"Bersani ha un progetto serio |Basta con lo stipendificio" - Live Sicilia

“Bersani ha un progetto serio |Basta con lo stipendificio”

Il membro del partito socialista, intervenuto all'Hotel delle Palme di Palermo, ha affrontato diverse tematiche in vista delle prossime politiche: "La coalizione del Pd ha un serio progetto per il risanamento che noi appoggiamo senza esitazioni. Diciamo basta ad una Regione in profonda difficoltà che paga 160mila stipendi".

parla carlo vizzini
di
29 Commenti Condividi

PALERMO – Rapporti politici in campagna elettorale, valori socialisti e prospettive future per la città di Palermo e la Sicilia, questi i contenuti affrontati e discussi dal senatore Carlo Vizzini, membro della segreteria nazionale del Partito Socialista Italiano, durante il suo intervento all’Hotel delle Palme.

“La coalizione guidata da Bersani ha un serio progetto per il risanamento e lo sviluppo ed ha la forza di ricevere il consenso necessario per governare il Paese. I socialisti, legati da un’intesa ed un patto di consultazione col Pd, lavorano per questo successo e le ventilate ipotesi di alleanze al di fuori della coalizione, sono allo stato, un inutile segno di debolezza. Adesso è il tempo di correre per la vittoria senza esitazioni e senza subordinate. Abbiamo sostenuto il Governo Monti per salvare l’Italia. Oggi, tra noi e Monti, scelgano gli italiani. Dispiace che le forze della sinistra arrivino divise alle elezioni e questo dato è ancora più evidente a Palermo, città nella quale il ballottaggio tra due esponenti della sinistra per l’elezione del Sindaco dello scorso anno, ha provocato divisioni non più superate”.

“Qui, più ancora che altrove, occorre confrontarsi positivamente nell’interesse dei cittadini e di fronte ai gravi problemi di Palermo. L’immagine di un Sindaco che lotta da solo non ci giova e dopo il ballottaggio sembriamo essere solo spettatori silenziosi. Lotta alla mafia, Legalità ed Etica sono presupposti di governabilità in una terra difficile con una Regione che, direttamente od indirettamente, paga 160.000 stipendi, compresi i precari, ed una disoccupazione che tra il settembre 2011 e quello 2012 è salita del 29%, toccando quota 541.000. Su questo tema va aperto un tavolo nazionale di confronto con lo Stato per capire come si possa passare dalla fase dello stipendificio pubblico ad una fase che crei sviluppo ed occupazione, perché il lavoro è il primo punto per qualunque politica e senza il lavoro non c’è libertà”.

“Dunque Lavoro e Libertà! Ma i socialisti sono impegnati su questo come sulla laicità dello Stato, stanchi di vedere un Parlamento che si rifiuta di legiferare contro l’omofobia, il femminicidio e che non si apre alle vere parità tra generi, culture, religioni ed etnie e che si rifiuta di impedire a chi ha sbagliato, e sta pagando le proprie colpe, di vivere peggio di un animale allo zoo. Sulle carceri ci piacerebbe che il Presidente della Repubblica, la cui sensibilità ci è nota, prima della fine del suo settennato, inviasse un messaggio alle Camere”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

29 Commenti Condividi

Commenti

    Dopo 30 anni, con un reddito annuo di 1/2 mln di euro, vorrei capire cosa ha fatto di buono per la Sicilia; e ancora parla parla ma di che cosa parla veramente non si capisce: vergogna e senza russura !!!

    Mi chiedo.
    1) l’Italia e’ l’unico paese in Europa che non ha un partito socialista. Quello che c’e’ e’ una piccola formazione subordinata al Pd, partito di prevalente cultura liberista e comunque estraneo all’Internazjonale Socialista.
    2) i socialisti della prima repubblica continuano a pagare, a distanza di 20 anni, il finanziamento illegale al partito. Gli ex comunisti che di finanziamenti illegali ne sapevano piu’ di tutti, oggi fungono da moralisti e giudici, pur continuando a gestire casi come Mps.
    E’ POSSIBILE’ che non si riesca a ricostituire una forza veramente socialista, di sinistra, europea, lontana dai pantani dove devono mediare (niente di meno) una sterile in termini di visioni socialiste Bindi ed un indeciso Bersani ?
    Nencini, Vizzini etc. non pensino a loro ruoli personali. Si diano da fare per creare gruppi dirigenti di trentenni e li spingano ad essere SOCIALISTI alla Pertini, alla Riccardo Lombardi, alla Nenni, alla Hollande …
    Se per 20 anni i socialisti hanno pagato gli errori di Craxi, adesso e’ tempo che paghino per le odierne ruberie gli uomini che hanno gestito la seconda repubblica (pd, Pdl, udc).
    Uomini di scarso spessore

    Un discorso in cui finalmente vengono messi al centro i veri temi su cui la politica deve confrontarsi nei prossimi mesi per tentare di uscire dal tunnel in cui si trova economicamente e moralmente l’Italia. In questa ottica serve una seria alternanza politica, una sinistra che si ispiri ai valori del socialismo europeo. L’ Italia in tal senso e’ un anomalia, in Europa le forze socialiste o sono forza di governo o la più grande forza di opposizione. Mettere al centro del confronto politico il tema del lavoro e’ fondamentale, senza quello ogni discorso rimane fine a se stesso, purtroppo oggi assistiamo ad una campagna elettorale televisiva lontana dalla gente ma sopratutto lontana da quei problemi che la gente vuole sentire affrontare e possibilmente risolvere. Speriamo che su questi temi la sinistra possa superare ogni barriera e trovare una sintesi costruttiva. A volte si dice che sperare o sognare che qualcosa accada non costa nulla, in questo caso invece non è’ vero che non costa nulla qui c’è’ in ballo il futuro di una Regione e della sua gente troppo stanca per aspettare.

    Quanti erano?15?xfavore vizzini baaasssstaaaaa!

    Vizzini grande mestierante della politica a cui tanti devono un posto di lavoro parla di stipendificio. Siamo al paradosso. Ma poi il serio progetteo qual’è? fino ad oggi ho solo sentito parlare Bersani di rigore e moralità ma ne sconosce il vero significato.

    Ma il senatore Vizzini: è stato in vacanza sulla luna o fino ad ieri era assittato con il centro destra. Oggi è illuminato da Bersani!!!

    @ Scloditz double : eravamo 15, ma solo in prima fila. Mi spiace per te ma di file ce ne erano altre 25 e tutte con altre 15 persona per fila.

    Toh, guarda un pò questo Vizzini che belle idee che ha . . .

    E’ proprio un innovatore della politica!

    Certo che è impressionante che somigli come una goccia d’acqua e porti lo stesso cognome di quell’altro Vizzini: il pluriministro socialdemocratico alle poste.

    Coincidenze, solo coincidenze, questo non è mai stato nel PSDI della primissima repubblica: è così giovane e tanto fresco.

    Questo Vizzini è un’altra persona, un politico che si sta affacciando adesso alla ribalta.

    Potrebbe essere un futuro Ministro . . .

    Potresti anche avere ragione, ma dimmi, pensi che Vizzini sia il testimonial adatto?

    Pensi che sia l’avvocato giusto per difendere la causa Socialista?

    Nenni con Vizzini non avrebbe preso nemmeno un caffè.

    Non dico insieme, ma addirittura nello stesso bar!!!

    Non ha importanza quanti eravate…. L importante é saltare opportunamente sul carro vincente…è lí chapeau.. Siete maestri.

    La regione siciliana uno stipendificio?
    Quanti, tra gli attuali “stipendiati”, devono proprio a lui questo privilegio?

    Ma cosa vorrà dire Vizzini…il tutto ed il contrario di tutto…mah…se cominciasse lui a lasciare la poltrona non sarebbe male…e poi che adesso si allei e parli del PD….invece di parlare di stipendifici perchè non ti ritiri che sei una delle persone che hai portato la Sicilia alla deriva insieme ai tuoi amici…..

    v.f.c. utilizza il rancore per dare un senso alla sua limitata capacità di analisi. Non è certo mandando tutti quanti a quel paese che possiamo costruire una mondo migliore. Anche perché nessuno ci garantisce che i censori dei costumi altrui siano fatti di altra pasta.
    Se continuiamo ad escludere il ragionamento dalla politica, stiamo pur certi che non ci sarà un futuro per nessuno. Neppure per v.f.c. che, una volta tanto, potrebbe provare ad avanzare un’analisi di merito. Ci aiuti a farci capire che cosa sa di “politica” e degli uomini che l’hanno rappresentata. Ci dica se ha letto la Stampa della scorsa settimana dove era riportato l’elenco dei parlamentari che hanno prodotto leggi importantissime per la Sicilia e per il paese. Se lo avesse fatto si sarebbe accorto che Carlo Vizzini, che a v.f. può anche non piacere, è stato il parlamentare più produttivo. Ci indichi il signor v.f.c. chi altri ha fatto meglio. Poi, alla fine, provi a riflettere una tantum. Non gli farebbe male.

    Quando si dice uno un uomo per tutte le stagioni

    Giacomo vizzini non è candidato….l’hai afferrato o no il concetto?

    Brutta cosa l’ignoranza….ti rende cieco e anche un po’ ridicolo

    SE non vado errato, Vizzini non è candidato.I socialisti dovrebbero ringraziarlo ,perchè da qualche anno è passato nel partito socialista, lasciando una posizione molto più comoda nel centro destra;Però credo sia giunto il momento di mettersi da parte e dare spazio ad altri più giovani e con idee nuove, capaci di far rinascere il glorioso partito socialista.Perchè questo possa accadere, occorre che tutti i socialisti dispersi nei vari schieramenti di centro sinistra ritonino ad impegnarsi nel partito ricostruendo quella visibilità oscurata completamente nei mezzi d’informazione negli ultimi venti anni.
    Coloro invece che si dichiarano socialisti presenti nel centro destra,i vari Sacconi, Brunetta,etc.che socialisti non lo sono affatto, è meglio che stiano alla larga dal partito socialista ,perchè non sono degni neanche di nominarlo.Dobbiamo sostenere con forza il segretario Nencini, che assieme ad altri compagni sta rilanciando il partito.

    tutti ricordano Vizzini quando è stato ministro delle poste…….sono entrati cani gatti e porci…….e poi parla di stipendificio…..

    i socialisti lo ringrazieranno quando uscirà fuori dalla scena politica.
    chi è stato ministro nella prima republica non puo dare lezioni…….ricordo a tutti che anche il sig Vizzini a contgribuito allo stipendificio pubblico….ricordatevi quando è stato ministro delle poste e telecomunicazioni…..assunzioni clienterali a go-go.

    Non l hanno candidato… Lui si era proposto come sempre…. É un po’ diverso.

    Si preannuncia un cambio di bandiera, del resto ci ha già abituato a questi voltafaccia.

    E basta, per cortesia!

    E’ passato da sinistra a destra e ritorno , è 30/40 anni che prende uno stipendio dallo stato , ha una super pensione fino a quando vivrà e ci viene a parlare di stipendificio. Ci vuole un bel coraggio!!!!!!!
    Dimenticavo

    Tra i pochi politici ancora in auge, forse sei l unico che ha una grandissima responsabilita dello sfascio, della decadenza finanziaria e di valori., perche sei l unico che da oltre 40 anni fai parte della maggioranza che ha governato il nostro paese. Ancora hai il coraggio di parlare. Questo e’ semplicemente allucinante. La cosa piu’ grave che Bersani ancora gli da credito. Povera Italia dopo averti uccisa ancora vuole inveirti colpi mortali.

    Chissà quanti commercianti o professionisti evasori ci sono tra quelli che additano qui Carlo Vizzini, dicendo che è sua la responsabilità dello sfascio?! Guardatevi un po’ allo specchio.

    a Giralaruota Se ci sono evasori è perchè il buon politico, di cui stiamo parlando, nella sua lunga vita di ministro, sottosegretario o politico con responsabilità di governo o maggioranza, ha abituato gli imprenditori, i commercianti e tutti gli altri, che prima o dopo ci sarà un condono fiscale. La sua fortuna sta in qualcuno che lo ha sempre protetto in tutto. Fa parte dei potenti. ricordatevi che il parlamento non ha autorizzato l’uso di intercettazioni a suo carico mentre per altri deputati che facevano parte dello stesso procedimento giudiziario si. Questa è la povera italia, ed in questo paese dobbiamo vivere.

    Vorrei che l’on.le VIZZINI leggesse questi commenti.
    Ne potrebbe trarre due considerazioni molto importanti:
    – la prima che per fortuna non attrae più la opinione pubblica (vedasi i pochi interventi )
    – la seconda che quei pochi che hanno voluto commentare hanno dato la chiara inequivocabile idea di cosa pensano i siciliani !!!
    A questo punto una persona dovrebbe trarre le conseguenze e defilarei ,dedicarsi ai nipotini, alla salute , al benessere , alla pensione !!
    È magari leggere di Pertini di Nenni etc rinfrescandosi la memoria sul significato di Socialismo quello con la S maiuscola .

    Credo che live Sicilia sia il miglior blog notiziario del momento.
    Allora non riesco a capire come mai dedica spazio ancora a personaggi come Carlo Vizzini . Buh !!!!

    Roberto informati meglio ti vedo spento e poco informato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *