Per Ciani una mission impossible | Agrigento sfida la Fortitudo Bologna - Live Sicilia

Per Ciani una mission impossible | Agrigento sfida la Fortitudo Bologna

Il coach dei siciliani suona la carica in vista della serie playoff.

basket -serie a2
di
0 Commenti Condividi

AGRIGENTO – È una mission impossible ma Ciani è pronto. I playoff hanno riservato un avversario tra i più forti, la Fortitudo Kontatto Bologna, squadra il cui obiettivo dichiarato è quello del salto di categoria. Ma la storia ha dimostrato che la Fortitudo Agrigento non ha paura di nessuno ed è in grado di poter battere ogni avversario con la forza del gruppo e la determinazione. La stessa determinazione che dimostrano Franco Ciani e Cristian Mayer a pochi giorni dall’inizio delle gare del Palamoncada: “Siamo consapevoli di giocare con la squadra più forte dell’intero lotto, che ha pure dato un segnale importante acquistando Cinciarini, aumentando a dodici giocatori, tutti di grande livello – spiega Ciani in conferenza – È una grande società con un grande allenatore e un grande pubblico che vuole faro il salto, e ha tutto per farlo. Noi stiamo lavorando per fare l’impresa: abbiamo la consapevolezza che affrontiamo una squadra fortissima”.

I playoff arrivano al termine di una grande stagione, dove la Fortitudo ha ottenuto la più alta posizione mai raggiunta, come sottolinea il direttore sportivo Mayer: “Abbiamo fatto una grande cosa, battendo i record degli anni precedenti. Ogni anno abbiamo sempre raggiunto il nostro obiettivo, anche quest’anno pur con un momento calante, abbiamo avuto importanti exploit, come le sette gare consecutive”. Questo percorso ha permesso di acquisire prestigio anche in campo nazionale: “Aver acquisito credibilità è il frutto di lavoro di anni – commenta Ciani – siamo una delle poche realtà in cui il termine ‘progetto’ ha un suo significato. Ogni anno abbiamo dimostrato di essere all’altezza, il nostro compito sarà ripeterci anche quest’anno dimostrandoci all’altezza, sotto il profilo tecnico e tattico”.

Prime partite in casa per la Moncada (gara 1 lunedì uno maggio alle 18) che vuole coronare la stagione sconfiggendo una delle candidate alla promozione. Per questo però serve il pubblico delle grandi occasioni: “Abbiamo la necessità di vincere in casa e per questo chiediamo il supporto del pubblico – chiede a gran voce Mayer- Mi auguro che il Palamoncada sia una bolgia, perché quest’anno la società fatto investimenti ingenti. Mi dispiace di qualche critica eccesiva del pubblico quest’anno, quando abbiamo fatto tanto. Noi abbiamo bisogno di positività per andare avanti”. Al ‘diesse’ fa eco il coach: “Il fattore campo è fatto dalla gente, non dal palazzetto, là sentiremo il fattore campo, spero che anche qui si crei una bolgia. Mi aspetto che il Palamoncada abbia lo stesso atteggiamento, è il momento di starci vicino e sostenerci. L’unica forma di amore alla squadra è venire a fare il tifo. Chi non viene al Palamoncada non ci ama”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.