Trapani, la vendetta è servita | Ternana ko, granata avanti - Live Sicilia

Trapani, la vendetta è servita | Ternana ko, granata avanti

Dopo la fine dolorosa della lotta salvezza dell'anno scorso, i granata espugnano il "Liberati" in Tim Cup.

Calcio - Coppa Italia
di
0 Commenti Condividi

TERNI – Alla fine, la vendetta è stata servita e il Trapani ha potuto prendersi una rivincita non da poco. La formazione granata ha infatti espugnato il “Libero Liberati” di Terni, sconfiggendo la Ternana per 1-0 e avanzando al terzo turno preliminare della nuova edizione di Tim Cup, ottenendo come detto in questo modo la vendetta nei confronti della formazione umbra. Dopo la lotta salvezza nello scorso campionato di serie B, con i rossoverdi che riuscirono ad avere la meglio sui granata proprio all’ultima giornata (successo ad Ascoli che di fatto consentì anche di evitare i playout), gli uomini guidati da Alessandro Calori sono riusciti a vincere una bella partita, che fornisce ulteriore morale dopo il netto 6-0 con cui il Trapani ha debuttato in maniera ufficiale in questa stagione, all’esordio in coppa Italia contro la modesta Paganese. Un ulteriore passo in avanti verso l’inizio della stagione, anche in attesa di scoprire se ci saranno novità sulla situazione che riguarda da vicino l’Avellino, che in caso di colpevolezza e conseguente declassamento riaprirebbe le porte della B ai granata.

Il Trapani scende in campo con una formazione molto simile a quella che ha abbattuto la Paganese sette giorni fa. C’è ancora Marcone in porta, c’è ancora Pagliarulo a comandare la retroguardia completata da Fazio e Silvestri, mentre in mezzo al campo Visconti e Fornito sono ancora gli esterni, in una linea mediana completata da Canotto, Maracchi e Taugordeau. In attacco conferma per Ferretti e per uno dei nuovi arrivati, Murano. L’inizio della partita scorre via senza grossi pericoli da entrambe le parti, il Trapani riesce a gestire bene il tentativo di avvio aggressivo da parte di una Ternana che si affida soprattutto a Favalli e all’esperto Defendi per creare qualcosa di importante dalle parti di Marcone. La prima palla gol è granata e arriva al 24′, con Ferretti che riceve palla sul lato corto destro dell’area di casa, ma non riesce a battere l’ottimo Plizzari da pochi passi. Il portierone di scuola Milan si ripete su una facile conclusione da fuori di Fornito, poi dopo il primo cambio in casa ternana (Carretta per Valjent), l’arbitro Abbattista concede un timeout intorno alla mezz’ora. Dopo il break Maracchi sfiora un pallone che sarebbe stato solo da depositare in rete su cross di Ferretti, poi la Ternana prova a rifiondarsi in avanti ma senza costrutto. È invece pericolosissimo Taugordeau al 42′: la sua conclusione non è trattenuta da Plizzari, più sveglio sul tentativo di tap-in di Maracchi per l’ultima azione del primo tempo.

Nella ripresa, complice una stanchezza che affiora in maniera sempre più evidente, le due squadre concedono e di conseguenza ottengono maggiori spazi. Prova ad approfittarne per primo il Trapani: prima Murano scalda i guanti a Plizzari, poi offre a Ferretti una palla d’oro, che la punta granata non manda tra i pali umbri. È bravo anche Marcone nella prima vera palla gol dei padroni di casa, con il tiro al volo di Defendi mandato in corner dal portiere con un volo plastico. Silvestri impegna nuovamente Plizzari sugli sviluppi di un calcio d’angolo prima del secondo e ultimo timeout di serata, ordinato a 25 minuti dalla fine. La Ternana vede questo break come la deadline dopo la quale iniziare ad aggredire per portare a casa la partita, e i pericoli nell’area ospite iniziano a diventare sempre più frequenti. Calori avverte il pericolo e mette dentro la freschezza del veterano Reginaldo al posto di Canotto, e il brasiliano ci prova subito con una conclusione che non centra i pali. Poco dopo la mezz’ora, però, il Trapani trema: azione di rimessa della Ternana, la palla arriva al centro per Varone, che di testa da pochi metri non trova la porta. Calori getta nella mischia Aloi, che è subito decisivo. Un suo contrasto a centro area favorisce il contropiede che al 41′ consente a Ferretti di lanciare Murano nello spazio: posizione regolare per il nuovo bomber granata, che non può non battere Plizzari in uscita.

La panchina del Trapani esplode, Calori prova a far tenere la calma ai suoi, mentre nella Ternana fa il suo esordio l’ex granata Montalto, schierato per dare l’assalto finale. Tuttavia, nei quattri minuti di recupero concessi da Abbattista l’unica vera palla gol la creano proprio i granata, e ancora con un contropiede che per poco non era letale: Reginaldo conduce palla per una trentina di metri, manca l’attimo per servire i compagni ma non per trovare il tiro, che solo una deviazione di un difensore toglie dalla porta, e forse dallo 0-2. Ma può andare benissimo così, al triplice fischio esplode la gioia e ora la testa va al prossimo impegno di Tim Cup: il Trapani giocherà all’Olimpico di Torino contro i granata di Mihajlovic e del ‘Gallo’ Belotti. In attesa di ottenere ancora una buona notizia, questa volta dall’aula di un tribunale piuttosto che dal rettangolo verde.

TABELLINO

TERNANA – TRAPANI 0-1

Marcatore: 86′ Murano

TERNANA: Plizzari, Sernicola (13’st J.Ferretti), Favalli, Valjent (31’ Carretta), Signorini, Varone (42’st Montalto), Albadoro, Marino, Tiscione, Paolucci, Defendi. A disposizione: Bleve, Di Paolantonio, Di Sabatino, Zanon, Bordin, Capitani, Canalicchio, Franchini. All. Sandro Pochesci

TRAPANI: Marcone, Pagliarulo, Taugordeau, Ferretti, Fornito, Murano (47’st Rizzo), Fazio, Silvestri, Maracchi (34’st Aloi), Canotto (26’st Reginaldo), Visconti. A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Sparacello, Canino, Sammartano, Steffè. All. Alessandro Calori

ARBITRO: Eugenio Abbattista di Molfetta

AMMONITI: Varone (TE), Sernicola (TE).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *