Turista colta da malore salvata dal soccorso alpino, è in ospedale - Live Sicilia

Turista colta da malore salvata dal soccorso alpino, è in ospedale

A chiamare i soccorsi è stato il marito, la donna è stata trasportata all'ospedale di Alcamo
RISERVA DELLO ZINGARO
di
0 Commenti Condividi

Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano ed IV Reparto Volo della Polizia di Stato in azione nella Riserva naturale orientata dello Zingaro per una turista di Montelepre (C.F. di 42 anni) colta da malore.

L’allarme è scattato poco prima delle 13.00, quando una donna, in escursione con la famiglia, ha accusato un malore a Cala Capreria, probabilmente vittima di un colpo di calore, in stato di choc, si è accasciata a terra. Preoccupato per le sue condizioni, il marito ha lanciato l’allarme chiamando il Numero Unico di Emergenza 112. 

Trattandosi di ambiente impervio, la centrale del 118 ha chiesto l’intervento del Soccorso Alpino che ha attivato la Polizia di Stato con la quale vige un consolidato rapporto di collaborazione.

Dall’aeroporto di Boccadifalco è decollato un elicottero AW139 del IV Reparto Volo della Polizia di Stato con due tecnici di elisoccorso del SASS di turno presso il Reparto Volo, che ha raggiunto in pochi minuti la Riserva Naturale Zingaro. 

I tecnici del Soccorso Alpino sono stati sbarcati nei pressi di Cala Capreria, hanno raggiunto la donna, l’hanno stabilizzata e poi imbracata col triangolo di evacuazione e recuperata a bordo con il verricello. Pochi minuti dopo l’elicottero della Polizia di Stato è atterrato al campo sportivo di Castellammare del Golfo dove ad attendere c’era un’ambulanza del 118 che ha trasportato la donna colta da malore all’ospedale di Alcamo. Sul posto il personale dell’impianto sportivo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.