Violenta rapina a due turisti| Un arresto dopo l'inseguimento - Live Sicilia

Violenta rapina a due turisti| Un arresto dopo l’inseguimento

Un frame del video delle telecamere nella zona

In manette Nunzio Lo Gelfo, 25 anni. Il video della rapina.

PALERMO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – E’ stato arrestato subito dopo il colpo messo a segno ai danni di due turisti, un 25enne palermitano. Si tratta di Nunzio Lo Gelfo, che ieri in via Roma ha preso di mira una coppia di spagnoli appena scesa da una nave da crociera al porto, aggredendo e strappando la collana d’oro all’uomo.

Ad assistere alla scena un passante che insieme ad una donna si trovava nelle vicinanze ed ha cercato di impedire la fuga del malvivente: quest’ultimo li ha strattonati e si è svincolato scappando per le vie del centro storico.

A questo punto sono partite le ricerche in tutta la zona e i Falchi della sezione Contrasto al Crimine diffuso hanno individuato un uomo che corrispondeva alle descrizioni nella zona della stazione centrale. Lo Gelfo ha tentato ancora una volta la fuga, ma è stato arrestato dopo un breve inseguimento e la refurtiva è stata recuperata e consegnata ai legittimi proprietari.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    i Falchi rischiano e lo stato li rimette in LIBERTA’, COMUNQUE SEMPRE COMPLIMENTI ALLE FORZE DELL’ORDINE

    Ladro! Non ti vergogni di rubare agli anziani?
    Vai a guadagnarti il pane con il sudore della fronte, ladro!

    I falchi rischiano ma ci vogliono più controlli!!!

    Sicuramente sarà già a casa ,ai domiciliari,e tra qualche giorno ritornerà libero di scippare e rubare.Italia di m…a.Se invece questo “galantuomo” fosse stato buttato in una cella per qualche annetto,non dico tanto,sono sicuro che ci penserebbe a lungo prima di rifarlo.

    tutta colpa della ztl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *