"Covid e contagi, basta con i talebani della mascherina..."

“Covid e contagi, basta con i talebani della mascherina…”

La situazione della pandemia e il parere dell'infettivologo.
L'INTERVISTA AL PROFESSORE CASCIO
di
3 Commenti Condividi

Professore Antonio Cascio, infettivologo e primario al Policlinico, cosa sta succedendo con il Covid?
“Che Omicron 5 sta diventando la variante prevalente ed è molto più contagiosa. Come Omicron 2 era molto più contagiosa delle precedenti. Da qui il numero altissimo di contagi”.

Sono giorni difficili e pandemici, anche per la Sicilia. Il pronto soccorso del ‘Cervello’ denuncia il pienone. Aumentano i positivi e i ricoveri ordinari, secondo bollettino. LiveSicilia chiede lumi agli esperti e continuerà a farlo.

Crescono anche i ricoveri, professore. Il pronto soccorso del ‘Cervello’ è in tilt.
“Ci sono tanti ricoverati, è vero, ma in quanto positivi. Tuttavia, bisogna distinguere tra chi soffre per il Covid e chi invece è semplicemente positivo e ha un’altra patologia”.

In ospedale dicono, però, che si ricominciano a vedere le polmoniti da coronavirus.
“Non mi risulta che siano tantissime, al momento. Se poi aumenteranno in misura esponenziale, lo vedremo. Comprendo che la bacchetta magica per sistemare la situazione nei reparti non ce l’ha nessuno”.

Criticità ne avverte?
“Scarseggia, per ora, uno degli antivirali più importanti a Palermo, il Molnupiravir. Ma presto arriveranno le scorte e sarà, di nuovo, largamente a disposizione”.

Favorevole a togliere le mascherine ovunque?
“Sono favorevole a togliere l’obbligo e a raccomandarne l’uso per i fragili, gli anziani e i grandi obesi quando si trovano in locali chiusi specialmente se affollati. La mascherina FFP2, se indossata bene, protegge molto bene. Non sono d’accordo con i talebani della mascherina che vorrebbero imporla a tutti..”.

Cosa prevede?
“I casi aumenteranno, ma non me la sento di spargere allarmismi. Secondo me, nel tempo, ci stiamo avviando verso una convivenza pacifica con il virus”.

Vaccini?
“Presto arriveranno quelli aggiornati, ma nel frattempo utilizziamo senza alcun indugio quelli di cui disponiamo. Vaccinarsi è essenziale. Chi può fare la quarta dose la faccia, subito e senza perdere tempo. Sarà protetto, nel tempo, dalla malattia grave”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    “Scarseggia, per ora, uno degli antivirali più importanti a Palermo, il Molnupiravir. Ma presto arriveranno le scorte e sarà, di nuovo, largamente a disposizione”.

    da qui si spiegano molte cose. Questo professore è uno dei pochi che stimo. Sempre attento a cosa dice, mai terrorista, dice realmente le cose come stanno, altro che certi suoi colleghi. Complimenti!

    Bravo Cascio!
    La gente non ne può più della mascherina.
    Dopo 2 anni e mezzo qualunque politico riproponesse l’obbligo di mascherina non sarebbe rieletto!
    E’ il provvedimento più impopolare della stagione del covid.
    Avere tolto obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso è stato accolto con un’ovazione dal popolo.

    …. e meno male che è infettivologo… era meglio il grande pediatra Cascio… indimenticato… forse il padre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.