Tetto agli stipendi, Crocetta insiste: | "Stessi limiti per Regione e Ars" - Live Sicilia

Tetto agli stipendi, Crocetta insiste: | “Stessi limiti per Regione e Ars”

Il governatore: "E' scandaloso pensare che Regione e Assemblea possano avere tetti massimi differenti e stipendi diversi per uguali posizioni lavorative. E' una questione di giustizia, equità ed etica".

I tagli per i dirigenti
di
14 Commenti Condividi

PALERMO – “Ribadisco che è scandaloso pensare che Regione e Ars possano avere tetti massimi differenti e stipendi diversi per uguali posizioni lavorative”. Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. “E’ una questione di giustizia, equità ed etica. Andare poi a interrogarsi sul fatto di quanti sarebbero i dirigenti regionali che vedrebbero diminuiti i loro stipendi, – continua Crocetta – è veramente ridicolo poiché, quale sarebbe la colpa della Regione, di avere già diminuito i tetti dal dicembre 2012 tagliando i compensi del 20%? Ma quando vengono fuori i direttori delle partecipate da 200 mila euro, che senza tetto potranno continuare ad esserci, vuol dire che il tetto agisce non solo sul presente ma anche per il futuro, limita l’arbitrio e mette un fatto di equità simbolico che dice che alla Regione – conclude il presidente – non ci potranno più essere pensioni e stipendi scandalosi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

14 Commenti Condividi

Commenti

    Crocetta vai avanti così i siciliani si aspettano almeno un po di giustizia…….. e poi lavoro ai giovani.
    Sono questi i due punti cruciali.

    Viva la democrazia!!!!
    Abbasso il populismo!!!

    Il presidente non sa come accaparrarsi il consenso dell’opinione pubblica…. in molti hanno provato a dirglielo ma non ha ancora capito che Regione Sicilia ed ARS non sono uguali posizioni lavorative che gli piaccia o meno!!!!

    Giustamente 200 persone sono sacrificabili…. nessuna perdita in campagna elettorale… ma 6700 persone delle partecipate, 30000 forestali, PIP, precari e chi più ne ha più ne metta…. sarebbero una mazzata alle elezioni!!!!

    BRAVO PRESIDENTE! Continui pure a piazzare amici, segretari ed altri nelle posizioni che le interessano ed attaccare quelle roccaforti che ancora non si sono piegate alla sua volontà!
    Nel frattempo questa regione continuerà ad annaspare…. mentre lei si farà bello nelle trasmissioni noi continueremo a non spendere i soldi della Comunità Europea, a coprire i buchi di bilancio delle partecipate, a fare assistenzialismo senza mai dare una speranza concreta di cambiamento e sviluppo!
    Le consiglio di andare in vacanza (per un anno o due) in Trentino Alto-Adige per capire come qualsiasi forma di autonomia possa essere utilizzata per creare servizi, infrastrutture e benessere per i cittadini. Quando avrà imparato si ripresenti alle elezioni e se qualcuno le vorrà dare fiducia ritornerà al timone di questa barca con le stive già piene di acqua…. non si preoccupi di asciugare il pavimento della cabina di comando quando un intero livello è già sommerso!!!

    Ma di cosa stiamo parlando???
    Quale equità?
    E’ equo dare stessa retribuzione ad impiegati che vanno a casa alle 14.00 e ad altri che invece ci vanno alle 20.00 o che, in caso di Aula notturna rientrano in ufficio di notte o non escono affatto?
    Ma non è scandaloso che il Presidente Crocetta continui a dire certe cose?

    Mette il tetto agli stipendi dei dirigenti generali non nominati da lui e toglie il tetto ai compensi dei Presidenti e componenti dei Consigli di Amministrazione, nominati da lui …..
    Furbi ci sentiamo , furbetti siamo noi crocettiani, sine titulo e sine dignitate, noi senza-tetto moderni !!!
    W Crocetta e S. Rosalia

    Se il lavoro che fai è troppo pesante: dimettiti….

    Bene Crocetta insisti fai vedere chi sei e per prima cosa togliti il tuo stipendio e quello dei tuoi supporters.

    Ridicolo…equipariamo anche gli stipendi dei portieri degli stabili a quelli delle portinerie degli assessorati? o tutti e due allo stipendio di Buffon?

    ECCO, LAVORO AL GIOVANI.LA VERA GIUSTIZIA SAREBBE DARE LAVORO NON QUESTE MANFRINE DA CABARETTISTA.

    già, dev’essere una sofferenza continua! faticare, faticare, faticare ….per ore ed ore ….

    LAVORO AI GIOVANI!
    E subito: applicare immediatamente il Decreto Renzi, pubblicato oggi, che vieta di lavorare nella P.A. a quanti godono gia’ di pensione.
    A casa i “rinominati” Manager della Sanita’ che sono gia’ pensionati dal Sistema Sanita’.
    ARIA NUOVA E LAVORO AI GIOVANI!!!!!!!!!
    I pensionati che non vogliona andare ai giardinetti vadano a fare Volontariato…

    E’ equo, non scandaloso, per tutto il resto c’è lo straordinario.

    Sono cose diverse come non lo capisce, ma non ha fior di consulenti giuridici? Che gli fa fare? Li tiene e li paga per friggere panelle? Semu cunsumati

    Mentre le imprese muoiono lui continua a fare proclami a casaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *