Alan Kurdi, si sblocca l'impasse |Trasferimento sulla Rubattino - Live Sicilia

Alan Kurdi, si sblocca l’impasse |Trasferimento sulla Rubattino

Naufraghi sull'imbarcazione della Tirrenia per la quarantena

Migranti
di
21 Commenti Condividi

PALERMO – Sono terminate le operazioni di trasferimento sulla nave Rubattino, della società Tirrenia (ora Compagnia Italiana di Navigazione), delle 146 persone che si trovavano a bordo della Alan Kurdi. Le operazioni, avvenute a largo del porto di Palermo, si sono svolte sotto il coordinamento tecnico della Guardia Costiera di Palermo. Il trasferimento dalla Alan Kurdi al Rubattino è avvenuto a seguito dell’affiancamento delle due navi. La sicurezza delle operazioni è stata garantita dalla presenza in area di mezzi navali della Guardia Costiera, tra cui la nave Diciotti, che ha messo in mare due battelli con a bordo i soccorritori marittimi della Guardia Costiera e personale sanitario Cisom. Le operazioni hanno visto la presenza di una motovedetta della Guardia di finanza, nonché la partecipazione dei servizi tecnico-nautici portuali. La nave Rubattino sosterà per tutta la durata della quarantena a circa un miglio dal Porto di Palermo con personale della Croce Rossa Italiana a bordo che garantirà la necessaria assistenza sanitaria. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

21 Commenti Condividi

Commenti

    Un doveroso e sentito ringraziamento da parte di Paola De Micheli al quale mi associo anch’io, da sempre convinto sostenitore che coloro che fuggono dall’Africa per fame e guerre vanno salvati, senza se, senza ma e malgrado il coronavirus.

    Non ne possiamo davvero più di questa buffonata. Le Ong si portino gli immigrati nei loro paesi d’origine invece di sbarcarli tutti in Italia caricandoli sui contribuenti italiani stremati dal coronavirus. Basta, non ne possiamo più.

    Il trasbordo dei migranti dall’Alan Kurdi alla Rubattino per trascorrervi la quarantena è, oltre che una brillante idea, una di quelle operazioni che danno lustro all’Italia.
    Tolto un breve periodo in cui un parvenu intendeva far dimenticare agli italiani di cosa fossero capaci se qualcuno in mare rischiava la vita, il nostro governo e alcuni amministratori siciliani, oggi, impartiscono una vera lezione di umanità.
    L’Italia fa la sua parte, e l’Europa?

    Si informi. Andranno in Germania. Il suo portafoglio è salvo

    Dalla Von Der Leyen e dalla UE, tanti italiani, si aspetterebbero che dopo la sentenza della Corte Europea 2017 586 del 2017, dalla quale si evince quanto siano aberranti il regolamento di Dublino e le direttive sull’asilo ecc., gli EUROPEI venissero protetti dai ricatti della Turchia di Erdogan, dalla Libia e dal mondo intero, inserendo nei trattati europei la RISERVA GEOGRAFICA EUROPEA SULL’ASILO, dato che il diritto di asilo e’ diventato oggi, arma di invasione, di ricatto e di sopraffazione dei cittadini che lo subiscono!!?? RISERVA GEOGRAFICA EUROPEA come esiste in Turchia, a tutela di tutti, e inoltre anziche’ il GLOBAL COMPACT prevedere il diritto di asilo esercitabile solo in campi ONU ognuno nei propri continenti e a spese internazionali!!??

    L’umanità va bene,ma la pietas per i cittadini palermitani deceduti,e sballottati non si sa dove?non ne parla nessuno.

    BRAVO SIA DA ESEMPIO. CACCI FUORI I SUOI FIGLI SA CASA SUA E SE LI ACCOLGA IN SENO.

    questa barzelletta costera’un milione di euro sottratti alle famiglie italiane che non possono sfamare i bambini una vergogna di stato

    che schifo povera Palermo

    I ministri in fretta e furi hanno emanato un decreto per impedire alla Alan Kurdi di approdare in Italia perché “porto non sicuro”, disponendo che i migranti fossero sbarcati nel paese di bandiera della nave (Germania). Adesso che sono su una nave Italiana, indovinate dove li sbarcheranno, nel rispetto del Decreto?

    Presto finirete nel nulla,da dove siete arrivati…sinistra fallimentare,il cancro del paese,altro che coronavirus……dovreste morire dalla fame per capire,che lucrare con chi ha bisogno è una delle cose più brutte della vita…….ma presto sparirete!

    Veramente vergognoso,in un periodo in cui stiamo rasentando la povertà,gente che ha perso il lavoro,famiglie che non possono più dare da mangiare ai propri figli,uno stato fallito che promette aiuti,ma non da nulla,si inventa l’assistenza con le navi crociera,pagando milioni di euro al giorno……ma non vi fate schifo?.Ma cosa avete nel cervello,al posto del cuore……falsi ipocriti buonisti….vi piace lucrare e mangiare su questi poveri disgraziati………

    il governo sta tirando troppo la corda e a forza di tirare la spezzeranno e non vorrei che gli italiani si rivoltassero in massa.

    Arturo intanto primi 149 ci costeranno 20.000 euro ciascuno al mese, rileggi i costi di affitto e sommali ai costi collaterali, (valgono 60.000 buoni pasto da 50 euro per i palermitani), poi, al momento di andare in Germania sorgeranno problemi perchè è già successo, i malati dovranno rimanere con noi non potendo essere ricollocati e il suo portafogli sarà sicuramente salvo, il mio credo di no.

    forza clandestini ancora 800 posti letto liberi nella nave,affrettatevi a prenotare tutto gratis paghiamo noi italiani,ma ha da passa’a nuttata diceva de filippo

    Ma se sono stati 12 giorni sulla Alan Kurdi, e se la quarantena dura 14 giorni, per pochi giorni si poteva farla terminare sulla Alan Kurdi e procedere immediatamente alla redistribuzione.
    Qua gatta ci cova.

    Quindi per te è corretto che gli altri paese non hanno voluto fare attraccare la nave e quindi li prendiamo noi, li facciamo salire sulla Rubattino che chiaramente non effettuerà il proprio lavoro e quindi pagheranno i siciliani. Giusto che chi fugge dalla guerra debba essere accolto.

    RISPONDA GIACOMO alle mie perplessità….e se mi dimostra il contrario sarò con LEI ….ATTENDO !!
    -L’Europa ha chiuso le frontiere (provi Lei ad andare da qualche parte e ci racconti e dimostri il contrario )
    – L’Italia non è un porto sicuro (tranne il termine lo si usa e interpreta a uso e costume )
    -L’italiano è segregato in casa e deve avere la giustificazione anche per fare la spesa sotto casa
    – Non si capisce perchè si multa (GIUSTAMENTE) una coppia italiana beccata in macchina in aperta campagna con sanzione amministrativa + penale e si lascia indisturbato un immigrato che si spoglia nudo in pubblico e aggredisce le F.O.
    – Non si capisce come in un Paese con milioni di disoccupati si possa proporre di regolarizzare i clandestini per farli lavorare….
    – Non si capisce perchè l’Italiano deve fare domanda per avere una casa ed aspettare anni…mentre gli immigrati occupano interi palazzi e sono giustificati dal “hanno diritto ad una casa”
    – In un paese dove nelle piazze regna la delinquenza e gli spacciatori sono il 90% immigrati
    QUESTI SONO I RISULTATI DELL’INTEGRAZIONE???
    MI RISPONDA ….E SE LE COSE STANNO DIVERSAMENTE ALLORA CHE BEN VENGA L’ACCOGLIENZA

    Per questo ennesima svendita al mecato di terza mano scadente dobbiamo solo ringrazione i M5S chi altri senno?

    Ma la redistribuzione c’è davvero o è una presa in giro per tenerci buoni?

    gianmaria, lasci perdere le incongruenze tipiche dei paesi comunisti, non si è accorto che da 9 anni governano anche quando perdono le elezioni? Se mai riuscissimo a votare, (ma non ci credo più), loro avranno due tre milioni di voti dai clandestini ai quali hanno promesso un lavoro e una casa o meglio ancora un reddito comunque. Adesso non fare più domande, non ci sono risposte democratiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.