Confisca dei beni definitiva | per Lo Iacono, uomo di Madonia - Live Sicilia

Confisca dei beni definitiva | per Lo Iacono, uomo di Madonia

Costituiva 'l'appendice' a Genova della famiglia di cosa nostra di Vallelunga Pratameno (Caltanissetta)

Mafia, la decisione della Cassazione
di
0 Commenti Condividi

GENOVA – La Corte di Cassazione, dichiarando inammissibili i ricorsi, ha confermato la confisca dei beni sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Genova a Antonino Lo Iacono, residente nel capoluogo ligure e considerato elemento di spicco della famiglia mafiosa dei Madonia. Antonino Loiacono, condannato nel 2003 a 20 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti era uomo di fiducia di Piddu Madonia e costituiva ‘l’appendice’ a Genova della famiglia di cosa nostra di Vallelunga Pratameno (Caltanissetta) anche per la gestione delle estorsioni nell’Italia settentrionale e per il reimpiego dei proventi derivanti dal traffico di sostanze stupefacenti in investimenti immobiliari. Tra i beni confiscati, conti correnti bancari e postali, abitazioni, terreni, negozi e magazzini a Genova, Alessandria e Caltanissetta per un valore di circa due milioni di euro.

(Ansa)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *