Catania, droga: spacciavano insieme, arrestati - Live Sicilia

Droga, spacciavano insieme da una panchina: arrestati

I due, un 68enne e un 22enne, sono stati notati dai Carabinieri per l'andirivieni di clienti intorno alla loro postazione
LIBRINO
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Uno faceva la vedetta e prendeva i contatti, l’altro cedeva la droga: con l’accusa di spaccio si stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo di Catania Fontanarossa hanno arrestato in flagranza di reato un 68enne e un 22enne, entrambi catanesi.

L’andirivieni di clienti

I militari, impegnati nella serata in un servizio di contrasto all’illegalità diffusa ed in particolare allo spaccio di droga nel quartiere di “Librino”, transitando lungo il Viale Nitta, hanno notato due uomini intorno ai quali cominciava il solito andirivieni di “clienti”.

Durante alcuni passaggi nella strada, i Carabinieri hanno osservato i due pusher seduti uno accanto all’altro con compiti differenti: il 68enne si occupava di tenere la situazione sotto controllo e di prendere contatti con i clienti, mentre, il 22enne all’occorrenza faceva la spola dalla panchina ad un cespuglio di sterpaglie nei pressi dell’ingresso di un palazzo.

L’intervento

I carabinieri, per evitare che si protraesse l’attività delittuosa in corso, hanno deciso di intervenire e hanno pertanto bloccato il 68enne e il 22enne mentre stavano effettuando una cessione di sostanza stupefacente.

All’esito del controllo effettuato sui due catanesi i militari hanno trovato il 22enne in possesso della somma di 60 euro, mentre il 68enne della somma di 15 euro, ritenuti provento dello spaccio.

Nascosta tra il cespuglio, dove aveva iniziato a rifornirsi il 22enne, i militari hanno inoltre rinvenuto una busta di plastica contenente marijuana del peso complessivo di 956 grammi, già suddivisa in dosi, pronte per essere vendute.

I controlli sul reddito di cittadinanza

Il supporto dei colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania ha consentito di accertare che il 68enne è percettore di reddito di cittadinanza e pertanto, tale circostanza, è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria per le determinazioni di competenza.

L’Autorità Giudiziaria che ha convalidato l’arresto ha disposto per il 22 enne la traduzione presso il carcere catanese di Piazza Lanza, mentre, per il 68enne la sottoposizione agli arresti domiciliari.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.