Variante nigeriana, primo caso in Sicilia: 16enne ricoverato Live Sicilia

Variante nigeriana, primo caso in Sicilia: 16enne ricoverato a Messina

Si tratta di un ragazzo originario della Guinea
COVID
di
16 Commenti Condividi

MESSINA – “Abbiamo individuato al Policlinico di Messina, primo caso in Sicilia, la variante nigeriana del Covid 19 su un minore di 16 anni originario della Guinea. Il referto è stato inviato all’istituto superiore di sanità per capire come il virus si stia evolvendo”. A dirlo la professoressa Teresa Pollicino che insieme al prof Giuseppe Mancuso dirige il laboratorio diagnostico molecolare del Policlinico di Messina dove è stato analizzato il tampone. Il minorenne africano, era ospite di un centro di accoglienza in Sicilia, dal quale era fuggito con un amico. Rintracciati dalla polizia, sono stati entrambi sottoposti a tamponi, ed entrambi sono risultati positivi, ad uno di loro è stata diagnosticata la variante. Il minore si trova adesso isolato nel reparto di malattie infettive del Policlinico, mentre il suo amico, anche lui 16enne della Guinea, positivo senza sintomi, è ricoverato a villa Contino in isolamento. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

16 Commenti Condividi

Commenti

    dovrebbe esserci un controllo capillare di questi centri di accoglienza inondati di immigrati che giornalmente affollano I centri, e non dico tenerli chiusi perche’ sarebbe poco umano, ma sicuramente tenerli sotto controllo per evitare che si verifichino fughe come questa di gente positiva che va in giro ad infettare altre persone

    Grazie ad entrambi i fuggitivi dal centro di accoglienza e a chi glielo ha permesso.

    complottismo alle stelle!
    il complottismo è massimo perchè la gente non capisce perchè si parli di un caso di presunta variante nigeriana quando ogni giorno in sicilia ci sono centinaia di casi di covid tradizionale e di variante in glese e quando ogni giorno in italia ci sono decine di migliaia di casi di covid tradizionale e di variante inglese e quando ogni giorno nel mondo ci sono centinaia di migliaia di casi di covid tradizionale e variante inglese. La risposta della gente è la seguente: per il solito tentativo di mettere in mezo l’africa, i nigeriani e gli immigrati. E il complottismo dilaga!

    è tutto un comblotto!

    In Italia e nel mondo domina la variante inglese! la più pericolosa, diffusa e contagiosa!
    In base ai dati ufficiali,
    la variante inglese è il 60% dei casi di covid in Italia, la variante brasiliana il 4%, poi vengono variante scozzese e spagnola, la variante sudafrica rappresenta solo lo 0,1% dei casi, infine pochissimi casi di “variante nigeriana” (che però secondo molti è una nuova variante britannica).

    ma non erano tutti immuni?????europa in ginocchio e noi accogliamo…..i nostri cittadini sono alla fame e noi dobbiamo accogliere senza se e senza ma…..ok fra un pò le cose si faranno pesanti in europa

    Il complottismo dilaga perché l’ossessione grottesca di media e politici per nigeriani, africani e immigrati è tale da estendersi anche alla pandemia. Ma oltre a suscitare complottismo, questa ossessione suscita ilarità perché anche i bambini sanno che il covid è arrivato in sicilia con i turisti bergamaschi e che è arrivato in africa con i lavoratori italiani.
    Comunque il tentativo di tirare in ballo gli immigrati e gli africani per la pandemia è in atto da oltre un anno e da oltre un anno è miseramente fallito.
    Facevano credere che covid sarebbe arrivato con barconi dei migranti dall’africa ed è arrivato con i turisti bergamaschi dal nord Italia.
    Poi facevano credere che la seconda ondata di covid sarebbe arrivata con i barconi dall’africa e invece gli immigrati anche nei momenti di sbarchi ai massimi livelli (estate scorsa) erano solo lo 0,2 per cento dei casi.
    Poi facevano credere che la terza ondata di covid era per fantomatiche varianti africane e invece la terza ondata in atto è dovuta alla variante inglese.
    Il complottismo è ai massimi livelli, ma la gente ha sgamato tutto.

    Il complottismo è dovuto anche al fatto che i media main stream si riempono di sperticati elogi della sovranista Gran Bretagna e quindi minimizzano la pericolosa, contagiosissima e diffusissima variante inglese.
    La gente non abbocca.
    Il pericolo è la variante inglese, proveniente dalla bianca, ariana e sovranista Gran Bretagna.

    X giustizia e thenkiu’:
    1) Gli immigrati sono solo lo 0,2% dei casi di covid in italia nel 2020 pur essendo il 10% della popolazione. Quindi sono colpiti dal covid 10 volte meno in proporzione agli italiani,
    2) Per motivi geografici, climatici, demografici e di vita all’aperto l’africa è il continente con meno casi al mondo.
    3) Dati i tempi di durata del covid, se per ipotesi immigrato parte positivo al covid, una volta arrivato in Italia è già negativo dato che viaggia per settimane e mesi tra deserto e mediterraneo. E in ogni caso è controllato. Quindi quei pochi casi di immigrati positivi al covid forse lo prendono in italia.
    4) Se tutti gli italiani fossero sottoposti a tampone e controllati nel sequenziamento delle varianti spunterebbero sicuro varianti italiani e ci sarebbero molti più casi emersi.
    5) Con 800 nuovi casi di siciliani positivi ogni giorno e 25 mila nuovi casi di italiani positivi ogni giorno, il problema non sono certo gli immigrati.
    6) Ogni tentativo di associare un problema agli immigrati è stato punito alle urne (vedi anche comunali in sicilia e regionali in italia). La gente vota su altro.
    7) il covid si contagia stando più di 15 minuti al chiuso senza mascherina e senza distanza e senza ricambio d’aria contatto con un positivo con alta carica virale. quindi di cosa vi preoccupate? non avete certo mangiato o dormito con immigrati appena sbarcati

    la variante Nigeriana è stata sviluppata in italia, è stato solo un caso che un immigrato ne era il portatore, quelli malati siamo noi italiani, semu propriu malati…. i testa…

    E’ una di quelle notizie che suscita complottismo dalla a alla z virgole incluse.
    Suscita complottismo l’associazione tra immigrazione e malattia.
    Suscita complottismo la fuga come ogni fuga di migranti.
    Suscitno complottismo i particolari della vicenda.
    suscita complottismo la dinamica.
    suscita complottismo l’amplificazione mediatica,
    suscita complottismo la strumentalizzazione politica.
    suscitano complottismo i troll sparsi nel web.
    suscita complottismo il tentativo ripetuto da più di un anno di associare migranti e covid.

    Inorridisco a leggere certi commenti che trasudano di razzismo ed intolleranza verso gli Immigrati anche se si parla di Covid.

    Vorrei ricordare ai deboli di memoria che il Covid in Sicilia è arrivato con i turisti provenienti dalla Padania leghista, gli stessi che hanno anche le seconde case o meglio le mega-ville nelle località più esclusive della Sardegna dove l’estate scorsa hanno fatto scoppiare tanti focolai infettivi soprattutto nella esclusiva Costa Smeralda.

    quello che mi fa ridere è che appena l’attenzione si rivolge a persone extracomunitarie ecco scendere in campo Palermo è Bella a gridare al complottismo e varie amenità, e via snocciolando percentuali a destra e a manca, come se tutto fosse normale e lecito, vorrei far presente che solo in Italia tutto questo è normale e lecito, in qualsiasi altra nazione credo che le cose siano nettamente diverse, altrimenti non si spega il motivo del perchè tutti vogliono arrivare in Italia, paese dei Bengodi, ma non per gli Italiani questo no (tranne i furbastri che ci sono comunque in ogni luogo) ma per tutti gli stranieri sembra che tutto e di piu’ sia permesso, sinceramente in Italia mi sento vittima di Razzismo, ma Rovesciato, noi Italiani siamo persone di serie C, per chi viene da fuori tappeto rosso e petali di rosa.

    signor info,
    gli italiani erano considerati a marzo 2020 come il grande focolaio del mondo. c’era un elenco di nazioni (dall’algeria alla nigeria, dall’india alle mauritius, dalla spagna a tanti altri paesi) dove erano stati italiani a portare il covid.
    e ancora oggi l’italia è uno dei paesi al mondo con più casi e con più morti.
    quindi a fare ridere sono gli ossessionati dai nigeriani e dagli immigrati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.