Viale Regione, nuovi autovelox | In dieci giorni 1.600 multe - Live Sicilia

Viale Regione, nuovi autovelox | In dieci giorni 1.600 multe

I quattro nuovi dispositivi mietono le prime "vittime", con una media di 160 contravvenzioni al giorno. Entro l’anno dovrebbero entrare in funzione altri due dispositivi, per un totale di otto. Ma i caschi bianchi respingono l’idea che l’installazione serva a fare cassa.

PALERMO
di
83 Commenti Condividi

PALERMO – Una media di 160 multe al giorno. I 4 nuovi autovelox di viale Regione siciliana, piazzati dal Comune nella speranza di far diminuire gli incidenti in una delle strade più pericolose d’Italia, hanno mietuto le prime “vittime”: secondo i dati della Polizia municipale, in 10 giorni (dal 15 al 25 giugno) sono state ben 1.600 le rilevazioni per chi ha sforato i limiti di velocità. Una media però inferiore a quella del 2012, data di esordio, prova che i palermitani hanno capito di dovere andare più piano.

E’ ancora presto per sapere di quanto i limiti sono stati sforati e, di conseguenza, quanti saranno i punti decurtati dalle patenti, ma il numero è di certo impressionante. Attivati a metà mese, le quattro nuove postazioni si aggiungono alle due inaugurate nel 2012: i nuovi dispositivi sono stati installati nella carreggiata in direzione Catania al civico 4294, duecento metri prima di via UR/15 (nord ovest, carreggiata centrale), e all’altezza dello svincolo Ernesto Basile (sud est, carreggiata centrale), mentre nella carreggiata in direzione Trapani all’altezza di via La Loggia (nord ovest, carreggiata centrale) ed all’altezza di via Principe di Paternò (nord est, carreggiata centrale).

Entro l’anno dovrebbero aggiungersene altri due, per un totale di otto. Ma i caschi bianchi respingono l’idea che l’installazione serva a fare cassa: “L’utilità dell’autovelox è un dato inconfutabile – ha detto lo scorso maggio il vicecomandante Luigi Galatioto – con le prime colonnine installate nella metà del 2012, abbiamo infranto il record di viale Regione Siciliana di strada più incidentata d’Italia. I dati parlano chiaro, si è ridotto del 30% il tasso di mortalità per incidenti causati dalla velocità ed è diminuito anche il numero di feriti e di persone in pericolo di vita. Con buona pace di chi ritiene che l’installazione delle colonnine sia soltanto una operazione di cassa”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

83 Commenti Condividi

Commenti

    Sarei curioso di vedere di persona la taratura e la calibrazione di questi “misuratori” di spazio/tempo!
    Proprio curioso curioso!!

    Scusate, ma se il v.le Regione è un perenne tappeto di auto, moto e camion, tutto il giorno fermi incolonnati o in movimento a passo d’uomo, che ammorbano l’aria rendendola irrespirabile, da dove saltano fuori tutti questi piloti di formula 1?
    Mistero!

    Sciocchezze, invece servono SOLO a fare cassa!

    c’è un’app che in tempo reale ti segnala la mancata scopertura assicurativa del mezzo circolante, io l’ho provata è funziona ed è veritiera, mi ha riconosciuto nella mia zona macchine non assicurate e assicurate. Certamente un proprietario con macchina vecchia preferisce circolare senza assicurazione tanto se mi beccano e quando, quanti soldi avrò risparmiato. Vedo auto che circolano senza taglianto da oltre 3 anni, significa che non sono mai stati fermati per controllo.

    se non e’ per fare cassa perche’ non rinunciate ai soldi delle multe e togliete solo i punti della patente?

    No… Non servono per fare cassa.
    Le pattuglie nascoste dietro i cespugli in via Lanza di Scalea, invece che a presidio del rilevatore come prescrive la legge, non servono a fare cassa.
    La pattuglia piazzata in viale Regione Siciliana all’altezza del sottopasso di Città Giardino, dove il limite è 30 km/h (30!!!!), non servono a fare cassa.

    Multare tutti quelli che ai fermano in doppia e tripla fila davanti alla baracca della frutta nella rotonda di Via Lanza di Scalea a Partanna e bloccano la circolazione non serve a fare cassa, infatti non lo fanno: servirà a fare la cassetta di frutta “a gratis” per qualcuno….

    Dovrebbero montarli in tutta la città’!!!!!!

    Hanno voluto una scusa per fare cassa non c’e dubbio!

    allora vediamo in quale capitolo verranno inseriti i proventi delle multe. Orlando dovrebbe utilizzarli per mettere in sicurezza le strade, invece serviranno a puntellare il bilancio.

    Altri due nuovi autovelox… si vede che il business c’è. Qualcosa mi dice che questi due nuovi autovelox li monteranno all’altezza del baby luna, dove hanno abbassato il limite di velocità da 70 a 30. Ma sono impazziti, 30 kmh in viale Regione? Secondo l’assessore giusto Catania l’abbassamento del limite di velocità è dovuto a un problema di staticità del ponte, ma come mai questo problema spunta adesso durante il boom degli autovelox?

    E contro i posteggiatori abusivi che taglieggiano indisturbati i cittadini indifesi, per dare regole certe ai mercatini rionali e per farle rispettare, per alleviare gli indicibili disagi perpetrati contro una città nel caos per i lavori iniziati dovunque senza che si veda mai un solo vigile per strada a dare una mano nei punti e nei momenti cruciali, “lor signori” i VV.UU. che cosa intendono fare?

    Si come no pensano alla sicurezza stradale….lo stesso motivo per cui a palermo le strisce blu Sono dappertutto a destra e a sinistra delle strade mentre nel resto del Mondo una parte é libera….chiaramente per la sicurezza stradale

    loro dicono che non e x fare cassa.lo dimostrino e li danno in beneficenza, magari comprando attrezzature x gli ospedali

    Io percorro viale regione siciliana ogni giorno. Dato il numero di spericolati alla guida che vedo quotidianamente in quella strada 1600 multe in 10 giorni mi sembrano poche, andate a regolare gli autovelox, scattano poche fotografie!

    In effetti gli incidenti sono diminuiti e non si vedono più macchine sfrecciare a 180 km orari. Potrebbero completare l’opera mettendone 2 all’altezza della rotonda di via oreto e riaprire la stessa decongestionando il traffico creato in zona dalla sua chiusura.

    Fesso chi gli fornisce la scusa.

    Se prendessero la stessa scusa per la doppia fila in via Sammartino, via Brunetto Latini, via Dante, via Terrasanta ecc…otterremmo 3 cose: traffico più scorrevole con fine dei rallentamenti, controllo del pagamento di bollo e assicurazione dei multati, rieducazione civica del panormosauro e obbligo per l’amministrazione di DIMINUZIONE DI TASSE COMUNALI per chi rispetta le regole.

    Li daranno in beneficenza ai trasgressori.ahahahahahaha

    Voglio complimentarmi con il sindaco Orlando, l’unico servizio che funziona è il traffico servizio multe nelle zone centrali autovelox e foto dalla macchina.

    Nelle zone zen borgo nuovo vecchio brancaccio cep li non si arrischiano .
    Bravo bravi in un momento di crisi fanno le multe

    Sinceramente non capisco questa necessità di giustificare la repressione di un reato che mette a repentaglio la vita dei cittadini e che è correttamente punita con una ammenda pecunaria.Sembra quasi che ci si debba scusare di far rispettare le regole.Quello di cui dovrebbe rispondere il comandante dei vigili urbani, che ogni tanto si diletta a lasciare la macchina in divieto di sosta, è invece perchè si fanno molte più multe in città come Bologna notoriamente più civili di palermo che nella nostra città.Si insinua il dubbio che i controlli siano carenti,i vigili per strada pochi e refrattari a reprimere le violazioni del codice.Invece di perdere tempo a giustificare quello che correttamente si fà perchè non si mettono le telecamere remotizate nelle corsie preferenziali degli autobus?Perchè non si requisiscono i motorini con due persone a bordo senza casco nel centro storico pronte allo scippo?I soldi delle multe devono andare a migliorare le dotazioni e gli equipaggiamenti dei vigili urbani, a pagare i loro straordinari e a ridurre le tasse delle attività produttive a cominciare dalla tasi dei piccoli artigiani e dei commercianti nel centro storico.Palermo città civile ed europea

    Verrà usata anche dalla polizia come l’autovelox e speriamo che se funziona diminuiscano le assicurazioni per chi le paga

    In questo momento di crisi è lecito non rispettare il codice della strada,non pagare le tasse ,pagare solo il pizzo quello si a palermo è un must o crisi o non crisi bisogna farlo.

    Anche la sera, e la notte si può correre

    Ma se fosse , come dicono alcuni in certi commenti, che la ragione è per fare cassa, perchè non rispettano il limite e si risparmiano soldi e punti sulla patente? Sarebbe più intelligente.

    petrus
    Ma vuoi mettere gli introiti con l’autovelox? Per beccare i trasgressori dei senza tagliandi assicurativi devi lavorarci, con gli autovelox è tutto a costo zero!!!!!!!!

    @Thor
    SUPERconcordo in toto!
    L’autovelox si mette a convenienza di cassa non certamente per evitare che mi posso fare la “bua” !! La smettessero con queste motivazioni ridicole, che della ns salute non gliene frega a nessuno, tranne ai familiari stretti!

    se in questa città il numero dei morti ammazzati da guidatori imprudenti fa paura, se l’opinione pubblica dopo tragedia come quella della povera Tania chiede di inasprire le misure e di prendere provvedimenti urgenti, cosa altro DEVE fare un’amministrazione se non ulteriormente limitare la velocità nel centro urbano e moltiplicare le sanzioni?
    Tra l’altro, quella che il palermitano medio si ostina a chiamare TANGENZIALE o CIRCONVALLAZIONE, è solo una STRADA URBANA. Ha pure un nome, che inizia per VIALE.

    @Gabriele
    Sai quello che dispiace non è tanto la multa (a tradimento), no, è la pretesa di volere prendere per i fondelli a tutti i costi i cittadini, con giustificazioni che definire ridicole e pretestuose è il minimo, come se fossimo tutti un branco di di imbecilli da imboccare dal primo di questi amministratori che si alza la mattina ! Mah!

    In quelle zone in sindaco e il comandante della pm non hanno “pertinenza” !!

    E’ un grande falso…!! Potrei essere d’accordo se i caschi bianchi controllassero il traffico nella circonvallazione non esiste che ancora circolano ciclomotori con la targa romboidale a cinque cifre gia’ fuori legge dal 12Marzo 2012 palesemente senza assicurazione revisione ecc… che circolano liberamente come pirati dentro la circonvallazione (corsia centrale) li dovrebbero circolare solo mezzi sopra 150 cc ci si trovano pure le bici i cavalli e di tutto..!! Quando vedro’ il controllo totale del traffico senza sconti per nessuno allora credo a questo mitologico spirito di prevenzione..!! Saluto

    FORSE NON SA CHE PALERMO E SCESA TRA LE ULTIME CITTA D’ITALIA COME TRAFFICO E VIVIBILITA GRAZIE A QUESTO SINDACO CHE DICE DI SAPERE FARE IL SINDACO

    Servono solo a fare cassa,tutti sappiamo che il l’unico lavoro che questi signori sanno fare è questo.Quando si imboscano in viale Lanza di Scalea,chiusi in macchina con l’aria condizionata accesa e ho anche visto qualcuno di loro sdraiati dentro la macchina??? Questo è rubare ai cittadini!!!! In quella strada non puoi andare a 200 km,ma basta quel poco per fregarti!! E quando invece occorre la loro presenza,magari per un blocco della circolazione a causa di lavori in strada,loro spariscono,e se ci sono fanno più caos che altro….Si dovrebbe rifondare questo corpo dei vigili,così com’è non serrve a nulla…solo a rubare soldi ai cittadini e a pagare stipendi a gente che non è in grado di svolgere il loro lavoro.

    Sono tutte chiacchere così come di chiacchere è ormai costituita con questi politici inutili e incompetenti la nostra povera nazione Italia. Vorrei vedere quanto incasseranno effettivamente con queste 1600 multe. Credetemi incapperanno soltanto i buoni e onesti padri di famiglia che per un motivo o un alto hanno sforato di 5 Km orari ill limite d 70. Il resto è noia.

    Ti dico che a Mondello si sono messi in Via Mattei, nascosti dietro la curva, in una strada che faccio da 30 anni e in cui non mi pare di aver mai visto tutta questa necessità dell’autovelox.
    Certo, poi a 200 metri, proseguendo per Via Giunone, posteggiatori abusivi e auto in doppia fila e davanti le case… Ma quello non conta.

    Poi si biasima chi scende dall’auto e giunto all’esasperazione prende il rilevatore di velocità e lo distrugge (v. notizie di qualche tempo fa).

    Mi viene da pensare ad un pezzo comico folkloristico del compianto Alamia e di Sperandeo: “… i nostri padri l’avevano detto, con questo governo sariam consumati. Paghiamo di tutto, paghiam contributi, a tassa na casa e sulla saluti, aumenta puru a tassa sui rifiuti, però scalanu a pensioni i quantu sunnu cuinnuti… e noi paghiamo 203 tasse….”

    Effettivamente, dato lo stato di benessere, alle “203” possiamo aggiungerle un altro paio di uscite alle famiglie in gran numero monoreddito e con contratti precari e poco remunerativi.

    La sicurezza stradale è una farsa, altrimenti metterebbero dei tutor che calcola la velocità media e in un tratto di strada, non gli autovelox nei punti strategici ove i limiti di velocità sono ridicoli in una strada come Viale Regione Siciliana.
    Questo è solo fare cassa. Stop.
    E a tutti quelli che diranno che i limiti sono così bassi perchè Viale Regione Siciliana è una strada urbana, rispondo che tale non si potrebbe definire visto che si trova sull’unico percorso agevole per collegare le autostrade.
    Si pensi piuttosto a riprendere il progetto della sopraelevata che colleghi direttamente la A19 con la A29.

    @piragna
    Purtroppo è così!

    Fleggo molti commenti in cui si paragona l’operato dei vigili addetti alla rilevazione della velocitá cob quello di rilevare una doppia fila o un abusivismo commerciale, ma cosa c’entra?
    Ripettare i limiti di velocita può aiutare a prevenire incidenti e sopratutto quelli mortali!
    Mi dispiace dire che purtroppo sono scarsamente segnalate le postazioni fisse di autovelox, si devono mettere in atto sistemi di segnalazione piú visibili almeno 100mt prima,(tabelle luminose, strisce e scritte sulla carreggiate ecc.) in maniera tale che l’automolista che eventualmente ha pigiato un po troppo l’acceleratore abbia il tempo di moderare l’andatura e cosi procedere ad una velocitá non pericolosa…. Ma così come sono segnalate oggi, il sospetto che servano principalmente per fare cassa, lo fanno venire.

    Se non servono a fare cassa che tolgano soltanto i puntri (come ha scritto un altro lettore), ma se così fosse gli autovelox sparirebbero per incanto(perchè spendere per qualcosa che non rende?) alla faccia della “preoccupazione” del capo dei vigili per la nostra incolumità. Per quanto riguarda le trappole sparse con macchine nascoste su tratti stradali con limiti assurdi ed impossibili da rispettare sembra di giocare a guardie e ladri ma chi sono gli uni e chi gli altri? Autorità ipocrite!!!!

    Ma che problemi ci sono? Andiamo piano e li votiamo così non vedranno un euro

    concordo in pieno roberto la multa arriva se non rispetti il codice ,andate piano e non beccate le multe

    Fare cassa ? andatelo a raccontare a chi ha avuto dei lutti in quella strada a causa della velocità

    @luca
    è esattamente quello che penso, d’altronde siamo un popolo di co….ni e pecoroni che si agitano solamente per i dibattiti e non siamo capaci, me per primo, a prendere a calci in c..o questi signorotti che palesemente ci prendono e ci lasciano per quel che siamo. Hanno rovinato un’Italia e perseverano e noi zitti.

    Siete mai stati a Montecarlo? La limiticittà e’ tutta video sorvegliata in ogni angolo. A palermo servirebbe questo per risolvere tanti problemi: dal posteggiatore abusivo, al venditore ambulante,dal furto alla rapina, dall’eccesso di velocita’ all’assicurazione scaduta, dall’abbandono dei rifiuti in genere e così via. Con un ordinanza comunale se sanzioni devono essere pagate entro 60 gg scaduto il termine scatta la confisca del mezzo di sua propieta’ o la detenzione in carcere senza attenuanti o agevolazioni. Nel caso in cui scatta la detenzione e il trasgressore non ha la possibilità di pagare il legale le spese dovranno essere sostenute dallo stato e il trasgressore deve accollardi altra detenzione. Qualcosa penso che cambi. Il comune e chi ruota attorno devono fare fronte ai propri doveri. Ricordandosi che la Sicilia e una regione a statuto speciale.

    Soprattutto ai cosiddetti “paladini” della legalità stradale. A costoro auguro di finire presto in una di queste trappole perché di trappole si tratta.Infatti il governo nazionale ha appena varato una norma che modifica il codice della strada che impone cartelli di preavviso almeno 300 metri prima degli autovelox per evitare appunto “agguati” messi li solo per far soldi e anche per scongiurare incidenti causati dalle frenate improvvise degli automobilisti che si accorgono all’ultimo minuto della presenza di questi rilevatori e senza guardare il tachimetro della loro auto frenano istintivamente. Il comune di Palermo dovrà subito adeguarsi perché senza questi cartelli le multe sarebbero nulle.Tornando ai sostenitori di questi ” bancomat pro Comune” spero siano “beccati” anche più volte. Certo costoro non supererebbero mai i limiti volutamente tanto sono rispettosi della “legalità” magari potrebbero distrarsi un attimo e superare involontariamente i 70 perché stanno rispondendo al cellulare con il viva voce oppure cambiano stazione alla radio oppure parlano con qualcuno che hanno in macchina ecc.ecc. Quando toglieranno al loro bilancio familiare qualche centinaio di euro per “regalarli” al Comune e perderanno qualche decina di punti sulla patente forse capiranno la vera ed unica utilità di queste macchine “mangiasoldi”

    @Nico
    Fare cassaaaaaaaaaaa!!! E’ tutto studiato a tavolino!

    Sono veramente patetici i pollici versi messi dagli “impiegati” di via dogali!!!

    Non c’azzeca niente con gli “agguati”!

    MA quale spirito di prevenzione! Ma a chi vuoi che gliene possa fregare?

    @Rosanero
    Se li segnalassero 100 mt prima non incasserebbero niente!

    Se no è per fare “cassa”….. perche non mettono i cartelli con scritta .. “oltre il limite di velocità c’è il ritiro della patente”

    Mi piacerebbe sapere se le autorità preposte al controllo contro l’abusivismo e l’evasione fiscale sono mai andati a verificare tutti quelli che da anni hanno fatto vendita fissa di frutta e verdura lungo la parallela a via S. Mediatrice, occupando abusivamente la sede stradale e marciapiedi e oltretutto il mancato rilascio di scontrini fiscali, alla faccia dei negozianti e di tutti coloro che sono tassati alla fonte. Andateci il sabato mattino e vedete quanta gente acquista frutta e verdura e non riceve lo scontrino.

    Via Rocco Jemma angolo via Bergamo – un fruttivendolo occupa abusivamente il marciapiede e una bella porzione di sede stradale da parecchi mesi, è mai possibile che nessun tutore della legge si sia accorto di ciò. Lo scontrino fiscale nemmeno a pensarci.

    Quali agguati? I limiti sono indicati con i segnali, proprio come i controlli elettronici della velocità. Si chiama VIALE, è una strada URBANA, se mettessero il limite a 40 km orari farebbero una cosa legale.

    Ad abundatiam io aggiungerei anche la fucilazione per chi sbaglia nonchè l’additamento al pubblico ludibrio per chi sbaglia. Certo che noi italiani siamo proprio strani: autolesionisti e sempre pronti a guardare gli altri in quello che sembra positivo tralasciando colpevolmente e vergognosamente quello gli altri hanno e noi no(occupazione, salari più alti, tassazione sensibilmente inferiore, benzina meno cara etc).Quando decidiamo di paragonarci ad altre nazioni facciamolo seriamente, in maniera critica e senza autoflagellarci. Meditate gente, meditate.

    Normanno,il ricavato delle multe dovrebbe servire per migliorare la sicurezza stradale non per l’equipaggiamaneto,straordinario,tasse o il budget del comandante per avere raggiunto il bilancio previsto come avviene anche in amat facendo uscire i mezzi fatiscenti.

    buona sera,ho leto parecchi commenti alcuni intelligenti alcuni perfettini,la verita’ che l’auto velox serve a fare cassa,servirebbe alla sicurezza qualora non si abbassassero i limiti per ovvie ragioni,se’ i limiti fossero equiparati alle auto di oggi ed al tratto di strada in questione,servirebbero se ‘ le tolleranze fossero a norma del codice della strada,invece sono messe ad hoc per fottere il prossimo ed i tachimetri,vi racconto una storia:passo da viale regina margherita in pronto soccorso quattro frecce clacson spianato io mia moglie emergenza dietro l’ambulanza ,i tre signori che mi hanno visto comodamente lasciano scattare lo stesso il foto fottitore,tanto che gli importa per loro potevo anche fingere!velocita’ da formula uno:66km contro 50,con una ciquecento(vecchia anni 90) e’ in effetti una velocita’ supersonica!!ho pagato perche’ avrei perso comunque il ricorso perche’ io ho fatto un percorso diverso dalla auto ambulanza per arrivare al cervekllo(l’ambulanza ha le sirene ed a preso dal centro!)morale oltre a fare cassa non hanno neanche un po’ di umanita’…mi dispiace per loro ma sono tutori di casta e cassa non di codice della strada,molto deluso…..alla faccia loro mio figlio sta male sempre ma adesso e’ casa.mi dispiace per loro ma cosi’ si ha sempre meno rispetto per le divise soprattutto la loro,peccato perche’ palermo non merita cio’…….

    @gianni
    Con questo sindaco ? Prima palermo invece era come zurigo, era nei primi posti della vivibilità e tutti circolavano con le biciclette e con i mezzi pubblici.Io non sono neanche un sostenitore del sindaco, ma voi siete veramente patetici nel criticarlo a volte.Ma pensate veramente che i palermitani siano scemi che non capiscano niente di quello che succede?

    @ ULISSE Se il Comune interviene cosa incassa: una saccata di legnate per i vigili .

    Una viabilità indegna . Una serie continua di limiti di velocità funzionali alla elevazione della sanzione pecuniaria . Voglia il cielo che di questo se ne possano avvelenare ! Ma quanti incidenti si eviterebbero ? Nessuno ! Sono come dracula , vogliono il nostro sangue . Il denaro che ci sudiamo ogni giorno . Lo sudano a mandare una multa !

    E’ SOLO una guerra tra chi cerca di fregare i cittadini e spillargli denaro con interventi MOLTO discutibili ed i cittadini che cercano di difendersi (poco) ! Non c’è nessuna altra ragione, NESSUNA! Tutto il resto è poesia allo stato puro!

    @Buon autovelox a tutti
    Stesso augurio da parte mia!!!

    Che c’entra, in questo caso c’è da lavorare e magari rischiare! Ma poi ti arriva la telefonata e devi rientrare, tanto vale occuparsi di altro! L’autovelox invece è un servizio di tipo umanitario, per il bene pubblico, per la nostra incolumità, per il nostro bene, cosa c’entra la cassa? Siete malo pensanti!

    @Roberto,credo che sia un un problema d’intelligenza (sicuramente anche coloro che la pensano come me,fare cassa, rispettano anche il codice oltre al limite)ma semlicemente la giustificazione banale al problema che non è certo viale Regione come i recenti fatti,putroppo,hanno dimostrato quindi, potenziassero il servizio in città anzichè fare solo cassa!

    @ioparlxme,come la povera Tania, altre persone sono decedute x lo stesso motivo in città non in viale Regione quindi,credo che il problema non sia dove hanno piazzato gli auovelox solo x fare cassa se, la notifica del verbale decorre dalla data dell’infrazione non dell’accertamento come confermato dal ministero dell’Interno con nota n16968.

    Ben vengano gli autovelox in Viale Regione Siciliana, però non si dovrebbe limitare, l’installazione di tali strumenti, a questa strada. Esistono altre strade a Palermo , altrettanto pericolose ( per esempio Via Basile, Via Lanza di Scalea ecc. ecc. ) dove non solo non vengono messi gli autovelox ma di vigili nemmeno l’ombra. Inoltre ha perfettamente ragione il signor “benny”, il ricavato delle multe serve per migliorare la sicurezza stradale ( per esempio riparare le buche delle strade) e non per pagare gli “straordinari” dei vigili o per colmare le voragini del bilancio comunale.

    A loro non frega nulla, hanno queste disposizioni, portare più soldi possibili, il tutto nascosto dal finto buonismo di limitare le velocità! Gli autovelox, posizionati con intelligenza ed obbiettività, segnalati doverosamente prima, le pattuglie dentro i furgoni visibili, beh, non portano niente!

    Anch’io vorrei vedere……si può?

    Qualcuno mi spieghi Perché l’autostrada è ” interrotta” dalla circonvallazione (?) Esempio di urbanistica postbellica forse unica nel suo genere e perché se devo raggiungere l’aeroporto internazionale devo circolare in un “viale”
    troppo trafficato che con il tram perde di spazio utile alla carreggiata?

    Servono a fare cassa gli autovelox mobili appostati in zone e in tratti in cui è assolutamente fisiologico superare i limiti: vedi 30kmh al sottopasso di città giardino.

    Per il resto gli stand alone piantati in v.le Regione Siciliana, dove su quasi tutto il percorso vige il limite di 70kmh, servono a fare da deterrente.

    Se superi i 70kmh, sapendo che vi sono le colonnine fisse, sei pollo e meriti -anche solo per questo- di ricevere multa e decurtazione di punti.

    Alla redazione di LIVE SICILIA.
    Voi che vi definite (e che penso siete) un giornale on line non asservito alle logiche politiche di questa città, perché non si fa una campagna di accertamento degli introiti delle multe soprattutto quelle ricavate dagli autovelox o dagli appostamenti illegittimi delle pattuglie dei vigili dietro cespugli o curve.
    Ma soprattutto come ho letto in alcuni commenti, visto che l’istallazione di nuovi autovelox serve come deterrente alle folli corse e non a fare cassa, perché non si tolgono le contravvenzioni onerose di centinaia di euro che vanno al comune e si lasciano solo i punti tolti nella patente…. io credo che se si facesse così…il comune non sarebbe così solerte a installare nuovi autovelox, perché parliamoci francamente al comune interessa solo fare cassa in maniera molto comoda, senza dover faticare e soprattutto fare il proprio dovere con i vigili nella lotta all’abusivismo, ai controlli dei posteggiatori abusivi, nelle triple file soprattutto in quartieri e zone di Palermo dove i signori vigili che fanno tanto i gradassi con i cittadini inermi, non mettono piede perché hanno paura.. siamo stufi di essere presi in giro da questa amministrazione che continua a vessare il cittadino senza svolgere un servizio e si trincera dietro il messaggio “cerchiamo di abbassare la percentuale di incidenti”.
    Portiamo avanti una campagna di protesta civile contro l’amministrazione, contro il comando dei vigili urbani, affinché si faccia luce su questa losca faccenda.

    @Belfagor
    Ma che dici?
    Percorro Viale Lanza di Scalea quotidianamente e gli autovelox, in entrambe le direzioni, ci sono quasi ogni giorno. Anche la sera. E la notte.
    E dire che c’è un limite di 50 km/h, ma la strada è a corsia unica, non ci sono immissioni dalla parallela e gli attraversamenti pedonali sono regolati da semaforo…

    la faccio due volte al giorno e tutte e due le volte mi tendo sotto i 70kmh. Di che parliamo? di quelli col SUV o la moto che mi sorpassano? Paghino e tacciano.

    .. non servono a fare cassa … limiti di velocita’ a 50 … una trazzera… buffoni

    @peppe
    e invece proprio a questo dovrebbero servire…. a fare prevenzione no cassa!

    gli ultimi che hanno provato a far sloggiare un abusivo le hanno prese di santa ragione…e dopo qualche giorno di nuiovo liberi!
    tutti bravi dietro una tastiera
    CERTEZZA DELLA PENA …altrimenti aria fritta

    basta rispettare i limiti….si evitano incidenti e si lascia a bocca asciutta il sindachello!!!

    8 Autovelox sono pochi, ce ne vorrebbero 100, in tutte le strade, anche in via Libertà e al foro Italico.

    @io pago tutto,se fosse tassa di circolazione…..invece e tassa di proprietà quindi,non è di loro competenza il bollo!

    @anna,spero ti becchino!!

    @nino,anche tu hai appreso da un amico vigile……..eh
    ?

    Purtroppo in quel punto passano molti conducenti “forestieri” che non sanno dell’esistenza dell’autovelox, quindi continuerebbero a sfrecciare senza rallentare con il conseguente pericolo di incidenti, qualora si riaprisse la rotonda.

    Il principio è che si deve andare a velocità moderata sempre, non soltanto nei punti con l’autovelox. Per questo trovo utile che vengano nascosti, la cittadinanza deve sapere che non ci sono tratti dove possono correre come i pazzi per poi inchiummare subito dopo dove c’è l’autovelox.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *