Agrigento apre lo spezzatino di A2 |Trapani-Barcellona: confermarsi - Live Sicilia

Agrigento apre lo spezzatino di A2 |Trapani-Barcellona: confermarsi

Le gare delle formazioni siciliane impegnate nel campionato di Serie A2.

0 Commenti Condividi

PALERMO – Una domenica di basket senza soste per le siciliane di A2: lo spezzatino inizia alle 14.15 con Agrigento, nel big match di giornata in casa della capolista Scafati, e si chiude alle 20 al PalaConad di Trapani, dove i granata di coach Ducarello cercheranno di mantenere viva la striscia positiva tra le mura amiche contro una Virtus Roma in continua ascesa. Nel mezzo, alle 18.15, Barcellona va a cercare il colpaccio a Casale Monferrato, nella speranza di portare a casa la seconda vittoria consecutiva e punti pesanti per staccarsi dal treno delle ultime, attualmente composto, oltre che dall’Igea, da Biella, Reggio Calabria e Omegna.

Scafati è il primo grande ostacolo al cammino quasi perfetto lontano dal PalaMoncada (quattro vittorie e una sconfitta) per una Fortitudo che può avvicinarsi ulteriormente alla vetta. I campani, attualmente primi in solitaria a quota diciotto, si trovano a quattro punti di distanza dalla squadra di coach Ciani, che vuole ridurre le distanze in classifica: “Scafati è la prima in classifica, questo riassume nel modo migliore le difficoltà della partita. La Givova è la squadra che finora ha dimostrato grande consistenza e continuità di risultati secondo le previsioni e le aspettative, una volta vista la costruzione della squadra. Una squadra che ha giocatori e obiettivi importanti. Tirano con percentuali eccellenti, 4 volte su 11 è andata oltre i 100 di valutazione, ha sempre vinto anche partite difficili con autorità, anche avendo vantaggi molto consistenti. Scafati non è Mayo e Simmons, ma anche Portannese, Loschi e Baldassarre. I primi 8 sono giocatori da quintetto, sarà, dunque, un’avversaria difficilissima. Inoltre torniamo a giocare davanti alle telecamere di Sky: questo porta alla mente ricordi belli della scorsa primavera, è una presenza che dà enfasi e importanza a quello che per la classifica è il big match della giornata. Abbiamo avuto l’ok per reinserire Piazza con cautela, dobbiamo rispettare questo. Si allena con noi e già questo contribuisce alla crescita della qualità degli allenamenti, oltre a rappresentare un aspetto emotivo importante. Come spesso accade in queste situazioni si corre il rischio che tutti abbassino la soglia dell’attenzione, ma è ovvio che Alessandro non può essere al 100%: deve riprendere ritmo del gioco, confidenza con il sistema, feeling per la partita, cose che due mesi di inattività hanno inevitabilmente coperto di polvere”.

Dopo l’ennesima sconfitta in trasferta, Trapani cerca di restare agganciata al treno d’alta classifica mantenendo inviolato il PalaConad. Sfida difficile contro una Roma in salute, tornata in scia per un posto ai playoff, come conferma coach Ducarello: “Abbiamo passato una bella settimana di lavoro. Eravamo delusi e arrabbiati dopo la partita di domenica scorsa, quindi l’intento era trasformare questo stato d’animo in tensione nervosa da spendere in palestra. La squadra si è allenata in maniera dura e intensa, quindi mi ritengo soddisfatto. I nostri prossimi avversari sono guidati da un allenatore che conosco bene, dal momento che abbiamo lavorato insieme l’anno scorso a Varese, e che ritengo essere in assoluto uno dei più bravi d’Italia. A tal proposito, credo che il merito di questo ottimo momento di Roma sia senza dubbio dei giocatori, ma per una buona fetta anche del loro coach. Per noi, la prossima contro Roma sarà una sfida importante, nella quale vogliamo mettere in campo una reazione innanzitutto emotiva. L’approccio alla gara, pertanto, sarà fondamentale. La nostra squadra è fatta da atleti in possesso di un grande potenziale e starà a ognuno di noi dare il massimo per convertirlo in un rendimento costante, sempre al servizio del gruppo. Invito il pubblico trapanese a venire a sostenerci domenica sera, perché non sarà una partita semplice e avremo bisogno del supporto da parte di tutti”.

A Barcellona, infine, dopo il successo casalingo contro Latina, è tornata la speranza per una rimonta in classifica. I giallorossi restano ultimi, seppur non da soli, e sono chiamati ad un’impresa sul campo di Casale: “Casale Monferrato tende ad abbassare i ritmi e giocare tutti i 24 secondi, eseguendo bene gli schemi- ha dichiarato il lungo Dario Cefarelli- Si conoscono benissimo tra di loro, quasi a memoria, dal momento che Martinoni, Blizzard e Tommasini giocano da molto tempo insieme. Sono una squadra molto difficile da affrontare. Stiamo preparando la partita soprattutto tatticamente bene in difesa. Andiamo lì e cerchiamo di fare bene per prenderci i due punti. Siamo ancora arrabbiati per quelli persi a Rieti e abbiamo voglia di rifarci. Il coach ha voluto fare quest’amichevole soprattutto per preparare alcune difese, specialmente in uscita dai blocchi e per provare alcuni schemi nostri”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *