Blitz anti frode a Giarre e Riposto |Chiusa una casa di riposo abusiva - Live Sicilia

Blitz anti frode a Giarre e Riposto |Chiusa una casa di riposo abusiva

Carabinieri e Fiamme Gialle hanno setacciato ieri una stazione di servizio a Giarre ed una casa di riposo a Riposto. Quest’ultima è stata chiusa con ordinanza del sindaco.IL VIDEO

Carabinieri
di
0 Commenti Condividi

GIARRE. E’ iniziata ieri mattina alle 10 l’operazione anti frode condotta dai carabinieri della Compagnia di Giarre, in sinergia con la Guardia di Finanza di Riposto e i Nas di Catania. I militari, una ventina quelli impiegati, hanno avviato le attività di controllo dalla stazione di servizio Agip di via Principe di Piemonte a Giarre. Qui i finanzieri hanno verificato l’integrità degli impianti, svolgendo una serie di perizie tecniche ai serbatoi interrati ed alle colonnine erogatrici. I campioni prelevati dalle Fiamme Gialle, che contestualmente hanno compiuto accertamenti fiscali, saranno analizzati nei prossimi giorni per verificare la qualità del carburante immesso nelle automobili.

I carabinieri nell'area di servizio di Macchia di Giarre

Contemporaneamente i Nas hanno setacciato l’annesso bar per i controlli sui prodotti alimentari somministrati al pubblico e sullo stato di conservazione dei cibi. Rinvenuti alcuni prodotti congelati che venivano spacciati per freschi. Per questo il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria con l’accusa di frode in commercio. Un’altra denuncia ha raggiunto l’uomo per aver installato un impianto di videosorveglianza, allo scopo di controllare i dipendenti, senza però essere in possesso dell’autorizzazione sindacale.

Nel pomeriggio gli stessi militari hanno compiuto un blitz nella casa di riposo per anziani “San Pietro e Paolo”, in via Circumvallazione a Riposto. La struttura, ospitata in un complesso condominiale, è risultata del tutto priva delle necessarie autorizzazioni amministrative. Il personale impiegato, inoltre, non rispondeva ai requisiti previsti dalla legge. Il presidente  e i due componenti del consiglio d’amministrazione della comunità alloggio sono stati pertanto denunciati alla magistratura. Stamani il sindaco di Riposto Enzo Caragliano ha emesso un’ordinanza di chiusura della struttura. Gli anziani trovati all’interno dell’appartamento, meno di dieci, sono stati trovati comunque in buone condizioni di salute. Adesso i gestori della casa di riposo avranno sei giorni di tempo per collocare gli ospiti in strutture idonee.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *