Arcuri l’uomo forte| Nuovi assessori sotto esame - Live Sicilia

Arcuri l’uomo forte| Nuovi assessori sotto esame

Il sindaco ha annunciato un nuovo rimpasto a fine 2014, mentre cambiano gli equilibri in giunta. Ecco chi sale e chi scende.

il retroscena
di
33 Commenti Condividi

PALERMO – Una decisione improvvisa, attesa da tempo ma che ha sorpreso un po’ tutti per la repentinità. Leoluca Orlando spariglia ancora una volta le carte e, lasciando di stucco i suoi assessori, procede a un rimpasto che politicamente avrò un peso notevole per il prosieguo della sindacatura. Perché la rivoluzione della giunta, che vede dopo due anni dall’elezione cambiare ben quattro assessori su dieci e la delega di vicesindaco che passa da Cesare Lapiana ad Emilio Arcuri, non è di certo di poco conto, soprattutto se si considera che a fine anno si potrebbe assistere al bis.

Ormai da mesi si vociferava dell’intenzione del primo cittadino di rimescolare le carte, ma finora si legava il valzer di poltrone alla nomina di Francesco Giambrone come sovrintendente al Teatro Massimo: una casella lasciata vuota che avrebbe spinto il Professore a rivedere la sua squadra di governo. Peccato però che Giambrone sia ancora al suo posto di assessore alla Cultura e che da Roma non abbiano sciolto le riserve né su Palermo, né su Firenze: i tempi dovrebbero essere ormai imminenti, ma la decisione del sindaco di rompere gli indugi non attendendo più la mossa di Franceschini la dice lunga sullo stato delle cose a piazza Pretoria.

Non è un mistero per nessuno che il sindaco fosse scontento dell’operato di una parte dei suoi assessori: dal crollo della Vucciria al caos dell’Edilizia privata con tanto di indagine andata a vuoto, dalla vicenda apetaxi finita con una denuncia alla Procura della Repubblica contro il consiglio comunale a movida e dehors, con tanto di commercianti sul piede di guerra e sospensive dei tribunali. Per non parlare del verde cittadino, non sempre impeccabile, e della raccolta rifiuti. Insomma, un bilancio poco roseo che ha finito con l’influire negativamente sia sui rapporti con Sala delle Lapidi che su quelli con la città, con il gradimento dei cittadini nei confronti dell’amministrazione calato drasticamente. Insomma, una barca in tempesta a cui il sindaco adesso prova ad aggiustare la rotta attraverso un rimpasto per certi versi di peso.

Al di là di Giovanna Marano, sindacalista Cgil e candidata della sinistra alle ultime Regionali che dovrà riuscire lì dove un imprenditore ha fallito, e la cui presenza segna un’ulteriore apertura del sindaco verso quest’area politica, sorprende l’assenza di uomini del Pd e soprattutto di Giuseppe Lupo. Una scelta ben ponderata, quella del sindaco, che pure alle prossime Europee sosterrà il candidato dell’area Dem Giovanni Barbagallo, come verrà spiegato ai consiglieri orlandiani nel corso di un incontro convocato per lunedì alle 18 a villa Niscemi. Il Professore ha deciso, per il momento, di non aprire ufficialmente a nessuno dei democratici, anche se il dialogo con il premier Renzi va avanti spedito. E c’è chi è pronto a giurare che l’ingresso in giunta di qualche esponente Pd potrebbe essere solo rimandato, visto che per gennaio il sindaco ha annunciato la formazione della nuova squadra che affronterà i restanti due anni e mezzo.

E qui sta l’altra novità del giorno. Il sindaco non ha solo messo alla porta alcuni assessori, ma ha anche messo in mora chi è rimasto: ieri il primo cittadino non è stato affatto tenero con i suoi, dando loro una strigliata in piena regola. Tutti sotto esame, quindi, con voto finale previsto per fine anno. E così ieri sono state elencate anche le priorità: sei mesi per rimettere mano al recupero della Favorita, del patrimonio immobiliare per l’emergenza abitativa, dell’economia. Sei mesi al termine dei quali ci sarà probabilmente un nuovo rimpasto con clamorose bocciature.

Altro dato che salta all’occhio è il nuovo uomo forte della giunta, ovvero Emilio Arcuri. L’ennesimo ritorno al passato, direbbe qualcuno, anche se si tratta di un “usato” di qualità a cui adesso verranno affidate le chiavi dell’amministrazione. Perché Arcuri non è soltanto l’anima più rappresentativa della Primavera degli anni Novanta, non è solo un amministratore di esperienza che è stato vicesindaco per sette anni, ma è anche un politico di peso che, a differenza di qualche collega tecnico, saprà battere i pugni sul tavolo e rimettere in riga qualche assessore troppo disattento. Non è un caso che Orlando gli abbia affidato la delega di vicesindaco che, nonostante gli annunci di rotazione, è rimasta per quasi due anni saldamente nelle mani di Lapiana. Vince quindi l’asse di Arcuri con Fabio Giambrone, vero deus ex machina del rimpasto.

CHI SALE… Oltre ad Arcuri, che si occuperà di Lavori pubblici e privati, Centro storico, protezione civile, Cantiere, finanza di progetto ed Edilizia privata, trovano spazio in giunta la Marano, cui verrà affidata oltre alle Attività produttive anche la delega al Lavoro, e due tecnici come Pippo Gini e Franco Maria Raimondo, rispettivamente all’Urbanistica e al Verde. Le deleghe saranno ufficializzate solo lunedì, ma sembra che la Mobilità non andrà a Gini: possibile un suo conferimento a Giusto Catania. Gini si occuperà quindi di Urbanistica (ovvero il nuovo Prg), mari e coste. Arcuri prende il posto della Bazzi, di cui era comunque considerato lo sponsor politico, e rispetto alla quale amplia che le deleghe con l’Edilizia privata, Raimondo prende il posto di di Barbera, Gini quello di Giuffrè (ma non interamente) e Marano quello di Di Marco.

…E CHI SCENDE Al di là dei defenestrati (con Barbera che si è detto “offeso” per la scelta di Orlando), due sono gli assessori che sembrano uscire ridimensionati dal rimpasto: Cesare Lapiana e Luciano Abbonato. Due che, è bene ricordarlo, nell’ultimo valzer di deleghe erano invece apparsi come i punti cardine della squadra di governo e tra i più vicini al sindaco. Lapiana perde la fascia di vice e si occuperà di sport e del coordinamento delle aziende. Abbonato, invece, secondo quanto detto da Orlando, perderà le competenze su Direzione generale e Sviluppo organizzativo che andranno al sindaco, cui resterà anche il Personale. Sotto accusa anche la gestione del Patrimonio. In uscita dalla giunta pure Giuffrè, vincitore della cattedra alla Kore di Enna e che aveva presentato le dimissioni già da qualche giorno. Secondo alcune voci era da qualche tempo in freddo col sindaco per l’affidamento alla Bazzi della delega alla finanza di progetto.

AMG Rimane vacante, per il momento, il posto di presidente all’Amg. A fare le funzioni sarà Antonio Rera, che compone il cda insieme a Mario Li Castri.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

33 Commenti Condividi

Commenti

    Sara il vento di primavera…

    Avevo capito che il Sindaco eletto era Orlando…evidentemente avevo capito male perché’ a quanto pare il Sindaco e’Giambrone….quest’ultimo al povero Orlando potrebbe dare qualche incarico…!

    La verità e che siccome non ha più maggioranza cerca nuovi assessori e nuovi voti all’interno del consiglio per andare avanti……..

    Del resto uguale ai principi della matematica.
    La proprietà commutativa, la quale afferma che cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia….
    La proprietà associativa, la quale afferma che sostituendo due addendi con la loro somma il risultato non cambia…..
    Palermo schifo facecva prima, e schifo farà dopo…

    ..o di qualche soffio che ha sul collo e che diventa sempre più incalzante!

    Questa nuova giunta, per chi non l’avesse ancora capito, è l’ulteriore conferma di quanto siamo fortunati noi palermitani ad avere un grande Sindaco come Leoluca Orlando.

    Skriller pensa io vorrei essere invece sfortunato! Anche io ci credevo ma Orlando non è più lui. Aveva promesso in campagna elettorale di risolvere ed affrontare alcuni problemi ed invece non ha fatto nulla. Questa è la triste e amara realtà!

    Coraggio, vicesindaco.Gli immobili fatiscenti del centro storico li ritroverà esattamente come li aveva lasciati. Dunque, nella lotta impari tra noi (privati cittadini) e Lei (che reggeva il centro storico) abbiamo avuto ragione noi..E la differenza sta , principalmente, in questo: NOI ABBIAMO RISANATO; I (suoi) CATOI COMUNALI-STRENUAMENTE DIFESI- SONO RIMASTI OCCUPATI E CROLLANTI ( ogni anno cade un solaio). La parola RISANARE le dice qualcosa? Si? Allora faccia un bella passeggiata , rigorosamente a piedi, dalla Cattedrale al Tribunale, guardando a destra e a manca : ne vedrà delle belle e, FORSE, le verrà voglia di fare qualcosa. AUGURI.

    Geniale come capita ai liberi, un lettore definì qui Giambrone, un impiegato delle poste, ‘l’eterno tirapiedi’ di Luca.

    Una sola ragione, Luca, una sola che non sia la follia, per avere un sergente di questo livello.

    credo che Skillex stia solo facendo una triste ironia. La verità è che ad andarsene doveva essere Orlando, una assoluta delusione, responsabile di tutti gli errori fatti dai suoi assessori, ai quali non ha mai dato alcuna autonomia operativa.

    Orlando cerca solo di scaricare su altri il suo fallimento e di ritrovare uno spazio politico. Lui , il Sindaco, NON LO SA FARE! Non ha alcuna idea di come si amministri una città. Quanto alla politica, che si vada a chiudere in un ospizio o in un monastero. E’ FINITO!

    una volta veniva saibo scibetta quì a osannare luca, ora ci sei tu skrillex ? 😀

    Quando parlate di Fabio Giambrone, sciacquatevi la bocca. Tutta invidia la vostra!

    Non si capisce come mai lo abbiamo capito tutti tranne lui….. O lo sa anche lui?!

    Caro Orlando, adesso capisci quanto male ti sta facendo quest’uomo (F. Giambrone)?… Si è infiltrato in tutti i tessuti dell’amministrazione comunale, partecipate comprese, e comanda per tuo nome! Se lo sai e ti sta bene allora meriti di andare a casa! Non se ne può più’ di clientelismo chiamato sotto falso nome di “riorganizzazione aziendale”!

    Arcuai uomo forte…..ma de che???:)))

    Giuffrè e Bazzi …………………….finalmente a casaaaaaaaaaaaa
    era ora ……………..
    SCARSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    Ci sono anch’io: forza Luca!!!!!!

    Sindaco orlando ma quale rimpasto del cacchio. Ma se non sei capace di spostare neppure il funzionario condannato dalla corte dei conti per colpa grave per la vicenda mercatini mineo e ancora in servizio alla protezione civile con le stesse mansioni e incarichi per cui e stato condannato. Sindaco orlando devi cambiare chi sa e fa finta di non sapere e deve vigilare e impartire sanzioni e non lo fa all’interno della tua amministrazione.

    Non è vero.La Bazzi ha risanato il suo quartiere!

    A mare siamo ..ah ah ah ah ah ah ah chiu scuru i mezzanotte un po fare .anche questi andranno via .dobbiamo solo aspettare

    dice il redattore “…. scontento dell’operato di una parte dei suoi assessori: dal crollo della Vucciria al caos dell’Edilizia privata con tanto di indagine andata a vuoto ….” certamente se le indagini vengono eseguite dagli stessi funzionari e dirigenti dell’ufficio sotto inchiesta (leggasi Vadalà e &)? che sperava il sindaco di trovare qualcosa? e continuando, che speranze ha il sig. sindaco di svincolare l’edilizia privata da anni di oblio affaristico non cambiando e ruotando tutto il personale (così come promesso) che da venti e più anni fa il bello e cattivo tempo? per non parlare dell’ufficio del condono edilizio che è sorretto da funzionari che non vogliono sentire parlare di rinnovamenti per tenersi legati alle poltrone che danno, se non di meno, decoro? e quei pochi che vorrebbero attivarsi sono tacciati di fannullonismo? e che commento fare che le competenze sono state spostate al settore urbanistica mentre tutto il resto archivio compreso è rimasto in carico al settore edilizia privata? ma a che gioco giochiamo? per non parlare degli altri settori tecnici come i lavori pubblici!! o lo stesso ex centro storico!!! che l’unica cosa che hanno appreso è farsi i c…i loro? purtroppo facendo solo proclami (cosa che riesce benissimo a Orlando) non approderemo mai a nulla. Vero comunque risulta che non si poteva andare avanti con personaggi (?) come la Bazzi e Giuffrè ma il ricambio non credo che pagherà molto.

    PER QUALCUNO UN BUON AMMINISTRATORE DI UNA CITTA ‘ COME PALERMO,DEVE AVERE LE VISCERE INATTACCABILI DA QUALSIASI AGENTE PATOGENO,RIMANERE COERENTE E ANIMATO DA FORZE SCONOSCIUTE,ENTRO QUEL POTERE DELLA MENTE
    FORMANTE VISIONI MAN MANO REALI,STUPEFACENTI,EPPERO’,IN QUALCHE INCREDIBILMENTE VERE !
    MI PARE CHE I POLITICI DELL’ATTUALE PANORAMA REGIONALE,NON ABBIANO CHIAREZZA DI INTENTI,E CIOE’ COGNIZIONI MISERE,DI COSA FARE PER SUPERARE
    LE ATTUALI CRITICITA’ ECONOMICHE CHE CI ATTANAGLIANO!!
    E MI FERMO ALLA QUESTIONE DEL LAVORO,ALLE CONDIZIONI DELLE FAMIGLIE DI
    PALERMO,AI ( HAIME’ ) GESTI DISPERATI ,PURTROPPO NON ISOLATI,COLPISCONO
    IN MANIERA FISICA IL POPOLO DEI PALERMITANI.
    SOLO UN POLITICO-INTELLETTUALE PUO’ ESPRIMERE I PENSIERI DELLA SUA CITTA’,
    VIVERE PER ESSA,RICONDURLA DAL NOBILE PASSATO ALL’ATTUALE DI CITTA’ DEI POPOLI,LAVORARE ALLA SOLUZIONI MIGLIORI PER TUTELARE SERVIZI E BENI CITTADINI.
    DEL DOPO ,SI VEDRA’,INTANTO IMPARIAMO A ESSERE PALERMITANI !

    Resto dalla parte di Orlando. A mio parere rappresenta alla grande la cittadinanza palermitana. Non vedo alternative.

    Hanno fatto ciò che si poteva in questo periodo di crisi nera. La bacchetta maggica non ce l’ha nessuno!

    forza sindaco orlando !!!! tu il sindaco lo sai fare,,,,, chissa’ quale sara’ alle prossime elezioni il nuovo spot …… orlando il sindaco degli immigrati, oppure orlando il sindaco dei matrimoni gay, orlando re della doppia tassa sulla spazzatura, ecc,ecc, io credo che nessun sindaco prima di te era riusciuto ad ingannare ed offendere un intero popolo…..

    Carlo prima di dire inesattezze….informati …il Mineo che dici tu non è funzionario ….è un ex assessore della giunta cammarata …capito…. informati.

    giuseppe il rosso e saibo…devo dire i loro nomi o avete capito tutti chi sono questi due ? fate un giro su fb

    ma il cattivo sapore mi torna sempre su 😀 ahahahahahah!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *