Banda dell'Iphone,| scatta un altro arresto - Live Sicilia

Banda dell’Iphone,| scatta un altro arresto

In manette un diciassettenne che aveva rapinato tre ragazzi, insieme ad un complice in via Notarbartolo, angolo via Libertà.

 

Via Notarbartolo
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Aveva seguito le proprie vittime per alcuni metri, poi era entrato in azione sfilando dalla tasca un coltello e minacciandole. Insieme ad un complice, si era così impossessato dei loro smartphone di ultima generazione, per poi tentare la fuga. Già, perché gli agenti delle volanti erano riusciti a bloccarlo dopo un lungo inseguimento per le vie della zona residenziale della città, il complice, nel frattempo, era riuscito a fare perdere le proprie tracce.

Oggi è stato disposto l’arresto in carcere per il diciassettenne C.G, che quella notte – era il 5 agosto – era entrato in azione in via Notarbartolo, all’angolo con via Libertà. Nel suo mirino era finito un gruppo di tre giovani che stavano rientrando a casa. Alla vista del coltello uno di loro era riuscito a lanciare l’allarme alla polizia, che nel giro di pochi minuti si trovava già sul posto ed ha individuato il minorenne, affidato poi ad una comunità per Minori dalla quale era fuggito.

E’ l’ennesimo arresto nel giro di poche settimane che riguarda i presunti compnenti della “banda dell’Iphone”, un gruppo di giovani, spesso minorenni che entra in azione in diverse zone della città, soprattutto in quella della stazione centrale. Ciò nonostante il numero di colpi ai danni di chi possiede lo smartphone sembra non diminuire. Ultimo, in ordine di tempo, quello nei pressi di via Paolo Balsamo della scorsa settimana, quando un 17enne in compagnia di un amico 16enne sono stati accoltellati per avere reagito.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Che schifo di persone che esistono!!!grazie tante alle forze della polizia che ogni giorno lavorano per mantenere Palermo pulita!!questa gente va presa e messa a lavori pesanti come lavorare a mano con le pale nelle discariche e farci capire che significa sudarsi il pane per soprevivere!!!no che li buttano in gallerà troppo facile!!!!

    ma quanti sono? ormai è il business dell’anno!!!!!

    PERCHE’ NON DITE CHE SONO FIGLI DI EXTRACOMUNITARI????

    Perchè a rubare dovrebbero essere i figli degli extra-comunitari? Sempre i soliti pregiudizi! Se proprio volete saperlo, ogni giorno ne vedo un sacco di gente poco raccomandabile e indovinate un pò? Tutti palermitani sono! Meno pregiudizi verso gli stranieri, grazie!

    Sapete cosa succede quando arrestano il ladro di iPhone? Dopo averlo portato in caserma e interrogato lo rilasciano imponendogli l’obbligo di firma Ogni giorno presso la caserma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *