Ars, il Consiglio di presidenza: | "Stop a scatti per gli stabilizzati" - Live Sicilia

Ars, il Consiglio di presidenza: | “Stop a scatti per gli stabilizzati”

Gli 85 dipendenti perdono gli aumenti che scattavano dopo 15 anni di anzianità e da quel momento ogni 5 anni.

La decisione
di
23 Commenti Condividi

PALERMO- Il Consiglio di presidenza dell’Ars ha votato a maggioranza l’abolizione delle fasce per il personale cosiddetto “stabilizzato” a disposizione dei gruppi parlamentari. Contrari alla delibera Franco Rinaldi ed Anthony Barbagallo del Pd, astenuto Nino Oddo, mentre i voti favorevoli sono stati quattro; assenti gli altri componenti del Consiglio. Gli 85 dipendenti dunque perdono gli aumenti che scattavano dopo 15 anni di anzianità e da quel momento ogni 5 anni. La delibera sarebbe stata approvata dopo aver acquisito un parere dell’Avvocatura dello Stato.

Salvi invece i dipendenti esterni dei gruppi, grazie a una variazione di bilancio che consente all’Ars di recuperare i fondi necessari a coprire la spesa, buco che aveva messo in difficoltà l’amministrazione di Palazzo dei Normanni. Gran parte di questo personale esterno è stato assunto prima dell’approvazione della legge sulla spending review, che ha concesso una ‘finestra’ salvando i contratti in essere, stipulati dai gruppi parlamentari, ad eccezione del Pd e del Pid, utilizzando le risorse del cosiddetto contributo unificato, che dal primo gennaio di quest’anno non può più essere usato per assumere personale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

23 Commenti Condividi

Commenti

    ALTRI SOLDI BUTTATI? ARDIZZONE GRANDE RISPARMIATORE? VEDREMO COSA PENSA LA CORTE DEI CONTI.

    Vergogna immane!!! Tutti a casa!?

    Ma la Corte dei Conti dov`e`?

    La Corte dei Conti dove si trova ?m

    Bravo Signor Presidente,di bene kn meglio .Ci vedremo e ci ricorderemo di lei alle prossime elezioni.Vergogna.

    Ma dov`e`la spending review del Presidente Ardizzone! Invece di salvaguardare il personale interno che lavora li da tanti anni.toglie liro gli scatti di anzianita`e garantisce il posto di lavoro agli esterni sino a fine legislatura!Ma a cosa SERVONO? In Ars ci sono bravissimi funzionari ed altrettanto bravissimi dipendenti dei gruppi stabilizzati! Verogna! Al voto al piu` presto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!??

    Si.si.ne vedremo delle belle! Rideremo dopo,non vi preoccupate!!

    Questa spending revieuw SERVE PER FIGLI E FIGLIASTRI, VERO SIGNOR PRESIDENTE? A casa

    Occorrevano altre 50 persone in Ars!!! Le altre sono persone inutili!!! Vi aspettiamo tutti alle prossime elezioni!! Speriamo che andiate a casa al piu` presto con questi “accattoni” reclutati da poco!!!!!!!!!

    Speriamo di votare al piu` presto!! Cosi`sr ne vanno tutti a casa e non vedremo e sentiremo tutti questi scempi! Vergogna

    Vergogna ,tutti a casa.Si vede che si avvicinano le Elezioni.Andatevene a casa!

    Sl avvalgono di esterni .si perche il personale interno non basta!se no i soldi come si spendono? Alla faccia della spending review!!

    Di nuovo la guerra fra poveri? Invece di prendervela con quelli cui spetta decidere per difendere i diritti che giustamente rivendicate…

    Ci sono tante persone preparate come tanti emeriti nullafacenti tanto nei gruppi quanto nel resto dell’ARS.

    Questa volta il consiglio di presidenza ha toppato. È inammissibile che in periodo di spending review, siano prelevati soldi pubblici per pagare altro personale che non serve assolutamente a nulla, viste le professionalità già esistenti, sia tra i dipendenti dell’ARS che tra quelli stabilizzati! Questo è solo clientelismo!
    Siete tanti Cetto La Qualunque!

    Infatti “lavora li da tanti anni” senza aver vinto un concorso e godendo di scatti che chi vince i concorsi nemmeno sogna!
    Bbonu ficiru!

    Concorsi pubblici per titoli ed esami, Cosa ?????????? non conosco questa strana parola……………………ma oggi nell’era dei Manage’r si assume per semplice sensazione epidermica, mi piaci sei stabilizzato non mi piaci fatti un Concorso pubblico………………………

    Bravo ardizzone e company, sei un grande uomo ed un grande presidente. semplicemente vergognoso!!!

    complimenti per i tagli alla spesa, vi ricordo che é semplice colpire i deboli. Ma ad ogni azione c’ é sempre una reazione.

    è pazzesco: si tolgono gli scatti di anzianità previsti da tutte le leggi sul lavoro, si modificano i contratti a tempo indeterminato senza nessuna concertazione con i sindacati, si tagliano gli stipendi anche del 50% alla parte più debole di tutto l’impianto lavorativo dell’ARS (ai deputati no, ai megafunzionari no, ai direttori galattici no), e cosa fanno questi emeriti scienziati? danno i soldi per pagare centinaia di galoppini elettorali travestiti da consulenti.
    Madonna mia, siamo alla follia pura e pure si vantano di essere grandi risparmiatori. Presidente Ardizzone, per quanto mi riguarda sei l’emblema vivente dell’incapacità gestionale camuffata da finto acume politico.
    Sono di Messina e me lo ricorderò alle prossime elezioni, stia tranquillo.

    E poi, togliere (bloccare) gli scatti di anzianità per tutti tranne che per gli esterni, non so fino a che punto sia legale.
    Infatti, se risparmio vuoi che ci sia, deve esserci per tutti, non solo per qualche fesso, altrimenti diventa solo una questione di simpatie ed antipatie, cosa assai illegale.
    Ciao

    Vergogna IMMANE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Ardizzone sei veramente un mito, nn esistono aggettivi per definire il tuo operato. pensa si studia per definire il tuo operato, passerai sicuramente alla storia, per il perfetto operato affine alla esperienza ed alla sapienza. buon lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *