Case e magazzini svaligiati| Allarme furti in viale Strasburgo - Live Sicilia

Case e magazzini svaligiati| Allarme furti in viale Strasburgo

Segnalazioni e denunce anche dalla zona di Pallavicino. Ladri in un box di viale Strasburgo e nell'appartamento di un'anziana. I residenti: "Gente sospetta, non ci sentiamo al sicuro".

Palermo
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – Abitazioni, box, magazzini. Il trend ha preso il via questa estate e continua a collezionare episodi che fanno crescere l’allarme. Furti a raffica nella zona compresa tra viale Strasburgo e Pallavicino, da cui decine di segnalazioni e denunce alle forze dell’ordine confermano la presenza costante di bande organizzate pronte a mettere a segno i colpi soprattutto nelle ore notturne.

Nei mesi scorsi diversi residenti della zona hanno segnalato la presenza di giovani donne rom negli androni dei palazzi. In un caso tre ragazze sono state segnalate già dietro la porta di una famiglia, ma all’arrivo della polizia si erano date alla fuga. Episodi che preoccupano chi abita nel quartiere, che spera non si tratti di “sopralluoghi” che anticipano il furto, uno dei tanti che nelle ultime settimane carabinieri e polizia hanno registrato.

Ultimo, in ordine di tempo, quello ai danni di un pensionato: qualcuno nella notte ha letteralmente ripulito il suo box. All’interno c’erano una bicicletta, attrezzi da palestra e materiale edile. In un appartamento, invece, l’amara sorpresa per una donna al rientro delle vacanze: l’abitazione è stata trovata a soqquadro e i ladri si erano impossessati dei gioielli custoditi nella camera da letto. Denunce anche da Pallavicino: in via Mater Dolorosa, nella casa al piano terra di un’anziana, qualcuno ha rubato soldi e oggetti preziosi per mille e cinquecento euro.

“E’ ormai da un anno che viviamo nella paura – dice Rosangela Badalamenti, che abita in una traversa di viale Strasburgo -, da quando un mio vicino è stato derubato mentre dormiva”. La donna si riferisce ad un colpo che fruttò ben venticinquemila euro ai malviventi: l’anziano si accorse di quello che era successo soltanto al suo risveglio, l’indomani mattina. Sotto choc lanciò l’allarme alla polizia, ma chi era entrato in azione non aveva lasciato alcuna traccia: probabilmente era riuscito ad entrare dal balcone. “Sono necessari maggiori controlli – aggiunge Badalamenti -. Da tempo notiamo gente sospetta nella zona, il portone del mio palazzo è stato danneggiato due mesi fa. Chiediamo soltanto di vivere più tranquilli”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Sindaco Orlando ma lei che ci sta a fare ancora a Palermo non serve a niente!!! Palermo e allo sbando non si può vivere più tranquilli!! Vergogna

    Rom? gli farei fare una fine!!!!!

    cosa aspettiamo a mettere sotto controllo strettissimo loZEN ed il campo ROM della Favorita?

    Vista la penuria di lavoro,molti si sono inventati questo tipo di
    nuova attivita’,senza partita iva,senza autorizzazioni,senza iscrizione all’inps,alla camera di commercio,fra le altre cose,ed e’
    la piu’importante a rischio zero.Lo stato infatti che tutela questi
    nuovi imprenditori,ha ben pensato di propinare pene sotto i 4 anni di detenzione,quindi nel malagurato caso che vengano presi
    e la cosa e’estremamente difficile,li rimettono fuori subito,(sotto i 4 anni niente galera)cosi che,possano riprendere subito la loro attivita’.Se poi qualcuno li scopre mentre sono impegnati a svali
    giare la loro casa,e tenta di difendere la propria vita e i propri affetti,ecco che subito viene punito,si per interruzione di attivita’,
    nello stesso tempo visto che costoro dopo i furti mettono in giro
    i soldi che recuperano dalla refurtiva ecco che qualcuno sara’
    contento cominicandovi che aumenta il pil !!!!!!!!!!!!!
    P.S. e poi possono pure spendere fino a 3000 euro senza traccia
    bilita’

    Bellissimo,carino,ben azzeccato,il commento dell’ “osservatore”
    e’ la radiografia di una triste realta’,il cittadino onesto ha le mani
    legate,nel vero senso della parola quando dei delinguenti pene
    trano nella sua casa.Si parla di far west quando il cittadino onesto decide di armarsi,ma per le migliaia di armi in mano alla delinguenza non e’far west? Ci sono armi per capovolgere questo
    stato di cose? Si.Solo che le istituzioni ormai hanno deciso a fa
    vore di chi schierarsi,quindi …….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.