Antenna al centro di San Nullo| "Quartiere megaripetitore" - Live Sicilia

Antenna al centro di San Nullo| “Quartiere megaripetitore”

La VI Municipalità, in collaborazione con gli abitanti della zona, ha indetto per domani un sit-in contro l’installazione dell’ennesima antenna nel quartiere. L’assessore Santagati: “Istituiremo un comitato per controllare il proliferarsi dei ripetitori nel territorio etneo”

 

 

 

 

insorgono i cittadini
di
10 Commenti Condividi

CATANIA – A San Nullo torna l’incubo ripetitori. A pochi mesi dall’installazione, nettamente contrastata dai cittadini e dalla municipalità, di una mega antenna per telefonia mobile, il quartiere si ritrova di nuovo a fare i conti con la problematica. E se a maggio era toccata all’area adiacente la rotatoria sita alle spalle del PalaGalermo, stavolta la location “prescelta” interessa una zona ancora più centrale.

“Si tratta – commenta a Live Sicilia Catania Sebastiano Anastasi, presidente della VI Municipalità – dell’ennesima e assurda installazione. L’area in cui verrà piazzata l’antenna dista solo poche decine di metri dalle abitazioni. Stiamo parlando precisamente di via San Nullo, all’altezza del civico 59/A, un punto che farebbe atterrire anche lo scienziato più fervente sulle teorie della non diretta nocività delle onde elettromagnetiche prodotte dai ripetitori”.

E in effetti, ancora oggi, non esistono veri e propri studi atti a confermare la relazione tra i campi elettromagnetici generati dalle stazioni radio e l’insorgere dei tumori nella popolazione. Quel che rimane certo, però, è che San Nullo si prepara a venire presto ribattezzato dai cittadini il quartiere “megaripetitore”.

“Nella mia circoscrizione – spiega Anastasi – di antenne accertate, se ne contano già 28 e se aggiungiamo pure le ultime installazioni arriviamo a quota 30. Cifre esorbitanti se teniamo presente che, città come Bari, ne possiedono di ugual numero ma solo nel complessivo. Per tali motivi – conclude il presidente della VI Municipalità – abbiamo indetto per domani un sit-in di protesta, in collaborazione con numerosi cittadini legittimamente allarmati, per sensibilizzare l’opinione pubblica e l’amministrazione su questo scempio”.

Una richiesta di aiuto che sembra essere stata già accolta da Carmencita Santagati, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Catania, Carmencita Santagati.

“Ho indetto per la prossima settimana – spiega a Live Sicilia Catania – una conferenza di servizi con l’Arpa e l’avvocatura comunale per vedere se è possibile ancora intervenire sul caso, tenendo presente che la richiesta di installazione aveva già ricevuto il parere favorevole dell’agenzia regionale protezione ambiente mesi addietro. Per il futuro – conclude l’assessore – sarà effetuato un catasto degli impianti presenti nel territorio e organizzeremo un comitato con gli organi preposti atto a controllare le installazioni, che rimangono comunque nel pieno rispetto delle normative vigenti”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Santagati si accorge di quanto sta accadendo nel suo quartiere sempre in ritardo. Tiri fuori gli attributi e faccia il diavolo a quattro per bloccare l’ennesimo scempio: San Nullo, e in particolare la zona dove dovrebbe essere installata l’ennesima antenna, ha una concentrazione di ripetitori scandalosa. Voi di Live Sicilia venite a filmare la situazione: è evidente che a Catania nessuno controlla e che l’Arpa si vende al miglior offerente….
    Gli abitanti del quartiere stiano a presidiare la zona per impedire i lavoro, costi quel che costi

    ANASTASI SVEGLIATI ! NON HAI PORTATO A CASA ALCUN RISULTATO: ARRIVI SEMPRE IN RITARDO, NON INCIDI SU NESSUNA DECISIONE. LA SITUAZIONE DI SAN NULLO E’ SCANDALOSA E PERICOLOSISSIMA

    Rispetto come è sacrosanto e doveroso il commentocritica di Nino ma trovo il tutto abbastanza sterile,ingeneroso e un po’ qualunquista;non arrivo in ritardo cerco di arrivare sempre immediatamente appena posto a conoscenza del problema,in questo caso,anche avertito dai cittadini più vicini al sito,non appena sono iniziati i lavori visto che tra l’altro fino a due giorni fa non era stato neanche affisso il relativo cartello di avvio lavori;non incido non per cattiva volontà,pigrizia,strafottenza,corruzione o altro ma sol perchè le normative vigenti non cosiderano la municipalità quale ente che debba esprimere un parere o da interpellare su queste questioni,anche se comunque ci si è espressi sempre in più modi e nelle dovute sedi con la TOTALE CONTRARIETA’ a questo e altri siti; non sono sveglio ma SVEGLISSIMO visto che sono stato io a più riprese a lanciare l’allarme sul fatto che il nostro territorio possa e stia divendando UN QUARTIERE MEGARIPETITORE,appurando il reale numero di antenne che sommessamente e senza clamore sono già state installate,avvisando con casarecci manifesti,sms,mail o semlicemente parlando, gli ignari cittadini,convocando tutti gli organi di stampa locali e regionali,promuovendo poi per questo specifico caso,visto le esperienze passate, insieme ai cittadini una raccolta firme per un esposto di CHIAREZZA da inviare stavolta all’Autorità Giudiziaria,ai Ministri alla Salute e Ambiente,agli Assessori Regionali alla Salute e all’Ambiente,al Prefetto di Catania oltre i canonici organi comunali competenti;ci stiamo già rivolgendo ad un legale esperto in reati ambientali per eventualmente intentare anche una causa oltre che a farci dare dovuto sostegno legale;da questa antenna stiamo cercando di sollevare un caso VI municipalità,un caso Catania per quanto riguarda l’inquinamento eletrromagnetico di questi ripetitori,parlando anche di legislazione nazionale carente!Se Nino conosce fatti circostanziati e precisi su comportamenti immorali nell’ARPA li denunci insieme a noi alla Procura Etnea o anche alla vicina stazione Carabinieri di via La Ferlita,firmi anche lui la petizione aiuti il territorio liberamente anche con altre iniziative diverse e magari migliori,più efficaci delle nostre!
    Mi rincresce che non ci sia stato neanche un riferimento nel commento di Nino ai propietari sannullesi che hanno affittato il terreno al gestore per l’installazione dell’antenna,meglio scaricare su Anastasi,meglio scaricare su chi a differenza di altri è presente e tenta, sicuramente con mille difetti e con probabilmente poche capacità, d’impegnarsi per il territorio,anche se capisco che il ruolo impone di sorbirsi la lettima rabbia della gente.Per quanto riguarda i mancati risultati portati a casa non ritengo opportuno e giusto utilizzare questo spazio e questa delicata questione per adeguatamente e abbondandemente replicare,invito solamente Nino a venirmi a trovare presso la sede della VI municipalità di via Galermo 254 dove carte alla mano,quindi ben visibili e non taroccabili,alla presenza di funzionari super partes,avrò il piacere,anche di fronte ad opportuna web cam,di dialogare sui tanti risultati conseguiti,comprese le questioni più spicciole e banali,ma anche sui tanti problemi irrisolti,sui risultati non conseguiti,avendo la serenità di poter dimostrare sempre tanta buonafede,tanto ma tanto lavoro,mostrando inequivocabilmente le VERE responsabilità di chi in oltre 30 anni non ha mai decentrato risorse finanziarie e umane verso le municipalità,impedendo in modo IRRESPONSABILE la possibilità a Presidente e Consiglieri Circoscizionali di dare IMMEDIATA EFFICACIA SUGLI INTERVENTI DA ESEGUIRE SUI TERRITORI CIRCOSCRIZIONALI,di poter SEMPRE E SUBITO DARE ADEGUATE RISPOSTE AI CITTADINI,ovviamente con le dovute responsabilitàe capacità richieste da una simile gestione.
    Grazie Sebi Anastasi

    Ma la Santagati vive a San Nullo o nella VI Municipalità?Non mi sembra,perchè invece non aiutiamo i cittadini più esposti a questa nuova antenna contribuendo economicamente per la scelta di un avvocato di grido ferrato in materia,l’ARPA si vende al “miglior offerente” FUORI I NOMI E LE DENUNCE!!!Basta di affidarsi agli altri,basta di fare lo scarica barile,basta ai consigli e alle lamentele generiche, mettiamoci in prima linea,denunciamo,lavoriamo per la nostra salute o non sappiamo neanche essere egoisti?

    è facile scaricare la colpa pensando a chi avrebbe dovuto fare…piuttosto si dica invece”io nel mio piccolo cosa posso fare?” oggi io ero lì nel mio piccolo ho detto la mia protesta…cerchiamo invece di sostenere chi porta avanti LA NOSTRA BATTAGLIA NEL NOSTRO QUARTIERE per cui sostengo sebastiano come portavoce di tutti noi

    Ringrazio il Presidente della VI Municipalità di Catania, sig. Anastasi Sebastiano, per l’attenzione mostrata riguardo all’istallazione di un nuovo ripetitore in via S. Nullo. Sicuramente il suo impegno dovrà essere supportato dalla partecipazione di tutti noi abitanti del quartiere che con senso di responsabilità civile dobbiamo vigilare sulla salubrità ambientale, nostra e dei nostri figli ai quali abbiamo l’obbligo etico di lasciare un mondo pulito. Non possiamo scaricare la responsabilità della lotta ad una sola persona, tutti noi siamo i protagonisti di questa civile battaglia.

    Conosco da poco il presidente Anastasi ma ho sempre visto il suo impegno ad affrontare i problemi del quartiere in maniera personale , anche perche’ la sua e’ una delle famiglie storiche di San Nullo e lui stesso vive nel quartiere. Purtroppo la’ dove ci sono interessi economici non sempre la buona volonta’ riesce a fare giustizia, abbiamo a che fare con un colosso economico che gurda in faccia solo i profitti e non le persone. Sara’ molto dura, ma penso che la cosa migliore sia che ognuno di noi faccia la propria parte senza andare a strumentalizzare con divagazioni che non hanno nulla a che fare con il problema in questione. Qui si tratta della nostra salute e non di un fatto estetico e mentre noi divaghiamo loro agiscono a tempo record.

    Certo che ci vuole coraggio a fare quello che hanno fatto!!! Persone ignobili!!!. Dai Anastasi, noi lottiamo al tuo fianco, e dobbiamo farcela!!! Per noi e per il futuro dei nostri figli!!!. Anastasi continua così!! Grazie!

    L’assurdità di questa situazione ha dell’incredibile…purtroppo criticare a priori non porta a nulla, quindi bisogna lottare, con ogni mezzo a nostra disposizione, per cercare di risolvere questa pericolosissima situazione, e supportare l’importantissimo operato del Sig. Anastasi, che sta facendo di tutto per risolvere questo gravissimo problema!

    Io sono indignata principalmente con i proprietari del terreno.Ci sono persone che hanno rifiutato la stessa proposta in nome della salute pubblica !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.