Aspre critiche dalla Cina |sulle isole contese - Live Sicilia

Aspre critiche dalla Cina |sulle isole contese

Aspre le critiche che da Pechino piovono sul Segretario di Stato americano, Hilary Clinton. Dopo aver infatti espresso il suo appoggio alla causa giapponese sul controllo delle isole Senkaku/Diaoyu, nel mare orientale cinese ma sotto il controllo di Tokio, contro Pechino, la reazione del governo cinese non si è fatta attendere. Intanto durante le prime ore del giorno tre motovedette cinesi hanno sconfinato nelle acque territoriali giapponesi intorno alle due isole.

HILATY CLINTON
di
0 Commenti Condividi

PECHINO – Dopo le dichiarazioni del segretario di Stato Usa, Hilary Clinton, che manifesta l’appoggio al Giappone nella contesa tra Tokio e Pechino sul controllo delle isole Senkaku/Diaoyu. Le due isole, attualmente sotto il controllo giapponese, sono fortemente desiderate da Pechino, che dichiara di essere “particolarmente scontenta per le dichiarazioni di Hilary Clinton. Durante un incontro a Washington, venerdì scorso, tra il segretario di Stato e il suo corrispettivo giapponese Fumio Kishida, Clinton aveva ribadito:  ”riconosciamo che sono amministrate dal Giappone e siamo contrari a qualsiasi azione volta ad ostacolare questa gestione del Giappone”.

E proprio questa mattina, tre motovedette cinesi, sono entrate nelle acque territoriali di Senjaju/Diaoyu. A riferirlo è la guardia costiera giapponese che ha aggiunto di avere impiegato una pattuglia per invitare le navi cinesi ad abbandonare le acque. Ma non è il primo caso che si verifica, infatti, l’8 gennaio scorso il governo di Tokio aveva già protestato formalmente per un evento analogo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *