Ex deputati, burocrati, amici del Pd | Chi compone gli staff del governo - Live Sicilia

Ex deputati, burocrati, amici del Pd | Chi compone gli staff del governo

Con Musumeci il fratello di una deputata Dem. Chiamati Alongi, Scilla e il consulente di Faraone

Il nuovo esecutivo
di
24 Commenti Condividi

PALERMO – Stanno arrivando un po’ per volta, nel solito, consueto pellegrinaggio verso gli uffici di gabinetto di governatore e assessori. Sono politici, ex deputati, militanti e fedelissimi. E persino qualcuno che apparentemente, col centrodestra dovrebbe entrarci poco o nulla.

Gli uomini (e le donne) del presidente

A cominciare dagli uffici del presidente della Regione Nello Musumeci. Lì stanno per insediarsi Aldo Piccione e Patrizia Potestio. Chi sono? Il primo è il fratello di Teresa Piccione, deputato nazionale uscente del Pd, vicinissima al capogruppo all’Ars Giuseppe Lupo. La seconda è la vedova di Riccardo Piccione, altro fratello di Teresa, deputato regionale e poi consigliere comunale scomparso prematuramente dieci anni fa. Insomma, uomini e donne vicine a esponenti del centrosinistra, tra i nomi “di fiducia” del governatore del centrodestra. Andranno a completare uffici di staff già delineati soprattutto tramite il richiamo degli “interni”. Il capo di gabinetto è Gianluigi Amico, e in quell’ufficio lavorano Rosalia Nicolosi e Maria Pizzo. A capo della segreteria tecnica c’è Giacomo Gargano e nell’ufficio sono stati chiamati Angela Di Stefano, Giuseppe Geraci, Emma Giunta e Giuseppe Gulli. La segretaria particolare del presidente è Alessia Trombino, mentre della segreteria fanno parte Marco Intravaia (addetto anche al cerimoniale) e Ornella Pellingra già animatrice del comitato elettorale di Musumeci.

Alla Sanità il consulente di Faraone 

Fedelissimi, gli ultimi due, del governatore. A questi, come detto, si aggiungeranno nomi che richiamano all’universo del Pd. Ma non sono gli unici casi. Se guardi dentro l’ufficio di gabinetto dell’assessore alla Salute Ruggero Razza scopri ad esempio che il “vicario” del capo di gabinetto Mario La Rocca è Eugenio Ceglia, già consulente del sottosegretario del Pd Davide Faraone sia al Miur che all’assessorato alla Salute. Sempre nell’ufficio di gabinetto ecco Rosa La Monica, Carlo Rappa, Marcello Vitale e Giuseppe Giandalone. Nella segreteria tecnica troveranno posto Elena Pizzo, Maria Valentino e Carlo Megna; mentre nella Segreteria particolare ecco Margherita Ingrassia, Rita Pignataro, Gaspare Noto.

Ex deputati nello staff 

L’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera ha voluto affiancare in qualità di vicario Nicola Calderone, uomo di Forza Italia con incarichi di vertice in provincia di Palermo e in passato collaboratore del presidente della commissione Bilancio Riccardo Savona, al capo di gabinetto Marcello Maisano. La segreteria particolare è poi composta da Loredana Messina e Alessia Davì. Mentre nello staff arriva anche un ex deputato regionale: l’ex di Grande Sud Toni Scilla. Un ex deputato regionale lavorerà anche con l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano: si tratta di Pietro Alongi, che nei mesi scorsi ha dapprima abbandonato l’Alternativa popolare di Alfano, quindi ha partecipato alle Regionali nel collegio di Palermo non centrando l’elezione, essendosi piazzato dietro a Vincenzo Figuccia. A completare gli uffici di staff di Turano ecco il capo di gabinetto Grazia Terranova e i componenti Gioacchino Orlando, Gaetano Santoro, Carlo Domenico Turricciano e Daniela Costamante.

Amministratori e giornalisti: gli altri nomi

Gli unici esterni scelti invece dall’assessore al Territorio Toto Cordaro al momento sono Maurizio Lo Galbo, vicepresidente del consiglio comunale di Bagheria e Alberto Petta presidente del consiglio comunale di Piana degli Albanesi. Si aggiungono agli interni: il capo di gabinetto Beppe Battaglia, i componenti della segreteria tecnica Luca Gazzara e Ornella Infantellina, il segretario particolare Totò Caltagirone e la componente della segreteria particolare Marida Giordano. Un addetto alla comunicazione è stato invece inquadrato negli uffici di staff dall’assessore alla Famiglia Mariella Ippolito: si tratta di Salvatore Bartolotta. E di comunicazione si occupa Claudia Giocondo, chiamata dall’assessore alla Formazione Roberto Lagalla: la giornalista aveva seguito la campagna elettorale dell’ex rettore. È stato invece chiamato dal Policlinico Antonio Zito, che si aggiunge agli altri componenti interni: Graziella Lo Curto e Giuseppe Di Gesù (segreteria particolare), al capo di gabinetto Antonio Valenti e ai componenti Maria Concetta Caldara, Salvatore Ragonese e Rosanna Licari, al componente della segreteria tecnica Anna Mancuso.

Falcone e Grasso: gli staff sono pronti 

Il capo di gabinetto (interno, come prevede la norma) dell’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone è Salvatore Lizzio. Al suo fianco il vicario (esterno) Vincenzo Marchingiglio. A completare l’ufficio gli interni Giovanni Terrana, Rosa Valenti e Melchiorre Di Maria. Un esterno guida la segreteria tecnica: si tratta di Maurizio Maria Siragusa, mentre a completare l’ufficio ecco gli interni Vincenzo Cazzetta e Fabrizio Pandolfo. Infine, altro esterno alla guida della segreteria particolare: è Giovanni Li Volti. A completare l’ufficio un altro esterno, Marco Corsaro, e gli interni Maurizio Maccarrone e Aldo Spanu.

Già praticamente completati gli uffici di staff dell’assessore alla Funzione pubblica Bernadette Grasso. Gli esterni sono Giancarlo Migliorisi, dirigente dell’ex Provincia di Ragusa e politicamente vicino a Gianfranco Micciché, scelto come capo di gabinetto vicario e capo della segreteria tecnica; Murizio Capone e Paolo Calcò. Si aggiungono agli interni Rosalia Pipia capo di gabinetto, Gioacchino Pontillo (già componente dell’ufficio di staff dell’ex assessore Luisa Lantieri), Maria Rita Puleo, Daniela Di Ferro, Roberto Palma (segretario particolare e incaricato di gestire i rapporti con gli organi di stampa), Stefano Mangano, Mario Gaetano Bellanca, Cecilia Cassarà e Marco Fiorella. Si popolano gli uffici di gabinetto. Da sempre il luogo ideale per deputati “sconfitti” e fedelissimi.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    E dove sta la sorpresa? Sono persone che devono pur portare un pezzo di pane a casa. No?

    La confraternita. B2B.

    Ma esattamente… la “notizia” quale sarebbe?

    Sarebbe interessante conoscere anche i nomi dei collaboratori del gruppo dei 5 Stelle…..

    Attendiamo di conoscere gli stretti collaboratori degli eletti 5stelle e il relativo grado di vicinanza…

    Che delusione,in sicilia non cambierà mai niente.

    Solo Sicilia Sutura della provincia ha perso le elezioni….. Il cerchio magico dei Palermitani si e’ ricostituito. Grosso modo per il 50% ci sono gli stessi scienziati che hanno affossato il governo precedente

    Avete votato Nello Musumeci, ora tenetevelo per 5 gloriosi anni.

    Giustamente chi ha lavorato per ciascuno di loro c’è stato il cioccolattino. Avevamo dubbi? Da quello che si intravede esiste già l’ammucchiata contro solo un avversario: 5S,

    ma chi l’ha votato sapeva benissimo che sarebbe andata così! ora aspettano che le promesse fatte vengano mantenute 😉

    lo spoils system nei rami di amministrazione regionale dovrebbe limitarsi a questi uffici di staff di assessori e presidente, per non gettare nel caos gli uffici con continue rotazioni di dirigenti

    Nessuna sorpresa, tutto ampiamente previsto , facrabbia che anche Musumeci ci prenda in giro, potrebbe evitare di fare proclami se poi è chiarissimo a tutti che la sua maggioranza la fa anche il PD

    Sarà bellissima? Se cominciamo così ……

    Alongi , Scilla. Tutti i perdenti ora premiati alla Regione Sicilia con stipendio di noi siciliani nei gabinetti degli assessori . Che bello spettacolo MICCICHE . Movimento 5 stelle per tutta la vita

    Hay hay….mangia ru to mangia e ru to saziatinni! E gli elettori muoiono di fame!

    E qual’e’ la sorpresa, nn avete ancora capito che sono come i ladri di Pisa di giorno litigano e la notte rubano insieme. Ora dico,questi che io ricordi sono 40 anni che ci prendono per i fondelli, sono tutti d’ accordo contro i 5 stelle e chi sa’ perche’…almeno per una volta remiamogli contro e bruciamoci con le nostre mani, piu’ scuro di mezzanotte nn puo’ fare.

    Uffici di gabinetto :luoghi dove transitano tutti i raccomandati a cui viene praticamente regalato un altro stipendio

    “La grande abbuffata”. Che nausea.

    Ma vi sembra normale che un ex deputato regionale come Pietro Alongi che dovrebbe essere dipendente pubblico del ministero dell’ interno per la precisione possa non espletare la sua attività lavorativa, magari mettendosi in aspettativa, per lavorare nel gabinetto di un assessore regionale?????
    Ma in che Razza di paese viviamo????
    Per non parlare dei recenti fatti di cronaca su Bacci e i centri scommesse abusivi.

    M’ha! Anche Il sig. Giuseppe Giandalone alla corte dell’assessore Razza è uomo di Faraone!
    Mi viene un dubbio….mica si stanno preparando all’inciucio di Governo Nazionale???

    tutta gente valida che ha portato la Sicilia ai primi posti nel mondo per benessere e sviluppo economico sociale….

    Che vergogna!Musumeci nomina nel suo staff gente del PD. Che schifo averli votati per poi far vincere quelli che hanno perso le elezioni e votato per Micari Presidente.
    Certo che la gente poi si allontana dalla politica, da certa poltica. Pensavo che Musumeci era diverso da Crocetta ma mi sbagliavo e di grosso.

    ma pure chi si è candidato ieri con il pd? ci vuole stomaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *