

    Se le gallerie sono sgarrupate, mi sento sgarrupato anch’io.

    A pagamento o gratis non cambia nulla,manutenzione non ne fanno nelle nostre strade ed autostrade.Tutte le ditte che hanno fatto lavori, siciliane e non,hanno lucrato vergognosamente approfittando del fatto che chi doveva controllare era colluso.
    Siamo non il terzo mondo ma il quarto.
    Ma oltre il danno la beffa,ora per recarsi a Messina ci si dovra’ inerpicare per la salita di Tindari,come al tempo dei Borboni

    @ rosa
    Ora, invece, con Lombardo e Miccichè siamo in una botte di ferro…

    Il Sig. Lombardo nomina Commissari e se ne strafotte di quanto accade. Qualcuno nei commenti accennava che la Regione doveva costituirsi parte civile. GRANDE!!! Le arreca danno e dovrebbe costituirsi parte civile? Ma vivete nel Congo? La Regione è Organo di vigilanza, che CAS ha vigilato?

    VERGOGNA. Mi vergogno di vivere in questa terra. L’Europa deve commissariare La Sicilia. Sfido chiunque a dimostrarmi che questa terra non è abitata da sottosviluppati. VERGOGNA! Giro per Palermo è vedo che c’è una città sporca, indecente con le strade piene di persone arroganti che non hanno alcun senso civico. Sfido a dimostrarmi il contrario.Orrendo speculare sulla sicurezza dei cittadini! Ponti che crollano, scuole che crollano, palazzi che crollano. L’indole del siciliano è di fottere. E’ un probleama culturale e genetico.

    @SDEGNATO
    Mi associo al tuo sdegno. Girare per questa città fa venire il vomito e l’ulcera. Hai dimenticato: la città al buio la sera, le affissioni selvagge ovunque (del tipo “si fanno sbarazzi”) tipo romania, illegalità diffusa, non esistono più marciapiedi (tutti occupati da abusivi di ogni genere), parcheggiatori ovunque, assenza di qualunque forma dissuasiva (vedi forze dell’ordine, vigili urbani) e…………………………………………………………………………………………………………………………………………… continuate voi perchè ho già conati.

    VERGOGNA !!!!!!!!! ALTRO CHE PONTE!!!!!!!!!!

    i controllori responsabili delle infrastrutture siciliane e dei bilanci CAS (che fine hanno fatto i 35% annui?) sono i sigg.ri Russo Carmelo Pietro classe ’62 pensionato con i benefici della L.104/92 ed il Dirigente generale Falgares Vincenzo. Si dimettano e vadano a fare altro!

    I commissari in sicilia si fanno corrompere,ci vogliono i GENERALI corretti,non corrotti x governare la bella sicilia, bastano pochi anni in mano ai generali,forse 20 anni possono bastare,ahahaahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *