Bagheria, gli notificano l'ordine di arresto e si lancia dalla finestra

Palermo, funzionario arrestato si lancia dalla finestra e muore

Suicidio a Bagheria. L'uomo era dipendente della Città metropolitana di Palermo
1 Commenti Condividi

PALERMO – Suicidio a Bagheria. A togliersi la vita è stato Marcello Miraglia, 61 anni. La guardia di finanza era andata a notificargli un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo su richiesta della Procura della Repubblica.

Miraglia, istruttore specialista tecnico del “Servizio rifiuti urbani e speciali” della Città metropolitana di Palermo, era indagato per corruzione e rivelazione di segreti di ufficio in un’inchiesta che coinvolge una decina di imprenditori. Si tratta di un’indagine sul rilascio delle autorizzazione ambientali per il trattamento dei rifiuti.

Le operazioni di notifica erano già concluse, Miraglia – il cui comportamento non aveva destato sospetti – ha chiesto di andare in bagno e si è lanciato dalla finestra dell’appartamento al sesto piano. Un finanziere ha tentato di salvarlo e ha riportato una ferita alla mano. Ora si trova al pronto soccorso.

La Procura di Termini Imerese ha già disposto la restituzione della salma alla famiglia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Sostegno psicologico territoriale latitante,i fondi stornati per armi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.