Arte contemporanea |a Ragusa e Palermo - Live Sicilia

Arte contemporanea |a Ragusa e Palermo

Una nuova galleria d'arte contemporanea nel cuore di Ragusa, l'inaugurazione de "Le stanze bianche" a Palermo e ancora tante performance al Sicilia Queer Filmfest.

Mostre
di
0 Commenti Condividi

La Sicilia orientale si riconferma una realtà attenta e sensibile ai linguaggi del contemporaneo, e non soltanto ai suoi splendidi tesori storici e naturalisti, inaugurando un nuovo spazio espositivo. Nel cuore della città di Ragusa, a piazza San Giovanni, infatti, apre per la prima volta le porte (sabato 9 giugno, alle ore 19) la galleria Clou – Circolo d’arte contemporanea di Antonio Dipasquale e Simona Modica. A segnarne la nascita – e sottolinearne la direzione artistica– è la mostra “Prima Linea”, curata da Cecilia Freschini, che coinvolge artisti siciliani (Rosario Antoci, Claudio Cavallaro, Gaetano Longo, Sebastiano e Mortellaro) e internazionali (Chen Hangfeng, Aleksandra Jarosz Laszlo, Girolamo Marri e Marika Vicari) con l’obiettivo di creare uno scambio dialettico fra territori differenti.

Sempre in settimana, giovedì 7 giugno per la precisione, anche il capoluogo palermitano propone l’inaugurazione di un nuovo ‘contenitore’ dedicato all’arte: Le stanze bianche, associazione culturale di via E. Albanese 100. Madrina e protagonista del vernissage è l’attrice Barbara Tabita, che con la personale “T-if” – che segna l’esordio della galleria – si presenta in una nuova e inaspettata veste, quella di fotografa. Scatti rubati, immagini curiose, a volte bizzarre e senza mai pose né ritocchi scandiscono l’iter espositivo, in cui osservazioni visive, come appunti di un personalissimo viaggio, tessono le trame di un racconto.

Inoltre fino al 7 giugno si possono ancora vedere le diverse mostre organizzate in occasione del “Sicilia Queer filmfest, festival internazionale di cinema glbt e nuove visioni” che chiude la sua seconda edizione proprio giovedì. All’interno del ricco e articolato programma del festival si segnalano, infatti, la mostra fotografica di Alessandra Rosciglione presso il foyer del Cinema Rouge et Noir, “Vieni anche tu con noi”, e le installazione di Igor Scalisi Palmintieri e Alli Traina, “TransustanziazionE #2”, al Bar Libreria Garibaldi (quest’ultima fruibile fino al 10 giugno). E infine, “Abbiamo un problema: Collages” del collettivo catanese CANECAPOVOLTO presso la Galleria Francesco Pantaleone, che comprende un gruppo di lavori realizzati tra il 2011 e il 2012 ispirati all’omonimo film documentario che, affrontando il tema dell’omosessualità, indaga le origini del pregiudizio o della diffidenza ad esso connesso.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *