Un matrimonio senza la politica | Il sì gentile del candidato Micari - Live Sicilia

Un matrimonio senza la politica | Il sì gentile del candidato Micari

La foto di Antonio Giordano

Il rettore in corsa per Palazzo d’Orleans ha sposato Giusy Lenzo. LE FOTO

19 Commenti Condividi

PALERMO-  “Non possiamo fare finta di nulla” ha detto a un certo punto il celebrante,  Leoluca Orlando. Non si può fare finta di nulla: è piena campagna elettorale. Anche per lo sposo e – di riflesso – per la sposa. Fabrizio Micari e Giusy Lenzo hanno detto “sì” emozionatissimi. E sorridenti. “Nonostante un po’ di fango e un po’ di cattiverie” si lascia scappare a fine cerimonia il candidato governatore del centrosinistra. Una cerimonia “normale”, hanno tenuto a precisare gli sposi, applauditi da amici e colleghi. La politica, oggi, allo Spasimo, non c’era.

Ma fino a un certo punto, ovviamente. Poche ore prima, infatti, Micari, indossato l’abito della cerimonia, aveva risposto alle domande di Giovanni Floris, in vista della puntata di stasera “Di Martedì”. A quell’ora, quando cioè La 7 trasmetterà quella intervista, Micari starà festeggiando “a casa, con gli amici” spiega. E la campagna elettorale? “No, almeno stasera si ferma”, spiega. Ma la parentesi rosa dovrà necessariamente durare poco. Appena lasciato lo Spasimo, ecco infatti partire il comunicato stampa dello staff: già domani, alle 11, Micari “nella sede del comitato elettorale di via Libertà 12/A Micari incontrerà i rappresentanti della Fisac Cgil”.

Inutile fare finta di nulla. Come ha spiegato Orlando: “Sono felice – dice nel corso della cerimonia – che voi abbiate pensato a me in un momento così importante. Il vostro amore è straordinario come questo posto”, ha aggiunto allargando lo sguardo verso uno Spasimo che si preparava al tramonto. “Ma non avrebbe senso – ha aggiunto Orlando – non legare questo momento a quello che tutti stiamo vivendo, in particolare Fabrizio, ma anche Giusy. Questo matrimonio racconta che Micari è una persona normale, in un mondo in cui si pensa che la politica sia ‘un’altra cosa’. Quando è ‘un’altra cosa’ non è buona politica” ha proseguito Orlando preparando il “gran finale”: “La politica è compatibile con l’amore, anzi senza amore non c’è politica. Auguri, alla faccia dei ‘mmiriusi”. Strappa un sorriso agli sposi che il sorriso hanno stampato in faccia, il sindaco che scherza quando la sposa Giusy, arrivata all’altare accompagnata dal figlio ripete il suo “sì” per quattro volte. “Sì, sì, sì, sì”. E vai col bacio dei neo sposi e le note di Halleluja di Jeff Buckley, mentre poco prima era stato il turno di Moon River, e a fine cerimonia sarà la volta della colonna sonora de “La vita è bella”.

“La nostra nuova vita inizia oggi” spiega Micari che rivela anche che la scelta di fissare la data delle nozze prima del 5 novembre è stata presa non molto tempo fa: “E’ il segno – dice – della nostra volontà di iniziare una nuova vita insieme, a prescindere da ciò che accadrà il giorno del voto”. E Micari, fresco di “sì” ci crede: “Certo, penso che il voto utile sia il voto dato a me, perché credo di essere la persona giusta”. Attorno a lui, dentro lo Spasimo, la politica non c’è.

Ci sono le note suonate da un’arpa e l’allestimento affidato allo chef Natale Giunta. Si intravedono, tra le sedie trasparenti e i fiori bianchi, tanti docenti ed esponenti dell’Università palermitana. C’è Palo Inglese, che è anche testimone, e Maurizio Carta, c’è Alessandro Bellavista, Fabio Mazzola e Andrea Sciascia, tutti “pesi massimi” dell’Ateneo palermitano. Sorridente anche il commissario del Policlinico di Palermo (che è un ospedale universitario, appunto) Fabrizio De Nicola e presenti l’imprenditrice Marcella Cannariato (non c’era il marito Tommaso Dragotto) e l’unico ‘politico’ Maria Rita Puleo candidata a queste Regionali e testimone della sposa, “ma è amica di mia moglie da quando avevano tre anni”, precisa Micari. Gli altri testimoni sono, per la sposa, Chiara Terranova, Rosanna Nuara, Emilia Almasiola e la scrittrice Giuseppina Torregrossa indicata da Micari come prossimo assessore in caso di vittoria. Oltre a Inglese, Enrico Camilleri,  Giuseppe Provenzano, Rosanna Di Lorenzo, Giovanni Di Salvo i testimoni dello sposo.

Che nel clima di felicità immerge una goccia di rammarico: “La campagna elettorale è bellissima – racconta – nonostante il fango e i colpi bassi che arrivano. Regali? Abbiamo ricevuto il buono per un viaggio che faremo attorno a Capodanno, in un posto caldissimo”. Sarà la vera luna di miele. Per il momento, il pensiero non può non andare alle elezioni, ai partiti, ai rivali. Uno di loro, racconta Micari, ha fatto giungere i suoi auguri: “Mi ha chiamato Giancarlo Cancelleri, è stato molto gentile e ho apprezzato molto”. Come dire: gentili possono essere anche gli avversari, in questa campagna elettorale che si tinge inevitabilmente di rosa. “Non possiamo fare finta di nulla”, ha ammesso il celebrante Leoluca Orlando.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    Evviva gli sposi. Che si godano le loro nozze senza nessun problema…………e poi ritorno all’università a fare il rettore e così sia.

    Un uomo normale, dice giustamente Orlando. Chi è che non si candida a Rettore, poi da Rettore a Presidente della regione, e durante la campagna elettorale si sposa con tanto di giornalisti e fotografi invitati? Può accadere a chiunque.

    Sara’ una lunga luna di miele. Auguri

    In un clima elettorale esasperato, Micari e’ l’unico che trasmette serenita’…

    Ma che bella coincidenza! A parte la battuta auguri e figli quanto prima si spera.

    Auguri e figli…ricercatori
    (Non è un augurio ma una premonizione….)

    Può andare benissimo in viaggio di nozze il 7 novembre . Non avrà molto da fare a Palermo se non tornare (per dimettersi?)al Rettorato

    Certo che il tempo per fare passerella riescono a trovarlo ed anche pubblicizzarlo in maniera che lascia, sinceramente, perplessi! Ma a Palermo, patrimonio dell’Unesco sono questi gli eventi culturali che contano…la miseria, la munnizza e la mancanza di igiene e sicurezza (vedi gli ultimi articoli dedicati agli autoparchi della societa’ di raccolta rifiuti a cui questo grande servizio d’informazione non ha dedicato neanche una “rigarella”!) appartengono ad altre amministrazioni!!!

    resto perplessa…..

    E poi, che volete mettere, un giorno potrà raccontare ai suoi figli che per sposarlo si è scomodato persino il sindaco di Palermo Orlando, che notoriamente non si scomoda per nessuno a meno che non sia proprio un suo caro amico, quando si dice un matrimonio senza politica e senza particolarità

    Insomma un bel siparietto.Da salotto D’Ursiano. Pur di apparire si fa di tutto.Altro che privacy e intimità. D’altronde Renziani si diventa non per caso.

    Un matrimonio senza la politica ma per fare politica mi verrebbe da pensare…
    Leggendo gli articoli e guardando il video del matrimonio, pubblicato da un’altra testata, personalmente ho trovato di cattivo gusto lo sfruttare una occasione intima e personale come il matrimonio per fare un vero e proprio comizio e spot elettorale…
    Da “salotto D’ursiano” come qualche altro utente ha già detto in un commento precedente….

    Anche il brano only Time. “Enya”
    Le musiche sono state eseguite dal team. ” Le Dolci Note Music”

    Ma questo Micari fa tutto gentile.? Allora gentilmente si stia a casa… che alla Regione vogliamo Musumeci..grazie..

    Matrimonio senza la politica se appunto lo avessero fatto in maniera normale non con il sindaco e Micari che si mettono a fare il comizio!
    Ma per favore davvero una brutta bestia il Renzismo

    Finalmente Orlando è cardinale

    Auguri Micari, pensa ad altro che alla politica seria ci pensa Musumeci.

    Ipocrisia allo stato puro, certo che da Renzi si prende sempre il peggio ma proprio il PEGGIO! Anche perchè di buono non c’è proprio niente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.