Un altro grave incidente in città | Sbanda con la moto, 39enne in coma - Live Sicilia

Un altro grave incidente in città | Sbanda con la moto, 39enne in coma

Il pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo

L'uomo è in condizioni gravissime al Civico. Ieri ha perso la vita un ragazzo a Belmonte Mezzagno.

Palermo
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Ha perso il controllo della sua Yamaha ed è finito violentemente sull’asfalto. Un motociclista di 39 anni, il palermitano G.V, è rimasto gravemente ferito stanotte in via Francesco Crispi, in un incidente avvenuto all’altezza di via Principe di Belmonte: si tratta dell’ennesimo grave incidente a Palermo, dove soltanto due giorni fa un bambino di cinque anni è stato travolto mentre attraversava sulle strisce pedonali a San Lorenzo.

Il motociclista è stato soccorso dai sanitari del 118 che l’hanno trasportato all’ospedale Civico, è in coma. In base a quanto ricostruito dagli agenti dell’Infortunistica della polizia municipale, l’incidente sarebbe stato autonomo. In via Crispi non sarebbero infatti state rilevate tracce riconducibili ad altri mezzi. la dinamica resta comunque tuttora da accertare.

E a distanza di sole poche ore dalla tragedia di Belmonte Mezzagno, dove ha perso la vita un trentunenne, Giorgio Ciancimino. Il giovane si trovava a bordo di un furgone quando il mezzo è uscito fuori strada, ribaltandosi. E’ rimasto schiacciato dal suo peso mentre tentava di mettersi in salvo uscendo dall’abitacolo.

A fine giugno un’altra croce sull’asfalto: sull’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo è infatti rimasta uccisa Nunzia Iacono, 30 anni. La ragazza viaggiava a bordo di una Citroen C1 quando, all’interno della galleria di Isola delle Femmine, ha perso il controllo della macchina.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *