Centro storico e piano commerciale |I progetti dell'assessore Balsamo - Live Sicilia

Centro storico e piano commerciale |I progetti dell’assessore Balsamo

Dall'opposizione a Enzo Bianco alla giunta Pogliese. Parla l'assessore alle Attività produttive che assicura: "Frizioni politiche si comporranno"

l'intervista
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Dagli scranni dell’opposizione all’amministrazione Bianco alla Giunta Pogliese. Una delega, quella alle Attività produttive che, di fatto, rappresenta una sorta di continuità, dal momento che, per cinque anni, è stato presidente della commissione consiliare permanete al commercio. Ludovico Balsamo, smessi i panni di consigliere comunale, veste da qualche mese quelli dell’assessore della squadra di governo del sindaco Pogliese. Scelto in quota Fratelli d’Italia, partito al quale è approdato con il collega Manlio Messina, Ludovico Balsamo a idee chiare su quello che è il suo nuovo incarico. “Agire, ascoltando tutte le esigenze e portando avanti dialogo e dibattito”, afferma a LiveSiciliaCatania. A partire dalla questione “riapertura della via Dusmet.

Assessore, cosa avete stabilito per la porzione di via Dusmet che la passata amministrazione aveva chiuso al traffico. Riaprirete?

Stiamo ancora lavorando per studiare una soluzione valida che possa andare incontro alle esigenze dei cittadini, degli operatori della pescheria e dei turisti, Siamo orientati a un cambio nell’orario di apertura, per agire sulla viabilità della zona, per evitare auto in sosta vietata o posteggiate in doppia file, ad esempio, cercando altre zone da adibire a parcheggio, ma terremo presenti le esigenze di tutti.

Il centro storico, non solo la via Dusmet, sembra esigere attenzione. La via Crociferi, la via del barocco catanese per eccellenza ad esempio, è spesso trasformata in parcheggio. Che intenzioni avete?

Anche sulla via patrimonio Unesco siamo intervenuti immediatamente, potenziando i controlli.  Ho chiesto ai vigili urbani di pattugliare più frequentemente l’area e verificare le condizioni della sosta selvaggia. La nostra intenzione è quella di portare avanti una forte azione contro gli incivili in tutta la città, a cominciare dal centro. Nella zona della movida, ad esempio (quella racchiusa tra le vie Etnea, di Sangiuliano, Vittorio Emanuele e Ventimiglia ndr) abbiamo ripristinato il presidio dei dipendenti della sostare ai varchi della Ztl ed effettuato una pulizia straordinaria che non era mai stata fatta in questi anni.

Le iniziative della passata amministrazione, come il Lungomare liberato, le manterrete?

Stiamo lavorando affinché possa essere una giornata di festa  per tutti, e che non danneggi nessuno. Pensiamo che l’organizzazione debba vedere i commercianti protagonisti e attori coinvolti.La manifestazione piace, ma va rivista come un’occasione per tutti e non come organizzata prima. Per quanto riguarda il cambio di passo, invece, su input del sindaco Pogliese, lo sforzo principale che stiamo facendo in questi giorni alle Attività produttive è quello di rendere gli uffici accoglienti e funzionali, facilitando le procedure per chi vuole investire nella nostra città o chi lo ha già fatto. Insomma, per fare della Direzione un punto di riferimento per gli imprenditori coraggiosi.

E per i residenti del centro, che lamentano da anni disagi e inciviltà?

Ho incontrato più volte i residenti e i rappresentanti dei comitati cittadini  l’intenzione p quella di portare avanti un dialogo continuo e costruttivo. Il centro storico è di tutti e tutte le esigenze saranno contemperate. La gente è predisposta bene nei nostri confronti e noi non abbiamo intenzione di deludere le aspettative dei catanesi.

Il Piano commerciale è una delle grandi incompiute della città di Catania dalla quale dipendono molte altre programmazioni. Lo sta predisponendo?

Il Piano commerciale è, di fatto, una variante urbanistica a tutti gli effetti. A settembre, con il Consiglio comunale insediato e gli organi operativi, il sindaco e la giunta inizieranno a lavorarci, prendendo in riferimento il Piano regolatore Piccinato oppure, dal momento che il primo cittadino ha in più occasioni affermato come il Prg sia un’assoluta priorità per la città e per l’amministrazione, lo realizzeremo immediatamente dopo, tenendo presente la nuova programmazione urbanistica. Questo è un argomento di cui mi sono occupato quando ero consigliere comunale e che porterò avanti adesso che faccio parte del governo cittadino.

Lei, esponente di Fratelli d’Italia, una delle anime del centrodestra che hanno portato alla vittoria Salvo Poglise, pensa che le beghe politiche bloccheranno l’azione amministrativa? O tutto si comporrà? 

Mi risulta che, sin dai primi momenti, sin dall’insediamento,il sindaco abbia fatto un grande sforzo  per allargare la giunta  dieci componenti. Sono sicuro che la compagine di centrodestra troverà la quadra e produrrà ogni sorta di frattura.

Quali errori pensa abbia fatto l’amministrazione precedente? E quali iniziative positive, invece?

Sono stato parte di una forte opposizione all’amministrazione Bianco, per cui non sta a me giudicare gli errori o esaltarne le qualità. Lo hanno già fatto gli elettori il 10 giugno bocciando il sindaco uscente e premiando Salvo Pogliese, Di sicuro, coinvolgeremo il Consiglio comunale, che riteniamo importante.

 

 

 

 

 

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *