Affari, guai giudiziari e sesso| Ecco chi era Massimo Pandolfo - Live Sicilia

Affari, guai giudiziari e sesso| Ecco chi era Massimo Pandolfo

Dove si annida il movente di un delitto tanto efferato? Carabinieri e magistrati scavano nel passato e nel presente di Massimo Pandolfo, ucciso con 40 coltellate.

l'omicidio di acqua dei corsari
di
40 Commenti Condividi

PALERMO – Una serie di processi terminati con l’assoluzione, altri ancora in corso, un passato sentimentale difficile e alcuni affari in corso nel settore dell’edilizia. Chi era Massimo Pandolfo, l’uomo massacrato a coltellate ad Acqua dei Corsari. E soprattutto dove si annida il movente di un delitto tanto efferato? La vittima è stata raggiunta da quaranta fendenti al corpo, mentre alcuni colpi di pietra ne hanno sfigurato il volto.

Il 26 aprile scorso Pandolfo è uscito di casa per non farvi più ritorno. La madre, con cui viveva dopo essersi separato dalla moglie, ne ha denunciato subito la scomparsa. Il telefono era stranamente spento. Per scoprire cosa sia accaduto si scava nel passato di Pandolfo.

Un passato pieno di tappe giudiziarie. Più volte è finito sotto inchiesta. Tre i processi più scottanti, dai quali, però, è uscito indenne. Il primo è datato 2000 e riguardava un furto telematico di 256 miliardi di lire. Soldi che rischiarono di essere trasferiti dalla tesoreria della Regione Siciliana in Emilia Romagna. La truffa fu sventata da un poliziotto infiltrato nella banda che aveva collegamenti con le famiglie mafiose della Noce.

Nel 2002 fu coinvolto in un’indagine per un presunto riciclaggio di auto di lusso. Macchine da sogno rubate sulla piazza di Milano e in Francia e rivebdute in mezza Italia a prezzi stracciati. Grazie a contatti diretti dentro le Motorizzazioni, la banda riusciva a dare alle auto una nuova verginità.

Un anno dopo il suo nome era inserito nell’elenco degli indagati per una nuova truffa telematica. Lo accusarono di fare parte della banda che tentò il colpo del secolo: rubare 1700 miliardi dal caveau informatico del Banco di Sicilia con un semplice clic. Ma l’incursione nel sistema, la prova generale della truffa, fu scoperta e il colpo andò a monte. Per tutti e tre i processi gli avvocati Paola Rubino, Giovanni e Ivano Natoli erano riusciti a provare l’innocenza di Pandolfo. Solo la mancata truffa ai danni del BdS è ancora pendente in appello assieme ad altri due procedimenti in cui la vittima è imputata di piccole ricettazione.

Dopo la separazione dalla donna che gli aveva dato un figlio, Pandolfo era tonato a vivere con la madre. Di recente aveva iniziato ad occuparsi di ristrutturazioni immobiliari. In particolare, stava lavorando al restauro di un antico palazzo nella zona del Papireto, nel cuore della Palermo vecchia. Che siano stati i contrasti nell’attività edilizia ad armare la mano del suo assassino? Un’ipotesi al vaglio dei carabinieri del Nucleo operativo e del Reparto territoriale guidati da Salvatore Altavilla ed Enrico Scandone. L’indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Maurizio Scalia e dal sostituto Geri Ferarra che non scartano l’ipotesi che l’omicida possa essere un uomo truffato da Pandolfo e andato su tutte le furie.

Un elemento certo in tutta questa brutta faccenda è la ferocia con cui la vittima è stata uccisa a coltellate e sfregiata a colpi di pietra. Sintomo di un forte risentimento personale. Pandolfo potrebbe essere stato ucciso da un’altra parte e il cadavere poi abbandonato fra le sterpaglie del Teatro del Sole ad Acqua dei Corsari. L’ipotesi più plausibile, stando ai rilievi dei carabinieri, è che sia stato assassinato sul posto.

E qui entra in ballo la pista del delitto maturato in ambienti segnati dalla deriva delle abitudini sessuali. Pandolfo potrebbe avere visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. O forse qualcuno, magari intento a gestire chissà quali traffici illeciti. In passato la vittima era finita sotto inchiesta anche con l’accusa di lesioni nei confronti di un uomo, il suo ex convivente. Inchiesta su cui, però, si era abbattuta la prescrizione.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

40 Commenti Condividi

Commenti

    aveva la collezione di precedenti e ancora se la spassava piedi piedi…che bella l’italia

    Io ho sempre molta fiducia in Leoluca Orlando!!! Tutti noi, dobbiamo capire tante cose in 10 anni a venire,Dopo lo scadere del primo Cittadino 10 anni fa di (LEOLUCA ORLANDO) L’antecedente Cammarata, che almeno io, lo solo visto in televisione, non ha fatto altro,che rovinare Palermo,facendo capire sempre che i soldi per coprire i salari, li trovava sempre, ma dobbiamo pure capire una cosa, dove trovava i soldi? ve lo siete chiesti mai? Appunto li trovava aumentando le tasse hai Cittadini di Palermo, ecco perchè oggi i Cittadini gettano sempre fango su noi GESIP, si è permesso il grande lusso di farci uscire dal Bilancio, non sò chi sopra lui l’abbia aiutato, ma possiamo immaginare.Nel suo percorso di Sindaco, non abbiamo visto altro che disagi, e tanti da rilasciarli al suo precedente Sindaco!!!(LEOLUCA ORLANDO) cosa volete adesso? che prenda una bacchetta magica per saldare 10 anni di rovina? Diamoci tempo, anche io ne ho dette di cotte e di crude a suo sfavore, ma oggi mi rendo conto di tante cose, e non solo il disagio GESIP, ma il disagio collettivo di tutte le Aziende che oggi sono a rischio. Orlando vai avanti, Roma si è costruita piano piano CIAO e AUGURI per il tuo percorso. da Massimo.

    puo’ essere che non hai letto sufficentemente..e quindi tu non abbia ben capito..era stato prosciolto da tutti i capi d’accusa..e comunque non si trattava di un omicida..mi chiedo..ma tu l’hai conosciuto ..o il tuo commento e’ solo per scrivere a tutti i costi qualcosa..cinico e inappropriato..ecco cosa penso io del tuo commento…attenti prima di giudicare!

    Scusate ma il SESSO del titolo? Cosa c’entra? O intendevate fare solo un grande effetto?

    ..Amen …avanti il prossimo ..

    ..un santo comunque non lo era lo stesso …a qualcuno li avra’ scassati i c……

    “deriva delle abitudini sessuali”? cioè?

    Io lo conoscevo bene, era un uomo eccezionale e molto buono .
    Io guarderei meglio la città di Palermo ….. Nella quale succedono ancora cose del genere
    Certi commenti sui precedenti li eviterei, e’ sempre stato assolto..!

    IGNOBILI I COMMENTI NEGATIVI..E’ COME SE VORRESTE DIRE CHE QUELLA FINE SE LA MERITAVA..NEANCHE UN ANIMALE MERITA DI FARE QUELLA FINE..CHE BELLA GENTE CHE C’E’ …VERGOGNATEVI!

    Resta comunque una povera vittima di un delitto efferato, qualunque eventuale reato abbia commesso in precedenza. Non è giustificabile MAI un delitto, peggio ancora se si infierisce!

    VERGOGNOSO…..SE ERA CADUTA IN PRESCRIZIONE XKE PARLARNE ….DOVETE SOLO VERGOGNARVI ….NESSUNO PUO PERMETTERSI DI PARLARE COSÌ DI UNA PERSO A CHE NN SI CONOSCE….GUARDATEVI DENTRO.

    Persona eccezionale sempre disponibile

    Conoscevo Massimo, Di tutto quello che leggo, il 95% e’ falso.
    Massimo era un ragazzo vivace, vero, amante del bello e delle belle donne…
    il giornalista, di quale EX CONVIVENTE PARLA???
    La famiglia di Massimo e’ rispettabilissima, quindi, adagio coi giudizi e a scivere INFAMIE

    Notizie giornalistiche 99% false: Massimo Pandolfo era un bravissimo ragazzo, gentile, disponibile e rispettoso. La famiglia molto seria e rispettabilissima!!!!!!!Senza scrivere cose infondate!!! Ti vogliamio bene Massimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    famiglia di persone molto per bene:Massimo era una ragazzo meraviglioso!!!!!!!!!!!

    Conoscevo anch’io Massimo, ha commesso parecchie schiocchezze, si è unito a persone non limpide ma non ha mai UCCISO nessuno.Come hanno scritto sopra, amava la vita, anche a costo di commettere errori importanti. Era attaccato alla madre e al figlio. Non capisco perchè avrebbe meritato di morire come un cane, anzi peggio. La sua famiglia ha atteso notizie per una settimana, non sapendo quello che era successo. Penso a quello che ha provato Massimo quando ha visto la cosa gli stava accadendo, se ha provato dolore , se è morto subito o. Mi chiedo cosa hanno detto al figlio . Cosa penserà di suo padre, ucciso in questa maniera. Spero che i magistrati che si occuperanno del caso, vogliano farlo seriamente e senza pregiudizi; un omicidio è un omicidio, al di la che sia stato uccisa una persona onesta o un rubagalline.

    Filosofo e amico, oggi non c’è più dignità neanche nel ricordo per le persone scomparse.
    Chi lo conosceva sapeva che persona disponibile e gentile era.
    Pace alla sua anima e alla gente che apre bocca solo per fare aria.
    Riposa in pace

    Conoscevamo Massimo perché un nostro cliente avevamo arredato casa sua,persona seria educata disponibile,affettuosa e con un grande cuore.le notizie che scrivono i giornali non corrispondono alla realtà.Riposa in pace e che venga fatta giustizia.Addio Massimo

    Parole sagge e di senso “morale e di UMANITA’ !” Conoscevo Massimo da circa 27 anni..quando aveva poco più di 20 anni ed è sempre stato un giovane di grandi valori sia umani che di grande rispetto per il prossimo. Quanto scrivono e dicono di Lui senza limiti alla dignità ed al senso di pudore…è alquanto blasfemo !! Se in questo mondo si verificano dei fattori delittuosi, lo si deve ad una società che è un vero colabrodo sia in senso morale che istituzionale: in questi ultimi 20 anni “NON HO MAI VISTO un politico di primo piano che ne ha fatte e continua a farne di cotte e di crude agli occhi sia del popolo che delle stesse istituzioni che molte volte “sono cieche! “. ADDIO MASSIMO- Riposa in pace !!

    Scusa tanto…ma, mi viene il serio dubbio che tu sia stato rapito per qualche tempo dai marziani !! che C… c’entra il tuo discorso con la morte di Massimo??

    Hai ragione Giulia ! Massimo era un ragazzotto sempre disponibile. Purtroppo le frequentazioni di un certo tipo…lo hanno portato a fare una morte orribile !
    Non lo vedevo da oltre 10 anni ma, questa triste notizia mi ha sconvolto tanto. ADDIO MASSIMO !

    Purtroppo i palermitani si riconoscono anche qui, anzi non si smentiscono mai partendo dal titolo ad effetto che cerca visibilità in una manciata di click i scrivendo la parola “sesso” lì dove non c’è nessuno attinenza evidenziata…passando poi per alcuni commenti scritti qui,che mi hanno spinto ha rispondere, dove emerge un senso quasi di giusta uccisione o vendetta su una persona che non si conosce tutto ciò è abberrante e vomitevole e fà riflettere sulla superficialità delle persone pronte a giustiziare gli altri anche da morti ed essere indulgenti con se stessi…conoscevo Massimo ed era un’uomo come tanti altri non certo un Santo ma un’uomo che viveva dandosi da fare potrebbe essere discutibile ma certo non ha ucciso nessuno e c’è molta gente che ha fatto cose più sgradevoli e non ha avuto giustizia…alla fine è sempre uscito assolto…prima di parlare o sparlare siete pregati di pesare le parole. MDM .

    Ogni volta che ci vedevamo o sentivamo mi diceva sempre di quant’era felice e grato di essere vivo e in salute e di quanto del resto se ne fregava,e mi diceva di pregare,lui lo faceva sempre…per questo sono convinto che il suo posticino in paradiso ce l’avrà…provo un forte dolore per questa perdita e per le infamie che leggo!Caro Massimo dovevamo rivederci ad agosto quando tornavo a palermo ma una tragedia non lo permetterà mai più,ma ti prometto che verrò a pregare sulla tua tomba!TI VOGLIO BENE tuo Tano

    Conoscevo Massimo..amante della vita ma uomo fragile…sicuramente solo in mezzo a tanta gente. Persona disponibile, affabile ed amiciaro. Padre splendido ed attento..con valori forti e cristiani. Riposa in pace, caro massimo…sicuramente ti sei trovato nel posto sbagliato in un momento sbagliato…chissà. Addio.

    Scusate ma dopo i commenti che ho letto non potevo che dire la mia , visto che anche io ho avuto il “piacere” di conoscerlo .
    L’unica cosa che mi viene in mente è dire che probabilmente è stato il suo essere “troppo per bene ” un uomo buono come è stato definito da alcuni commentatori a fargli fare la fine che ha fatto .
    Ovviamente il tono del mio commento è assolutamente ironico .
    Non giustifico la violenza in nessun caso ma per favore chi ha il coraggio di ritenersi un suo amico o conoscenza abbia la decenza di tacere !

    ti voglio bene!!!!! Riposa in pace!!!!!!!!!!!!!!

    è stato il mio primo amore…un gigante buono…..uomo dolcissimo e premuroso….un amico su cui si poteva contare….un uomo di cultura…ricordo quanto fosse amorevole col figlio…forse il suo essere bisex lo ha portato a certe conoscenze un pò discutibili ma chi non ha peccato scagli la prima pietra…io lo ricorderò sempre con tanto amore…ho vissuto solo momenti meravigliosi con lui…tutti possiamo sbagliare qualcosa ma di certo non meritava una fine così orribile….non era neanche lontanamente una persona cattiva….amava la vita e i suoi piaceri ma sempre nel totale rispetto di tutti…dio ti accolga fra le sue braccia tesoro <3

    Un uomo dolcissimo, un amico, un padre meraviglioso, un figlio affettuosissimo. Riposa in pace Massimo.

    c’e solo gente malata in giro che sanno commentare le disgrazie delle persone ma per favore non scrivete cattiverie altrui se usate il pc per scaldarvi le mani evitate… riposa in pace angelo buono -:)

    Davanti ad una morte così atroce e gratuita qualunque rancore dovrebbe sparire,qualunque cosa ti abbia fatto,tu sei ancora vivo lui no,quindi quella decenza di cui parli usala!facile sputare veleno su chi non si può difendere…vergognati!

    Ciao Eva, non conoscevo il signor Massimo, ma conosco persone che lo hanno molto al cuore e vedo al sofferenza nei loro occhi. Sicuramente ci sono troppi punti oscuri nella vicenda e nessuno merita di fare una fine simile, troppa efferatezza nell’accanirsi su un uomo. Sicuramente il ragazzo non era solo…

    L’ironia è assolutamente fuori luogo

    caro massimo mi manchi tantissimo per me tu eri e rimarrai una persona splendida!!!!!!!!!!!

    :,( Era il mio ragazzo quando avevo 16 anni. Mi ricordo quando mi veniva a prendere a casa con la macchina mi dedicava canzoni e mi riempiva di regali. Siamo stati insieme 2 anni. Eravamo bellissimi e giovanissimi. Povero Massimo, era un bravo ragazzo.

    Mi piaceva quando recitava la livella

    Io lo conoscevo bene, quello descritto da quest’articolo non era il mio amico Max, grande personalita’ buono e gentile con chi aveva bisogno, aveva sempre una parola di conforto per tutti, e per quel che riguarda i precedenti nelle vicende giudiziarie non so se sapete leggere….. ASSOLTO. Addio amico mio.

    Caro massimo mi hai conosciuto quando avevo 18 anni.. mi dicevi sempre d star attento in giro la Notte..ti ho incontrato in disco il sabato prima Della tragedia al solito tuo mi schiacciavi l occhio e un cenno con la testa..mi spiace immenzamente.. ed e inutile mettere infamie sul tuo passato.. la realta e che non hai trovato CIO che cercavi..ma ennesimi delinqueti di merda di cui palermo di Notte e ultimamente piena…. riposa in pace… Pedro!

    Massimo come stai oggi???Una tigre caro sto ringiovanendo!!!Questa era la sua risposta giornalmente quando ci vedevamo….non era sicuramente un santo,ma chi lo è al giorno d’oggi!!PEr un amico,un esempio,una persona di cui potermi fidare….ti voglio bene Massimo…riposa in pace tigre…

    Nessuno poteva conoscerlo meglio di me !!! Era una brava persona pr certi versi ma terribile per altri !!!! Io ho passato 2 anni di inferno prendendo tutto quello che avevo di piu caro!!! La mia innoccenza e la mia libertà! ! Crescendo posso solo dire che mi dispiace e che era solo un povero uomo in cerca di giovinezza nei ragazzini che raccoglieva lungo il suo cammino !! E purtroppo io feci parte anche di quella carne da macello era cosi che lui chiamava i ragazzini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *