"Venga con me in Burundi" | Cuffaro scrive a Crocetta - Live Sicilia

“Venga con me in Burundi” | Cuffaro scrive a Crocetta

L'ex governatore siciliano "rassicura" Crocetta e allontana la possibilità di un suo ritorno in politica. Ma Cuffaro affonda anche il colpo: "Quelli che a suo tempo hanno scelto me come presidente sono il quadruplo di quelli che hanno scelto lei".

La lettera aperta
di
61 Commenti Condividi

PALERMO – “Egregio Signor Presidente Rosario Crocetta, so che non sopporta essere contraddetto, ma non tornerò in politica, è finito per sempre il mio tempo per questa politica”. È l’incipit di una lettera aperta che porta la firma dell’ex governatore siciliano Totò Cuffaro, scritta dal carcere romano di Rebibbia dove attualmente si trova detenuto per favoreggiamento a Cosa nostra. Destinatario, il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.

“Il 16 dicembre, finita tutta e per intero la mia pena, lo rassicuro e lo tranquillizzo, ho già preso contatto e andrò in Burundi a fare il medico volontario presso l’ospedale Cimbaye Sicilia, l’ospedale che, quand’ero Presidente, la Regione Siciliana ha finanziato con i soldi del Fondo della Solidarietà”, scrive Cuffaro. Che, sempre rivolgendosi direttamente al governatore Crocetta, aggiunge: “So che non gradirà un mio consiglio ma glielo do lo stesso: si sforzi di considerare persone perbene tutti i siciliani, anche quelli che a suo tempo hanno scelto me come presidente. D’altronde – chiosa l’ex governatore – sono soltanto il quadruplo di quelli che hanno scelto lei, i quali, io sono certo, sono persone perbene e in buona fede”.

Poi l’affondo. “I siciliani, tutti, si aspettano che lei lavori per far crescere la Sicilia e mi addolora dirle che questo non sta succedendo – si legge nella lettera-. Le imprese chiudono e ciò vuol dire meno produzione e una Sicilia sempre più povera”. E Cuffaro sciorina i numeri del suo governo, mettendoli a confronto con le esperienza di Crocetta. “Il tasso di occupazione nel 2001 era del 41 per cento, nel 2008 del 45. Oggi è arrivato al 37. Il tasso di disoccupazione è passato dal 24 per cento del 2001 al 12,9 del 2007. Oggi è arrivato al 25 per cento”. Un trend confermato, secondo Cuffaro, anche per i dati relativi all’occupazione e disoccupazione giovanile, al Pil e corroborato dalle “maggiori agenzie rating a livello mondiale come Fichratint, Moody’s e Standars & Poorls, che hanno tutte innalzato il livello di credibilità finanziaria della Regione Siciliana. Sono tutti dati ufficiali che può facilmente verificare”, scrive ancora Cuffaro. Che poi chiude con un particolare invito a Crocetta: “Se quando finirà di fare il Presidente volesse venire in Burundi, lo accoglierò con sincero affetto”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

61 Commenti Condividi

Commenti

    Bravo Cuffaro per l’eccellente risposta a Crocetta che, risulta anche a me, non sopporta essere contraddetto. Tuttavia dubito che in Burundi, dive manca di tutto, possa essere utile a qualcosa visto che quì ha fatto solo danni

    Sarebbe utile che partisse adesso per il Burundi e liberasse la Sicilia della sua inutile e dannosa presenza.

    Caro Sig.Gino vorrei con molta tranquillità’ ed onesta’ intellettuale rispondere al suo post.Penso che Lei scriva da Trieste ,Bergamo o dalla Svizzera,non certo da Palermo o dalla Sicilia.Vorrei per tante chiederLe di far due passi magari a giorni alterni ed in posti sempre diversi in Sicilia e chiedere a campione a commercianti,imprenditori,dipendenti ed anche a disoccupati se cambierebbero gli attuali anni di Crocettismo con i come a suo dire disastrosi e devastanti anni Cuffaro.Le do un consiglio da amico prima di tale avventura magari una compressa di Xanacs una volta al giorno perché credo che la risposta forse le provocherà’ stati d’ansia.

    Caro Totò, ti ricordo sempre con grande affetto e stima. Non credo che sia il caso che tu dialoghi con il sig. Crocetta, vi separano anni luce per nobiltà d’animo e capacità politica.
    Ad un uomo che ha distrutto la regione siciliana, e lo dimostra la fuga che avverrà con i prepensionamenti da parte del personale migliore che lui ha screditato di continuo. Ti auguro, come tantissimi siciliani, un futuro di grande serenità.

    Toto rifaccio i complimenti per la lezione prima di tutto di vita e poi di politica che hai impartito ad un politicante di bassa lega quale il saruzzo gelese , poi se puoi , anche se penso che non riuscirai in questa impresa , vedi di portartelo in Burundi con te

    Lezione di stile, di umanità, di serietà e di valori.

    Peccato che la Sicilia debba ancora fare a meno di chi avrebbe ancora tanto da dare e fare.

    Poi vedremo chi è l’impresentabile, una bella gara….

    Ritengo che Cuffaro nello scrivere questa lettera non abbia tenuto in considerazione il fatto che il Burundi possa accogliere Crocetta.

    Crocetta è il presidente più inutile e dannoso che ha avuto la sicilia e spesso lancia previsioni inopportune e fuori luogo .In quanto a Cuffaro e al suo Burundi lasciamo perdere. Il doppio petto è qualcosa di diverso dal saio .

    Grande TOTO’ Cuffaro. Sappiamo benissimo che hai sofferto in silenzio e questo ti fa onore! Sarai sempre un grande per la Sicilia.

    @chicco. Per fortuna non sono riusciti a toglierci la libertà di opinione e di espressione. Devo precisarti che vivo in Sicilia da sempre. Non ho mai votato Cuffaro né centro destra (ad eccezione dell’elezione di Crocetta. non ho questa responsabilità da condividere con quella minoranza di siciliani che lo votano). Ho avuto occasione di conoscere Cuffaro quando era Presidente ed anche Crocetta da presidente. Esprimo quindi opinioni frutto d’esperienza diretta. Preciso che non voterò mai più per il PD o altri patiti della cosiddetta sinistra. Se si votasse adesso voterei per i 5 stelle, almeno sono onesti anche se inesperti

    Sig. Chicco, ma dove vivi?

    Stiamo parlando di un gigante e di un nano sia sotto l’aspetto politico che umano con buona pace di chi ha imparato ad accontentarsi di ciò che è verosimile, ma non è vero. E l’esito è un capovolgimento mortificante della verità e del bene di questa terra.

    Da elettore di Forza Italia dico che Cuffaro fece seri danni.

    Sig. Chicco XANAX e non Xanacs !

    Rimarrai per sempre il nostro PRESIDENTE………..

    Perché non pensi ai danni che fece Micciche’ ????

    Sono un ex elettore del PD, rimango sempre di sinistra. Ho conosciuto Totò Cuffaro circa vent’anni fa, l’ho incontrarlo diverse volte e non voglio entrare nel merito e il perchè sia stato condannato. Posso semplicemente dire che è una persona molto colta, molto signorile nei suoi comportamenti, che sa ascoltare le persone di qualsiasi orientamento politico. Per quel che mi risulta è un signore con la S maiuscola. Invece di Crocetta, che conosco e incontrato diverse volte, non ho nulla da dire soltanto che fa perdere tempo, prende impegni e non li mantiene, ha impoverito la sicilia e i siciliani, ha creato disoccupazione a più non posso, va sulle televisioni per fare scena e fare sfigurare i siciliani e la sicilia. E’ semplicemente una vergogna….

    Questi che difendono Cuffaro sanno che fu condannato x un reato grave come concorso esterno in associazione mafiosa? Mica approvano tale reato? Lo dico da elettore di Forza Italia.

    L’uno, Cuffaro, uomo ricco di Ironia, passione, serietà e rispetto contro l’altro, crocetta, coacervo di permalosità, cinismo, confusione e disprezzo. Non c’è partita. Uno, Cuffaro. generoso gigante di conoscenze e capacità, l’altro, crocetta, tirchio mediocre con scarse conoscenze e inadeguato a alla difficile arte dell’amministrazione. Il Burundi non è adatto per chi non crede e non ha fede nelle cose che fa. Solo per questo crocetta potrà solo declinare l’invito. Sarà interessante quali barzellette racconterà per soprassedere.

    Egr sig Scannaliato i suoi commenti risultano sempre di una eleganza sopraffina

    Totò sei sempre più GRANDE……non è riferito all’età. A presto

    Credo che lei, come tanti purtroppo, non sappiano il signifiacato di concorso “esterno”. È esterno! Ciò significa che la magistratura ed i giudici hanno attestato che costui non è interno all’organizzazione mafiosa, non è un boss e non è in mafioso! Si chiarisca le idee prima di parlare a sproposito.

    SU QUESTA LETTERA DI CUFFARO L’UDC CHE COSA COMMENTA?

    @ FABIO
    @ VOLANTE1

    Cuffaro NON è stato condannato per concorso esterno. Informatevi entrambi.
    E’ stato condannato per favoreggiamento aggravato (reato minore). E il PG (il pm della Cassazione) aveva chiesto che NON gli fosse addebitata l’aggravante. Saluti.

    Totò Cuffaro è stato il miglior presidente della regione ed il miglior politico che la Sicilia ha avuto negli ultimi 30 anni onore e vanto della maggior parte dei siciliani che lo amano come prima e più di prima .Mi vanto e mi onoro di essere stato e di essere amico di Totò Cuffaro il Presidente che ama ed ha amato la Sicilia e tutti i siciani.l

    Si è stato condannato x favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra e rivelazione di segreto istruttorio emessa nell’ambito del processo talpe alla dda.

    @Anello (al naso) Si è stato condannato x favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra e rivelazione di segreto istruttorio emessa nell’ambito del processo talpe alla dda,cmq 7 anni di reclusione non mi sembra un reato minore.

    Siamo messi bene se dobbiamo sceglier tra due “statisti” come Cuffaro e Crocetta.

    Chicco io vivo qui in Sicilia da sempre e sottoscrivo mille volte che certamente questo è il periodo più schifoso e direi criminale, senza pari. Da rimpiangere certamente gli anni di Cuffaro, senza dubbio. Loro avranno fatto errori, forse anche crimini, ma non fingevano e soprattutto non si spacciavano per santi, puri e casti. VERGOGNA!!!!!

    E della famosa interpretazione dell’intercettazione ne vogliamo parlare? ma faremi il piacere…la magistratura!

    Mi stranizza solo che Cuffaro stia a perdere tempo per parlare di questa tragedia vivente di Crocetta…per il resto mi associo al coro dei moltissimi che non hanno dubbi sullo schifo odierno…e la statistica è una cosa seria, caro il mio PD

    Credo che questa risposta, il presidente Crocetta se la sia propria cercata e meritata.

    Cuffaro non è “l’ex governatore”!! Per i siciliani è il presidente.

    Veramente scrive… interviste e lettere ogni minuto, altro che silenzio!

    Ah! reato minore… allora ok

    Caro Totò, stringi i denti e resisti come hai fatto in questi lunghi e pesanti anni di martirio, che ti hanno dato dignità stima e consenso da parte di …. molti anche non tuoi elettori. Andrai a far crescere il Burundi e noi qui in Sicilia a scdendere ancora più già…ma ha da passa a nuttata!!!

    Caro Totò dici bene,il Presidente Crocetta è il peggior Presidente che la Sicilia abbia mai avuto…si dovrebbe vergognare.

    caro toto’stai sei l’unico politico che sta in galera perche’eri il migliore,hai portato la sicilia a livelli che nessuno aveva mai fatto,ma davi fastidio proprio per questo,ti rimpiangiamo

    CROCETTA PARLA COSI’ PERCHE’ SA CHE TOTO’ CUFFARO NON E’ CANDIDABILE PERCHE’ SE SI POTESSE CANDIDARE LO BATTEREBBE CON ALMENO IL 90% DI SCARTO DI VOTI. FORZA TOTO’ TI ASPETTIAMO TUTTI

    Se cuffaro vuole andare in africa può raggiungerla in auto, da punta raisi a raffadali, in quattro ore è arrivato. Questo risultato grazie anche al suo contributo indimenticabile.

    Cuffaro miglior presidente e politico della Sicilia negli ultimi 30 anni? Ecco perché è ridotta così….e nessuno avrebbe potuto salvarla dal disastro, dopo di lui e Lombardo. Meno che mai Crocetta, sicuramente il peggior presidente della storia siciliana.

    Scusi Fabio, dovere di verità, ma Cuffaro é’stato condannato per favoreggiamento personale, aggravato dal fatto che la persona che avrebbe favorito aveva rapporti con un rappesentante di famiglia mafiosa. Il sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, durante la requisitoria del processo a Cuffaro, ha chiesto di eliminare l’aggravante mafiosa nei confronti dell’ex governatore. Ricordiamoci, inoltre, che il segreto d’ufficio violato nel quale giace il “focus” del processo, interessa talpe e ciuciulii della Procura di Palermo.

    Siamo “scannaliati” dell’uno e dell’altro…

    Sicuramente sono specchio di gran parte dei siciliani, purtroppo!

    Ci vuole pazienza. Ed io ne ho.
    Il favoreggiamento è un reato minore rispetto al concorso esterno. Insomma. chi lo compie non può e non deve essere definito mafioso.

    Cuffaro con la sua condanna porto ulteriore disonore alla regione Sicilia.

    Signor presidente Crocetta, vada in Burundi, potrà dare una mano per le pulizie. Avete affondato la Sicilia!.

    Il dato inconfutabile che appare dalla lettura dei commenti è che i siciliani siete assuefatti dal meno peggio tutto meglio. Ma é possibile che non riuscite ad eleggere un Presidente degno di questo nome?

    Suppongo che per crocetta tutti quelli che hanno commentato in positivo per il nostro UNICO Presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro siano tutti mafiosi.

    Cuffaro, come tutti i DC, machiavellianamente “simula e dissimula”… Dice che va in Burundi ?! Stiamo certi che torna a fare politica…. E così si spiega pure perché gli “spercia” scrivere a Crocetta una lettera di tal guisa…. Politicamente gli sono stato sempre ostile ma dopo tutto il fango seguito al suo addio alla politica in Regione Siciliana, forse è il meno peggio….

    Credo che Cuffaro andrà in Africa a cercare Veltroni. Se lo trova rimarrà. Altrimenti non ci sarebbe ragione di restarvi.

    Cuffaro in politica ? Magari, solo cosi la Sicilia puo’ riavere la sua dignita’ .
    Da Cuffaro tutti dobbiamo prendere insegnamento
    Caro Presidente, il 70 % dei Siciliani aspetta questo benedetto 16 Dicembre 2015.
    Forza Toto’ ci siamo quasi.
    Con stima Gil Cortina

    Grande Cuffaro magari potessi tornare a governare la Sicilia !!

    Grande e unico Toto’ !!

    Certo fare il medico in Burundi per uno che non ha mai esercitato la professione di medico qualche perplessità la suscita… aggiungendo che le accuse di supporto esterno alla mafia hanno avuto come protagonisti personaggi influenti nel mondo della sanità (uno per tutti Aiello); con le discussioni sul tariffario fatte nel retrobottega di un sarto, le perplessità aumentano…
    Totò lasciala stare la sanità, magari fatti da uno zappone, che fai meno danno!
    La verità è che i suoi successori sono stati così mediocri che “beati monoculi in terra caecorum”.

    @Giovanni, Non mi interessa Miccichè,cmq non governo mai la regione Sicilia,Cuffaro invece governo fu condannato x un reato grave.

    Cuffaro è stato calunniato abbastanza (vi ricordate del video farsa su Falcone prodotto dai soliti giovani Hippi, tutti che guevara e figli di papa?), adesso si vede che era di un’altra pasta rispetto a Saro capace di fare magre figure pure quando va a trovare i bambini ricoverati all’ospedale.
    Mi sono vergognato per lui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *