Vaccini, il poliziotto morto a Catania: disposta nuova consulenza - Live Sicilia

Vaccini, il poliziotto morto a Catania: disposta nuova consulenza

La Procura di Messina nominerà un suo consulente per accertare le cause della morte di Davide Villa
IL CASO
di
0 Commenti Condividi

MESSINA – La Procura di Messina, che indaga sulla morte di Davide Villa, il poliziotto dell’Anticrimine di Catania deceduto il 7 marzo, 12 giorni dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, acquisirà i reperti istologici già utilizzati per i primi accertamenti avviati dai pm della città etnea, che poi ha trasmesso il fascicolo ai colleghi della Città dello Stretto. Messina è competente perché la vittima era sposata con una giudice in servizio a Catania. La Procura, guidata da Maurizio de Lucia, ha già acquisto la cartella clinica di Villa e nominerà un suo consulente per accertare le cause della morte. Catania aveva incaricato un tossicologo, partendo dall’assunto che a determinare il decesso potesse essere stato il vaccino; diverso il punto di partenza dei magistrati messinesi che cercheranno di capire che terapie sono state somministrate al paziente dopo l’insorgere della trombosi. Villa aveva iniziato a stare male il giorno successivo all’inoculazione della dose. Le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso. Al pronto soccorso gli è stata diagnosticata una trombosi che avrebbe poi causato un’emorragia cerebrale. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *