Articolo 37, Armao:| "I conti non tornano" - Live Sicilia

Articolo 37, Armao:| “I conti non tornano”

Gaetano Armao

Gaetano Armao avanza perplessità sull'annuncio di Crocetta relativo all'articolo 37 e invita alla prudenza. Caso Serit: "Non c'è niente di nuovo, io ero già intervenuto".

parla l'ex assessore all'economia
di
17 Commenti Condividi

PALERMO – “Il negoziato che abbiamo condotto con lo Stato per le risorse del federalismo, che vale circa 9 miliardi di euro, dopo due anni di lavoro era pronto ad essere definito entro la fine dello scorso anno, ma è stato incredibilmente abbandonato da Crocetta sino a quando l’esito delle elezioni nazionali (evidentemente non corrispondente alle aspettative) non ne ha imposto la riapertura”. Comincia così una nota su Facebook dell’ex assessore all’Economia Gaetano Armao che esprime scetticismo sull’annuncio dell’applicazione dell’articolo 37 dello Statuto siciliano, comunicato ieri dal presidente della Regione.

Armao allega una documentazione dalla quale emerge che l’attuazione del solo articolo 37 “può offrire gettito per oltre 200 milioni. Da informazioni assunte dopo il Consiglio dei ministri di oggi – dice Armao – la concessione ottenuta dal Governo Crocetta dovrebbe portare al bilancio regionale 2013, al meglio, neanche 50 milioni. C’è qualcosa che non quadra. Aspettiamo di leggere le norme e non i comunicati o peggio ancora i proclami, ma la vicenda ha tutta l’aria di essere una partita di giro del tutto ininfluente sul fabbisogno finanziario per il riequilibrio”.

Armao commenta a Livesicilia anche il “caso Serit”. Parlando delle consulenze d’oro della Serit, in conferenza stampa Rosario Crocetta non ha scoperto molto di nuovo secondo l’ex assessore. Già nel 2010 in effetti il mensile S aveva scritto degli elevati costi per consulenze legali della società che si occupa della riscossione dei tributi in Sicilia. Il caso era finito in una interrogazione del deputato regionale Davide Faraone. Ma non finisce qui. Armao oggi rivendica: “Il rapporto di consulenza milionario è stato interrotto al mio arrivo all’assessorato all’Economia. Ma io ho anche richiesto l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori che prorogarono quella consulenza”. Nell’ottobre 2012 Armao scrisse al ragioniere generale della Regione e ai vertici di Riscossione Sicilia spa, citando un rapporto del revisore legale sulle spese per consulenze legali della società. Nella lettera si chiedeva di “avviare le conseguenti azioni di responsabilità nei confronti degli amministratori pro tempore”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Dicevo io Che mi suonava strano che uno come Crocetta vendesse cose concrete. Allora diciamolo siamo ancora una volta alla vendita di prodotti per costruire fumogeni. Un gran venditore questo presidente altro che wanna marchi.

    Altre volte l’armao ha scritto ai suo ufficio di attivare azioni di responsabilità per gli amministratori di partecipate e il suo ufficio se ne faceva un baffo . Tempestivamente interveniva un boss politico e gli strali si ritorcevano nei confronti dei fessi che ci avevano creduto i quali diventavano i veri nemici. Quante azioni di responsabilità infatti sono state avviate? Aspettiamo di saperlo.
    Sbaglio o il bel prof. Stagno d’alcontres e’ stato anche suo consulente per le società? Senza che se ne sia apprezzata alcuna utilità . Bye bye

    Spett.le Redazione,
    Vi leggo sempre con moltissimo interesse e curiosità, e qualche volta scrivo qualche commento che gentilmente pubblicate.
    Qualche volta però non capisco perché date spazio a personaggi noti e arcinoti per il loro egocentrismo, narcisismo, autoreferenzialità, evidente incapacità amministrativa e politica come ha ampiamente dimostrato durante l’ incarico datogli da un notissimo inquisito per associazione mafiosa, uno, insomma, che fa tutto per il tornaconto personale e che della gente, del popolo, dei cittadini non gliene mai fregato nulla, sin dai lontani tempi del liceo!!!
    Allora vi chiedo: qual è il contributo giornalistico e di conoscenza che può dare un personaggio quale Armao? Chi rappresenta quando emette le sue corbellerie? Nessuno, se non se stesso! Non appartiene a nessun partito, non rappresenta nessuna organizzazione di forze sociali o di liberi cittadini, non è mai stato eletto in alcunché!!!
    Allora qual è, ridadisco, il motivo?
    Uno c’è: quello di far vomitare e irritare chi legge le c….ate che dice!
    Grazie per il lavoro sempre interessante – a parte lo spazio a questo signore! – che voi di livesicilia fate!

    Gentile Ex assessore Armao, come mai tutto quello di positivo che fa Crocetta “stava” per farlo il governo Lombardo? E come mai poi (puntualmete) non ci è riuscito?
    Sorte malvagia? Cospirazioni nazionali? Incompetenza? Quanto alla sua opinione su questi temi e su altri che siamo sicuri non mancherà di farci sapere, la ritengo valida e legittima, ma per farla valere più di quella dell’uomo comune, si candidi, si faccia eleggere e poi ne riparliamo. Aggiungo che ho avuto il piacere di vedere i grandi risultati del suo lavoro (da assessore NOMINATO e non eletto), e ho constatato quanto sia importante cosa pensa lei su QUALSIVOGLIA argomento.

    Armao, fortunatamente, ormai si è’ fatto conoscere da tutti. Tutti hanno capito cosa cerca Armao! Remo

    Armao ci risparmi i suoi pensieri, non c’interessano.
    Lei ha un bel faccione ma null’altro. É stato solo molto fortunato, ha creato tante belle relazioni sociali; con questa rete tipo massonica avete raggiunto il potere, quello vero, quello che decide del futuro dei nostri figli. Ora è finito tutto.
    Anche con la sua responsabilitá la Sicilia é impoverita assai. Pensi a questo ogni mattina guardandisi allo specchio quando si fa la barba e abbia il pudore di tacere.

    È basta….Armao….Ancora? È’ finita per sempre la tua carriera politica! Hai lasciato tu e lombardo i peggiori ricordi di un potere inqualificabile….!

    Lungi da me difendere ( l’indifendibile ) ex Ass. Armao; ma il punto è se corrisponde a verità quanto Lui dice , e no che ruolo Egli oggi ha per dire ciò. Certo a contraddire l’attuale Governatore si rischia oggi l’accusa di lesa Maesta. Dovremo, anche in questo caso, aspettare 5 anni per leggere i commenti che meritava Lombardo ed il Suo governo, e solo adesso si trova… il tempo per scrivere.

    armao stai zitto hai rotto……….

    @ernesto.. Forse il Prof Armao un contributo lo sta proprio dando ponendo dei quisiti mirati sui proclami crocettiani, ed una testata giornalistica deve andare oltre i proclami per conoscere la verità dei fatti
    Ora capisco che è bello credere alle favole,sono tentata anch’io lo confesso,ma se poi la realtà si scontra con altri dati,beh meglio saperlo,no?
    Il guaio di questo parlamento siciliano e’ che non esiste un’opposizione seria,credibile ed autorevole, forse ammaliata da echi di inciuci che arrivano da palazzo d’orleans,ed oggi una voce critica,rara, fa scalpore e da fastidio ma
    beata democrazia!

    Armao, peccato che non l’hai fatto, quindi basta parlare… vogliamo solo dimenticarti

    L’argomento del mancato suffragio popolare rischia di provare troppo. Difatti il nostro Presidente rivoluzionario e’ stato votato da una scarsa minoranza degli aventi diritto, mentre i nuovi Assessori non solo sono semplici cittadini, ma in alcuni casi sembrano essere stati scelti tra i passanti di Via Libertà.

    armao era quello che aveva dimenticato la parcella per i termovalorizzatori del gruppo Falk.. di 2 milioni

    Caro Ernesto, il guaio è che persino un personaggio come Gaetano Armao (di cui è condivisibilissimo ciò che scrivi) allo stato attuale suscita sentimenti di rimpianto, rispetto a quanto si assiste con il Governo Crocetta. ….

    Avrebbero dovuto inserire nella riforma elettorale anche l’elezione nominativa ad assessore specificando l’assessorato per cui ci si candida per il quale si dovrebbero avere documentate competenze.
    Perchè per iscriversi in medicina bisogna passare i test e per gestire la vita amministrativa di un territorio lo può fare U ZU’ NUDDU ?

    complimenti ai reso perfettamente l’idea.

    Cara GiuSycilia,
    intanto ti do un’informazione che puoi facilemten verificare. Armao non è professore di nulla! E’ avvocato e un semplice ricercatore dell’Università degli Studi di Palermo, e, da questo punto di vista, considerato che nella sua attività di assessore regionale si è sempre firmato “PROFESSORE”, è un seriale millantatore di titoli accademici! Millantatore come il suo capo di allora, Raffaele Lombardo, che millantava di essere psichiatra quando invece era un semplice medico laureato in medicina generale e chirurgia, all’età di 32 anni presso l’Università degli Studi di Catania, con ben 10 anni fuori corso!!!
    Chi millanta titoli accademici, in un paese democratico normale, non è degno di rappresentare i cittadini né di rappresentare le istituzioni. Ma si sa, siamo in Italia, e qui ai politici e ai faccendieri tutto è concesso!!!
    Ma questo, ribadisco, lo puoi verificare facilmente.
    Per il resto ribadisco quello che ho già scritto: Armao è un semplice faccendieri conosciuto in tutta Europa per questa sua “qualità”! Null’altro!!!
    Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.