Akragas, depositata l'iscrizione in C | Alessi: “Un atto d’amore per la città” - Live Sicilia

Akragas, depositata l’iscrizione in C | Alessi: “Un atto d’amore per la città”

La svolta arriva negli ultimi giorni prima della scadenza: come una manna dal cielo, alcuni imprenditori decidono di entrare in società.

calcio - serie c
di
0 Commenti Condividi

AGRIGENTO – L’Akragas parteciperà alla prossima Serie C, in quello che si preannuncia come il girone della Sicilia, con ben 6 squadre della trinacria. Ad annunciare la svolta, dopo giorni di delusione da parte di tifosi e dirigenza, è il presidente Silvio Alessi: sarà ancora lui, insieme con Marcello Giavarini, imprenditore italo-bulgaro che ha già salvato la società lo scorso anno, a fare uno sforzo economico non indifferente per fare quello che lui stesso chiama “un atto di amore alla città di Agrigento”. “Sono stato combattuto perché non volevamo fare morire questa creatura – spiega in sala stampa Alessi – io e Giavarini abbiamo passato più di una notte insonne ma attorno a noi due c’è stato il silenzio assoluto, nessuno, a parte i tifosi intervenuti con un sit-in, ci hanno sostenuto, fino alla scorsa settimana”.

La svolta arriva però negli ultimi giorni prima della scadenza per l’iscrizione, quando, come una manna dal cielo, arrivano degli imprenditori che decidono di entrare in società, a patto che l’iscrizione alla serie C sia stata già effettuata. “Negli ultimi due giorni qualcosa si è mosso tra soci che vogliono entrare e con sponsorizzazioni, questo però con la promessa che noi dovevamo depositare l’iscrizione – continua Alessi –. Ci siamo iscritti al campionato decidendo di fare questo ulteriore passo, un passo che ci carica di responsabilità. Abbiamo voluto ridare ai tifosi questa squadra, abbiamo compiuto un atto d’amore nei confronti di questa città, nonostante abbiamo ricevuto negli anni promesse non mantenute e false illusioni”.

Trovati i soldi per l’iscrizione, ci sono adesso altre scadenze come quella della fidejussione, che dovrebbe essere pagata dai nuovi imprenditori: “Giorno 5 e il 7 luglio ci sono altre scadenze. Ci aspettiamo qualcosa da queste persone che ci hanno contattato in questi giorni. Oggi c’è bisogno che si uniscano tutte le forze per togliere tutte le nuvole che sono apparse attorno all’Akragas. Abbiamo mantenuto l’iscrizione e la serie C, con uno sforzo economico. Abbiamo compiuto un passo importante. Oggi vogliamo crederci ancora una volta – ripete ancora Alessi – oggi abbiamo fatto un grande atto di amore nei confronti di questa città, adesso ci aspettiamo che tutto si concretizzi. Giavarini si è detto disponibile a dare un segnale per l’ultima volta. Mi auguro che ancora una volta non veniamo lasciati soli. Ora dobbiamo pensare alla fidejussione”.

L’identità dei nuovi imprenditori rimane ancora un mistero, che verrà svelato solo a cose fatte, nei prossimi giorni. Un mistero rimane anche la prossima squadra, che comunque avrà sempre un’età media bassa, per valorizzare i giovani. Dopo l’iscrizione, Alessi chiede aiuto e uno sforzo anche all’amministrazione, che dovrà impegnarsi per sopperire alle spese per la gestione dell’Esseneto, e contribuire alla costruzione dell’impianto di illuminazione: “Domani incontrerò il sindaco per illustrare i problemi da risolvere – conclude Alessi – aspetto dal primo cittadino qualcosa per l’impianto sportivo”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.