Canottaggio, Meeting di Piediluco| Sicilia da record con 11 medaglie - Live Sicilia

Canottaggio, Meeting di Piediluco| Sicilia da record con 11 medaglie

Cinque ori, quattro argenti e due bronzi per i siciliani che hanno partecipato alla competizione umbra.

canottaggio
di
0 Commenti Condividi

PIEDILUCO (TERNI) – Sicilia da record al primo Meeting di Piediluco. I nostri ragazzi tornano dall’appuntamento nazionale dello scorso fine settimana in Umbria con un carico di medaglie preziosissimo, che va oltre le aspettative della vigilia: cinque ori, quattro argenti e due bronzi, cui si aggiungono tanti piazzamenti nelle piccole finali. A rendere la due giorni di gare particolarmente avvincente, la presenza – nelle regate Senior – della nazionale romena che ha approfittato del Meeting per testare gli equipaggi che il prossimo fine settimana parteciperanno al Memorial d’Aloja.

Il primo oro della spedizione siciliana porta la firma di Giulia Mignemi (Aetna), nel singolo Junior: col tempo di con 8’09’’.73 si è imposta su Silvia Crosio (Amici del fiume), sua compagna di barca in doppio. Ed è proprio con lei che la Mignemi ha vinto l’altro oro, nella finale del doppio, in 7’58’’11: un risultato che assicura alla talentuosa atleta etnea un posto di primo piano nella Nazionale Junior di quest’anno. Il terzo oro è merito di Giovanni Ficarra e Sebastiano Galoforo (Peloro), nel quattro senza Pesi leggeri Under 23, misto Cerea-Elpis. I quattro atleti sono arrivati secondi al traguardo dietro un equipaggio assoluto: è per questo che gli è stato assegnato l’oro Under 23 e l’argento assoluto. Il bronzo, Ficarra e Galoforo l’hanno conquistato nel due senza Pesi leggeri dietro a Savoia e Saturnia. “E’ stata una gara difficile, dura”, spiega Ficarra. “Ancora abbiamo grossi margini di miglioramento, visto che siamo a inizio stagione e abbiamo addosso un grosso carico di lavoro. Sono certo che ci riusciremo grazie al sostegno della nostra allenatrice Alda Cama e del presidente”. Oro anche per il quattro di coppia Pesi leggeri femminile della Canottieri Palermo: l’equipaggio formato da Giorgia e Serena Lo Bue, Marta Naselli ed Emma Torre (Viareggio) ha inflitto ben 14 secondi alla Sampierdarenesi e 18 all’equipaggio con a bordo Domiziana Minissale (Thalatta), misto Amici del fiume-Rowing genovese, quarto. Le Lo Bue sono state anche protagoniste della finale B del singolo Pesi leggeri: seconda piazza per Giorgia, per 36 soli centesimi alle spalle di Lara Maule, delle Fiamme gialle. Quarto posto per Serena Lo Bue, arrivata a 11 secondi dalla prima. L’ultimo oro è firmato ancora una volta Sc Palermo: Francesca D’Angelo ha vinto il quattro di coppia nel misto Lni Barletta-Vvf Carrino, imponendosi con 13 secondi di distacco sul Gavirate. Per lei anche un quinto posto nella finale B del singolo Ragazze, col tempo di 9’12”.

Capitolo argenti: il più bello e prestigioso arriva dalla coppia Francesco Armetta-Giuseppe Urbano Tortorici (Lauria), autrice di una grande gara. I due palermitani sono arrivati alle spalle dell’Orbetello con un distacco di appena 1’’89 e hanno battuto la Lario per soli 55 centesimi. Gli altri due argenti arrivano grazie all’otto Junior e a quello Senior: il primo con a bordo Fabio Guerrera (Telimar), nel misto Rowing genovese-Crv Italia, il secondo per merito di Federico Amato e Angelo D’Amico (Sc Palermo), Davide Bignami, Eugeniu Zabolotnii e Andrea Ruvolo (Telimar) insieme ai compagni di Corgeno e Murcarolo. Il secondo bronzo – oltre a quello vinto da Ficarra e Galoforo – se lo aggiudicano i due palermitani del Telimar Andrea Ruvolo e Davide Bignami, nell’armo misto Corgeno-Murcarolo, col tempo di 6’32’’. Nella stessa gara, sesto il Peloro formato da Giuseppe Minutoli, Domenico Crisafulli, Federico Poggioli e Dario Femminò, in 6’52’’.

Ricco anche il capitolo piazzamenti, a partire dal due senza Senior del Telimar: Emanuele Gaetani Liseo e Mirko Cardella sono arrivati quinti col tempo di 7’07’33 dietro a tre equipaggi della Romania e a uno della Nazionale italiana. Per loro, anche un quinto posto nella gara a invito dell’otto disputata a fine giornata solo da atleti della Nazionale. Sempre tra i Senior, nel quattro senza, settimo posto per Ionut Vladut Brinza nell’armo della nazionale romena, targato Crv Italia: l’atleta del Telimar si è fermato a dieci secondi dal podio col tempo di 6’45’’14. Nulla da fare, invece, per il quattro senza del Telimar con Cerasola, Gaetani Liseo, Cardella e Vincenzo Serpico (Fiamme Oro), a causa dell’influenza che ha colpito Cerasola proprio durante il fine settimana. Nella finale B del doppio Pesi leggeri maschile, quarto Umberto Mignemi (Unione siciliana) insieme a Andrea Grassini (Arno), col tempo di 6’58’’54. Quinti Alberto Conti (Telimar) e Andrea Esposito (Saturnia), in 6’59’’30. Nel doppio Senior, finale B, settimo Eugeniu Zabolotnii con Patrizio De Lucia (Roma), in 7’14’’99.

Tra i Ragazzi, bellissima finale B nel singolo dove l’arrivo, dal secondo al quinto posto, si è giocato al fotofinish in appena 8 decimi. Tra i protagonisti, Calogero Galletto (Lauria), terzo in 8’13’’.06 (a 3 centesimi dal secondo), e Guglielmo Caprì, quinto in 8’13’’83 (a 33 centesimi dal quarto). Nel doppio Ragazzi maschile, bella vittoria in Finale B per Francesco Lo Bue, fratello delle campionesse del mondo Giorgia e Serena, e Luca Francaviglia (Sc Palermo): i due giovanissimi atleti giallorossi si sono imposti per soli 13 centesimi sul Giudecca, 92 centesimi sulla Timavo e 96 sulla Retica. Nella finale B del quattro di coppia Ragazzi, secondi in 6’49’’50 gli atleti della Sc Palermo Gaetano Macaluso, Walter Sciara, Armando Barraja e Vincenzo D’Amelio.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *