Bari e Palermo si dividono la posta: al "San Nicola" finisce 1-1 - Live Sicilia

Bari e Palermo si dividono la posta: al “San Nicola” finisce 1-1

Finisce con un pareggio la prima trasferta dei rosa in campionato, passati in vantaggio con Valente e ripresi da Cheddira
LA PARTITA
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Al “San Nicola” per confermarsi dopo la convincente vittoria della prima giornata contro il Perugia. Per il Palermo è tempo di tornare nuovamente in campo in una sfida tra neopromosse contro il Bari, con la compagine rosanero che, in attesa di integrare i nuovi arrivati, vuole sfruttare l’entusiasmo del successo alla prima giornata contro i “galletti” di Mignani, tornati con un pareggio dalla temibile sfida contro il Parma.

Solo un cambio, forzato, per Corini nell’undici titolare rispetto alla gara contro il Perugia, con Crivello che va a sostituire l’infortunato Sala sulla corsia di sinistra. Per il resto squadra che vince non si cambia: davanti a Pigliacelli giocano Nedelcearu e Marconi con Buttaro a destra e appunto Crivello nella corsia mancina, Broh e Damiani in mediana e il trio Elia-Floriano-Valente alle spalle dell’unica punta Brunori.

PRIMO TEMPO

Le squadre fanno il loro ingresso sul campo di gioco, padroni di casa in completo interamente bianco mentre il Palermo gioca con i classici maglietta rosa e pantaloncino nero. Il calcio d’inizio è affidato proprio ai rosa, che in questo primo tempo attaccano da sinistra verso destra.

Le squadre partono subito forte e il Bari, al quinto minuto, ha subito due occasioni per portarsi in vantaggio prima con Folorunsho e poi con Cheddira, entrambe disinnescate dalla difesa rosanero. Due minuti dopo grande chance anche per il Palermo con Buttaro che mette il pallone in mezzo all’area di rigore del Bari, dopo una serie di rimpalli la sfera arriva ad Elia solo davanti a Caprile ma l’estremo difensore biancorosso si supera in uscita sulla conclusione del giocatore rosanero.

La gara, nei primi minuti, è molto vivace con il Palermo che prende gradualmente campo con un pressing molto alto sui portatori di palla del Bari. Al minuto quindici azione clamorosa sempre per i rosa con Broh che recupera palla e si invola sfruttando il buco sulla destra, pallone in mezzo per Floriano che da solo, nell’area piccola, “liscia” il pallone a tu per tu con Caprile fallendo la potenziale palla del vantaggio.

Al minuto diciotto fallo di Buttaro sulla trequarti, giallo per lui, e punizione per il Bari ma la conclusione rasoterra di Cheddira finisce sul fondo. Due minuti dopo si fa vedere anche la compagine di casa con Ricci che, dopo un’azione corale insistita, conclude verso la porta trovando l’intervento basso di Pigliacelli. Al minuto ventidue ancora Bari pericoloso con il pallone di Botta dalla destra che sfila per tutta l’area rosanero, la sfera arriva a Folorunsho ma Buttaro rimane in posizione e si oppone al tiro del centrocampista biancorosso a botta sicura.

Dopo il cooling break previsto per le elevate temperature il Palermo ritorna in campo con lo stesso atteggiamento della prima parte di gara, molto aggressivo con pressing alto e verticalizzazione immediata per innescare i trequartisti e Brunori. Al 35′ è del Bari il lampo per provare a sbloccare il match con Cheddira che vince l’uno contro uno con Nedelcearu e conclude verso la porta, Pigliacelli è in posizione e respinge la conclusione dell’attaccante avversario.

Al minuto trentasette il Palermo passa in vantaggio: i rosa recuperano palla in pressing con Floriano, servizio sulla sinistra per Valente che dal limite conclude a giro e batte Pucino. Inizialmente l’arbitro aveva annullato il gol per fuorigioco, dopo il controllo del VAR tuttavia arriva la convalida della rete che sblocca le marcature.

Dopo cinque minuti dal vantaggio rosanero il Bari ha una ghiottissima occasione per il pari ancora con Cheddira, splendido il suo pallonetto dal limite su assist di Botta ma la conclusione finisce di poco alta sopra la traversa. In pieno recupero super occasione per il Palermo ad un passo dal raddoppio: i rosa recuperano palla con Floriano che lancia subito Brunori verso l’area, l’attaccante si addentra e tenta il tiro ma Pucino compie un intervento provvidenziale sventando l’azione. Il primo tempo della gara finisce quindi 1-0 per la compagine rosanero.

SECONDO TEMPO

Le due squadre fanno il loro ingresso in campo per la ripresa, nessun cambio in questo inizio di secondo tempo. Passa solo un minuto dall’inizio delle ostilità e il Bari va ad un passo dal pari con Maita che si incunea in area e tenta il tiro, super intervento di Pigliacelli che con la mano di richiamo respinge in angolo da distanza ravvicinata.

Al minuto quarantotto ripartenza in velocità del Palermo con Damiani che serve in inserimento Broh, quest’ultimo prova a servire Elia entrato in area ma Caprile esce e anticipa l’attaccante rosanero sventando una potenziale occasione da gol. I padroni di casa provano ad alzare i ritmi per trovare la rete del pari e si fa vedere, al minuto cinquantatre, con Antenucci che dal limite tenta la conclusione in porta ma la sfera finisce alta. Un minuto dopo primo cambio proprio per i galletti, con Vicari che prende il posto di Terranova.

In piena fase di equilibrio del match, al minuto sessantacinque, inizia la girandola di cambi dei due tecnici con l’intento di rompere l’inerzia della partita: tra le fila del Bari fuori Botta, Folorunsho e Maita dentro Cangiano, Galano, e Mallamo mentre per il Palermo Pierozzi prende il posto di Valente.

Al minuto sessantotto il Bari trova il gol del pari: Antenucci vince il duello di forza con Damiani dalla parte destra dell’area di rigore, pallone nell’area piccola sul quale si inserisce Cheddira che realizza il gol dell’1-1. Subito dopo la rete dei padroni di casa è il momento del cooling break e alla ripresa delle ostilità è il Bari a controllare il match, galvanizzato dal gol e in pressione per tentare il controsorpasso ai danni dei rosa.

Al minuto ottanta nuovo cambio per il Palermo con Floriano che esce dal campo per lasciare spazio a Stoppa. Quattro minuti più tardi Cheddira viene lanciato in velocità, l’attaccante del Bari salta in progressione Marconi che si ritrova costretto a dover stendere dal limite dell’area l’avversario ottenendo inizialmente il giallo, poi dopo il check del VAR l’arbitro corregge il cartellino estraendo il rosso diretto per fallo da ultimo uomo. Corini, dopo l’espulsione del suo difensore centrale, corre ai ripari inserendo Lancini al posto di Elia.

Nel finale, forte dell’uomo in più, il Bari prova a spingere e al novantesimo Cheddira si trova di nuovo da solo davanti a Pigliacelli, l’estremo difensore riesce però a respingere la conclusione dell’attaccante del Bari. Nuova sostituzione, intanto, sempre per i padroni di casa con Ceter che prende il posto di Antenucci. Nonostante i tentativi del Bari di rendersi pericoloso dalle parti di Pigliacelli la gara, al fischio finale, termina 1-1 con le due squadre che si dividono la posta in palio.

Il tabellino del match:

BARI (4-3-1-2): Caprile; Pucino, Terranova (54′ Vicari), Di Cesare (C), Ricci; Maita (65′ Mallamo), Maiello, Folorunsho (65′ Galano); Botta (65′ Cangiano); Antenucci (90′ Ceter), Cheddira. All. Mignani

PALERMO (4-2-3-1): Pigliacelli; Buttaro, Nedelcearu, Marconi, Crivello; Damiani, Broh; Elia (88′ Lancini), Floriano (C) (80′ Stoppa), Valente (65′ Pierozzi); Brunori. All. Corini

ARBITRO: Camplone (Pescara).

ASSISTENTI: Vivenzi (Brescia) – Ranghetti (Chiari).

QUARTO UFFICIALE: Galipò (Firenze).

VAR: Chiffi (Padova).

AVAR: Rocca (Catanzaro).

RETI: 37′ Valente (P), 68′ Cheddira (B)

AMMONITI: Buttaro, Maita, Valente, Di Cesare

ESPULSI: All’86’ Marconi (P) per fallo da ultimo uomo

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Risultato bugiardo, il Bari meritava la vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.