Storia di un altro Del Piero - Live Sicilia

Storia di un altro Del Piero

Del Piero era il nome dato al cane bianconero di casa presso la piscina comunale di viale del Fante. Adottato dal personale dell’impianto, lo trovavi stravaccato al sole nelle giornate calde, o rifugiato all’interno degli uffici nei momenti di pioggia e freddo. Qualcuno lo ha avvelenato.

LE IDEE
di
18 Commenti Condividi

La sentenza non lascia adito a dubbi: Del Piero è stato avvelenato. No, non si tratta del campione ex juventino neo australiano. Lui sta bene, per fortuna, guadagna e segna.

Del Piero era il nome dato al cane bianconero di casa presso la piscina comunale di viale del Fante. Adottato dal personale dell’impianto, lo trovavi stravaccato al sole nelle giornate calde, o rifugiato all’interno degli uffici nei momenti di pioggia e freddo. Non dava grandi confidenze, stava per i fatti suoi ostentando la sua indipendenza, difficilmente corruttibile solo con una carezza.

Di tanto in tanto lo vedevi transitare con un osso così grande da essere tenuto in bocca con difficoltà. Altre volte si avvicinava alle segreterie delle società sportive in cerca di croccantini e socializzazioni.

Adesso che ci penso non ricordo una sola deiezione visibile. Del Piero andava fuori dall’impianto per i propri bisogni, scegliendo aiuole dove non dare fastidio. Per un periodo qualcuno gli mise al collo anche il cartellino dei dipendenti comunali. Certamente come presenza sul luogo di lavoro non temeva rivali.

Non abbaiava quasi mai, e sopportava le angherie dei bambini piccoli, riconoscendoli come innocenti. Qualcuno ieri gli ha versato del veleno liquido nell’acqua, e lui è andato nel paradiso dei cani dopo atroci sofferenze. E pensare che per qualcuno il bastardo eri tu.

Oggi niente musica a bordo vasca, in ricordo di quel cane altero ed elegante.

Ciao Del Piero, ci rivedremo nella grande cuccia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    e se questa non è una notizia… cn tutto il rispetto per il cane…

    Nessun commmento…anzi
    avvelenare gli avvelenatori.

    Questo “soggetto” che ha commesso questo atroce delitto va emarginato dalla società civile, va espulso da qualsiasi contesto sociale e va duramente punito. Chi conosce l’identità di questa bestia (chiedo scusa alle bestie) lo deve segnalare immediatamente alle autorità competenti, altrimenti sara responsabile tanto quanto lui.
    E MI RIVOLGO A TE BESTIA, SE MAI LEGGERAI IL MIO COMMENTO, PERCHE’ PROBABILMENTE NON SAI USARE IL COMPUTER E NON SAI NEPPURE COSA SIA INTERNET. DEVI SAPERE CHE QUELLI COME TE MI FANNO SCHIFO, SIETE LA VERGOGNA DEL GENERE UMANO, SAPETE FARE I FORTI SOLO CON I PIU’ DEBOLI E INDIFESI E POI INVECE FATE I SERVI AI VOSTRI PADRONI. VIVETE IN UN CONTESTO CRIMINALE DEGRADATO E NON CONOSCERETE MAI QUALI SONO LE VERE GIOIE DELLA VITA. IN FONDO MI FATE PENA. BESTIA, SE NON SARAI PUNITO DALLA GIUSTIZIA TERRENA SICURAMENTE NON SFUGGIRAI A QUELLA DIVINA.

    Le persone che giungono a tale livello, da togliere la vita ad un essere indifeso, andrebbero punite severamente, ma non sempre é così .mi domando soltanto come facciano a dormire sonni tranquilli….

    Vigliacchi e disonesti!!!!

    Caro moris, questa invece è una notizia molto importante. Indice di quanta malvaggita ci sia nella nostra società. Una notizia che turba moltissimo gli amanti degli animali e la società civile in genere e che deve servire per fare riflettere e sensibilizzare il prossimo al rispetto, soprattutto della vita.

    @ moris hai perso l’occasione di tacere

    PIU CONOSCO GLI UOMINI PIU MI AVVICINO AGLI ANIMALI

    Per moria” ma li sei tu per giudicare? Come ti permetti di sminuire una notizia data in un articolo che ti dovrebbe soltanto fare piangere. È’ per quelli come te che non danno valore alla vita di un animale che questo schifo succede ancora nel 2012.
    Sai c’è’ stato un tizio, tanto tempo fa, che disse chela civiltà’ di un popolo si misura da come tratta gli animali.
    Questo tizio si chiamava Gandhi …. Hai presente?
    Direi che hai veramente persoun occasione per tacere…..
    Ciao piccolo Del Piero spero solo che chi ti ha fatto questo patisca le atroci sofferenze che ti ha inflitto…..

    Moris, mi fai un po’ tenerezza! Hai perso una buona occasione per stare zitto.

    @moris: una persona che usa con disinvoltura i veleni per uccidere non è una notizia ? levati il prosciutto davanti agi occhi e guarda oltre il povero cane che è stato ucciso.

    Perché nn e’ stato bubble caro il mio commento?

    @moris.

    Difficile capire che la notizia non è tanto il cane che muore quanto il sottolineare la cattiveria di chi lo ha voluto avvelenare…..
    Quando ti ruberanno la macchina, non farà notizia nemmeno quello, te lo assicuro.

    Bravissimo Marco! E povero Del Piero ( la bestiola). All’avvelenatore: una vita di medicinali.

    La persona che ha commesso questo gesto non vivrà più una vita serena. Prendersela con un animale indifeso è da vigliacchi e da vili. Ma non preoccupatevi, il cane avrà la sua rivincita. Questa persona ancora non lo sa, ma ha un male che la sta rodendo dentro ed è ormai troppo tardi per evitare il suo tramonto. Quando la sua breve vita sarà riempita di incredibili sofferenze penserà forse alle sofferenze che ha arrecato a questo povero cane. Questa persona si ricorderà delle mie parole e capirà che commettendo del male si è attirata a sua volta l’odio e il male di molta gente che le ha augurato cose tremende. Il tutto si è avverato, già il male oscuro è in atto, non può fare nulla per evitare le peggiore delle fini. So che stai leggendo e provo piacere per questo.

    povero cagnolino… frequento la piscina e come tutti li dentro non potevo non notare la presenza di questo cane…. penso che una socità che si definisce civile lo deve dimostrare con le creature più deboli, indifese siano essi bambini, anziani o…. animali!… chi non rispetta e protegge queste creature indifese, difficilmente potrà definirsi una persona “corretta”

    Il problema è proprio che nella nostra società ci sono troppi moris…

    Ciao Del Piero, se stavi tanto antipatico, questo signore poteva almeno pensare a qualcosa di meno devastante………..
    Ho difficoltà a comprendere che cavolo tu possa aver combinato, vengo in piscina da 13 anni quasi tutti i giorni e non mi hai mai fatto la pipì sulle ruote della moto.
    Ma a questo “signore” cosa hai combinato? la colpa è sicuro tua, impossibile che un uomo possa pensare di avvelenare un cane senza giusta causa…………..
    Così impari, la prossima volta se lo incontri comportati meglio: Azzannalo dove fa più male; impossibile tu sei in viaggio per il paradiso dei cani, lui un giorno andrà a scaldarsi il culo accanto a Belzebù.
    P.s se vedi in giro un Labrador femmina nero dille che mi manca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *