"Comune di Palermo sordo": si dimette il garante dei diritti dei disabili - Live Sicilia

“Comune di Palermo sordo”: si dimette il garante dei diritti dei disabili

Marcella La Manna lascia l'incarico
2 Commenti Condividi

PALERMO – Tre anni di silenzi, di richieste inattese, l’ultimo atto per dare ancora voce ai cittadini con disabilità e alle loro famiglie era un gesto forte come le dimissioni. “Non voglio che la figura del Garante dei diritti delle persone con disabilità venga confusa con un’amministrazione inadempiente.” Queste le parole che motivano la decisione di lasciare l’incarico dell’avvocato Marcella La Manna.

Marcella La Manna

“A pochi interessa la situazione di disagio che vivono ogni giorno i cittadini con disabilità, che non riescono a svolgere le loro necessità quotidiane, ancor meno al primo cittadino della quinta città d’Italia”.

E’ questa la denuncia dell’ex Garante dei diritti delle persone con disabilità, Marcella La Manna, che la settimana scorsa ha rassegnato le sue dimissioni al Comune di Palermo. “Sono rimasta inascoltata”.

Anche oggi, nel corso della conferenza stampa organizzata per spiegare le motivazioni delle sue dimissioni l’unico consigliere comunale presente era il leghista Igor Gelarda, “anche se l’invito era stato inoltrato a tutti i quaranta membri del consiglio” dichiara il capogruppo del Carroccio.

“Poca attenzione e risorse scarsissime, ho avuto tante difficoltà nel svolgere questo gravoso incarico, la città è grande e le persone con disabilità e le loro famiglie sono numerose e i disagi e le criticità presenti in città sono innumerevoli, soprattutto legate alle barriere architettoniche – dichiara l’avvocato La Manna -. Nella mia ultima relazione consegnata nel gennaio 2022, ho diffidato l’amministrazione comunale per  la mancata realizzazione del Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, introdotti da una legge del 1986. Ho chiesto, nella stessa relazione, la costituzione di una task force o di un tavolo permanente, così da identificare i punti più critici della città e magari intervenire con piccoli interventi in economia, utilizzando le maestranze comunali.” Ma anche queste richieste hanno registrato il silenzio.

Nominata a maggio 2019, l’ex garante è riuscita a portare a termine alcune azioni: la riorganizzazione dell’Organismo Territoriale per la promozione dei diritti delle persone con disabilità. L’Organismo – istituito con Determinazione Sindacale n. 82 del  5 luglio 2017 e coordinato dall’Assessore alla Cittadinanza Solidale – è formato da 21 rappresentanti di Enti e Associazioni. “Abbiamo lavorato bene, ho creato i nuovi coordinatori affinché potessero incontrarsi anche in autonomia, ho lavorato sodo, dedicato tempo e ci ho messo il cuore.” A seguire è stato migliorato un vecchio protocollo d’intesa del 2012 tra Comune, Asp e tribunale per tutori e amministratori di sostegno. “Mi sono impegnata in prima linea durante la pandemia per verificare che le corsie preferenziali per i fragili fossero rispettate.”

Dimissioni Garante Disabili. Nota dell’assessore Cinzia Mantegna

“L’attenzione alle persone con disabilità rappresenta per l’amministrazione comunale un costante ed attento impegno per garantire attraverso i servizi quanto necessario. L’Impegno di spesa per l’anno 2021 dell’assessorato alla Cittadinanza Solidale nei 12 interventi ( SAD, Ricovero Inabili,Trasporto, Piani individualizzati etc) rappresenta un costo totale di Euro 11.941.092,56. In questi anni grazie al confronto realizzato con il coordinamento e con gli organismi che rappresentano le persone con disabilità si è creata una sinergia ed un dialogo per trovare sempre soluzioni possibili per i diritti esigibili delle persone con disabilità. Mi dispiace molto che la Garante delle persone con disabilità abbia deciso di dimettersi ma il mio impegno è e sarà quello di dare continuità al lavoro avviato in questi anni per continuare a sostenere le persone con disabilità”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    …..e Orlando fin’ora dov’è stato. Non mi risulta che ci siano nastri da tagliare

    Purtroppo non c’era di aspettarmi nulla di buono da una amministrazione che lascia sulla strada del cimitero più di mille bare !!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.