Allarme maltempo, emergenza in Sicilia| Scuole chiuse e strade interrotte - Live Sicilia

Allarme maltempo, emergenza in Sicilia| Scuole chiuse e strade interrotte

UNA NAVE E' RIMASTA INCAGLIATA A SIRACUSA
di
0 Commenti Condividi

Scuole chiuse, strade interrotte, una nave cisterna incagliata sugli scogli vicino a Siracusa. Sono questi alcuni degli effetti dell’ondata di maltempo che sta flagellando la Sicilia da 24 ore. Si susseguono gli interventi dei vigili del fuoco chiamati per rimuovere cartelloni pubblicitari divelti e alberi sradicati dal forte vento che soffia in Sicilia con punte fino a 100 km all’ora in quasi tutti i centri abitati. Al lavoro anche gli uomini della capitaneria di porto che stanno soccorrendo i 19 componenti della ”Gelso M”.

La nave cisterna, che e’ vuota, si trova inclinata sul fianco sinistro con la prua in direzione Siracusa. A provocare l’incidente sarebbe stata la forte mareggiata, con mare Forza 8 e vento fino a 40 nodi. Le raffiche hanno provocato danni ingenti anche alle serre della fascia che da Vittoria si estende sino a Pozzallo. Per evitare altri disagi i sindaci hanno chiuso le scuole a Catania, Messina, Enna e Siracusa. L’allerta meteo diramata dalla Protezione civile regionale prevede nubifragi. Nella citta’ dello Stretto e’ stata disposta anche la chiusura di tutti gli uffici pubblici. Interruzione della corrente elettrica a Cassaro (Sr) e Caste di Judica (Ct). Al porticciolo di San Leone ad Agrigento, gli ormeggi delle imbarcazioni hanno ceduto, scaraventandole sugli scogli. Piu’ di un centinaio le chiamate arrivate, in poche ore, ai vigili del fuoco. Fermi i collegamenti con le isole minori.

A Lipari la banchina di Sottomonastero e’ nuovamente invasa dai marosi. Il mare e’ forza 8 e i collegamenti con la terraferma sono interrotti. A Ragusa, un muro dello stabilimento di cemento ‘Ancione’ e’ crollato ed ha reso non percorribile la strada provinciale che collega Marina di Ragusa al capoluogo. In provincia gli altri danni si segnalano in contrada Quartarella a Modica dove un capannone e’ stato interamente scoperchiato dal vento, mentre a Pozzallo, nella nottata, nei pressi del porto, un palo della luce e’ stato abbattuto dal forte vento e ha danneggiato diverse autovetture. Infine a Scicli i danni maggiori sono stati causati da alcuni massi che si sono staccati da un costone roccioso finendo in strada e distruggendo un garage.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *