Festa e lacrime dalla piazza | che aspetta la Finanziaria - Live Sicilia

Festa e lacrime dalla piazza | che aspetta la Finanziaria

I festeggiamenti degli ex Pip

Dopo il via libera all'articolo della Finanziaria che garantisce i sussidi ai lavoratori della Social Trinacria iniziano i festeggiamenti che coinvolgono pure i deputati, tra cui Fabrizio Ferrandelli. Intanto, continua la protesta di forestali e precari degli Enti locali.

29 Commenti Condividi

PALERMO – Cori di giubilo e festeggiamenti in piazza del Parlamento. A sorridere sono gli ex Pip della Social Trinacria. Dopo l’accordo trovato con il presidente Crocetta anche l’Aula ha dato il via libera all’articolo 41 della legge finanziaria. Per i 3.100 precari dunque arriva una proroga fino al 31 dicembre “nelle more che vengano concordate con il Comune di Palermo misure idonee” al loro inserimento lavorativo. Gli ex Pip seguono la diretta di Sala d’Ercole, e gridano la propria gioia qualche secondo prima del via libera all’articolo della Finanziaria. Dal balcone della commissione Bilancio si affaccia Fabrizio Ferrandelli, uno dei più strenui difensori della causa dei precari durante il braccio di ferro che è durato qualche settimana. Alza le braccia al cielo mentre i lavoratori lo applaudono.

Non è l’unico. Poco dopo l’ok dell’Aula scende fra gli ex Pip pure Edi Tamajo, seguito da Salvatore Lentini e Vincenzo Figuccia. Sono i quattro deputati palermitani più vicini alla causa dei precari assieme a Giuseppe Milazzo. L’ex candidato sindaco di Palermo viene anche sollevato dai manifestanti e portato in trionfo. Stessa sorte al ‘mediatore’, che nella tarda mattinata aveva incontrato il governatore Crocetta contribuendo all’accordo sui sussidi da 833 euro al mese, oltre agli assegni familiari. Proprio Crocetta è acclamato dalla folla, si affaccia rapidamente al balcone mentre la piazza lo reclama. Solo poche ore prima gli stessi manifestanti erano pervasi dalla rabbia ed accusavano il governatore di averli ingiustamente messi alla gogna e abbandonati. Dall’inferno al paradiso in poche ore, sempre in attesa di nuove soluzioni al termine del 2013. Mentre le trombe degli ex Pip continuano a suonare c’è chi mastica amaro.

A fianco sono neri in volto mentre presidiano l’ingresso dell’Ars i precari degli enti locali. Per loro è arrivata la proroga solo fino al 31 luglio e le risorse sono limitate fino a quella data. “Ci hanno dato solo la prosecuzione dei contratti fino al 31 luglio – dice Massimo Bontempo, del Mgl –. Siamo stanchi ed abbiamo deciso di dissotterrare l’ascia di guerra. Purtroppo abbiamo visto che i risultati si ottengono usando le maniere forti. Così non va bene”. Un altro sindacato autonomo, il Sifus, resta in piazza a rivendicare le aspettative di un altra categoria di lavoratori precari, ovvero i forestali. C’è una piazza che festeggia ed un’altra che mastica amaro e accompagnerà la lunga notte dell’Ars.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

29 Commenti Condividi

Commenti

    ESULTATE ESULTATE , MA VE LO AVETE CAPITO CHE NON AVETE PIU’ UN CONTRATTO DI LAVORO CON TUTTE LE GARANZIE CHE QUESTO VI DAVA, LO SAPETE CHE NON AVETE PIU’ LA TREDICESIMA E LA QUATTORDICESIMA , NON AVETE SOLDI IN PIU’ MA AVETE GLI STESSI SOLDI DI QUESTI TRE ANNI, NON AVRETE I PERMESSI LE FERIE ETC. NON POTETE PIU’ METTERE QUELLA CARRETTATA DI NIPOTI A CARICO TANTO PAGA L’INPS, E PER CHI SI TROVA NELLA CONDIZIONE DEGLI ARRESTI LAVORATIVI PERDERA’ TRA QUALCHE GIORNO ANCHE QUESTO BENEFICIO, RINGRAZIATE QUEI POLITICI CHE VI HANNO FATTO QUESTO BEL REGALO PER LA FESTA DEI LAVORATORI CHE INTENDIAMOCI NON E’ LA VOSTRA FESTA PERCHE’ DALLA MEZZANOTTE SARETE DEI SUSSIDIATI SENZA DIRITTI HIP HIP URRA’

    Pinuzzu meglio sussidiati che disoccupati.

    Il Presidente Crocetta non è stato di parola. Dopo 25 anni di precariato ed ormai cinquantenni dove potremo trovare un’occupazione? Altro che macelleria sociale, questo è stato un eccidio di massa. Si porteranno sul lastrico almeno 18.500 famiglie e , a seguire, naturalmente, anche l’economia siciliana. LA LEGGE E’UGUALE PER TUTTI COSA CHE NON E’ STATA IN SICILIA. I COLLEGHI REGIONALI ARTICOLISTI, FIGLI DELLA STESSA LEGGE, SONO STATI STABILIZZATI 3 ANNI FA E NON VEDO PERCHE’,NOI, ARTICOLISTI DEGLI ENTI LOCALI,SIAMO STATI TRATTATI DIVERSAMENTE. DOVREMO DENUNCIARE IL TUTTO ALLA COMUNITA’ EUROPEA PERCHE’ QUELLO CHE ABBIAMO SUBITO IN TUTTI QUESTI ANNI E’ STATO UN AFFRONTO ALLA NOSTRA DIGNITA’ DI UOMINI. SE FINISCE TUTTO IL 31 LUGLIO SPERO SOLO CHE INSIEME A NOI AFFONDI LA SICILIA!!!

    pinuzzu che vuoi chi si contenta gode meglio che niente ,alla faccia di chi e invidioso,grazie presidente per averci tolto dalle mani della mafia ,sindacati truffardi.833+ASSEGNI PER ORA MI STA BENE POI LA STABILITà VERRà E CHI VIVIVRà VEDRà,CIAO PINUZZI UMMIRIUSU.

    ma pinuzzu cosa avevano fatto per meritarsi questo posto..per grazia divina

    Credibile operazione. Finalmente salvi, il rischio era la morte. E Ferrandelli ha dimostrato di avere spalle larghe e grande potere politico e di negoziazione.

    Ma siete disoccupati e la realtà caro peppe i sussidiati non sono dei lavoratori, sono invece dei poveri che il comune aiuta, caro sussidiato.

    GRANDE PRESIDENTE CROCETTA… I SICILIANI LA RINGRAZIANO PER QUELLO CHE LEI E IL SUO GOVERNO STATE FACENDO PER QUESTA TERRA

    Ora torneremo a sentire le solite frasi da chi continuera’ a non fare un cavolo: ma io ppi 800 euro ‘u misi c’affari. E tutto si sperperera’ come prima. Viva gli imboscati, viva i violenti. Ora se crocetta si mettesse a pensare anche alla gente per bene, ai laureati disoccupati…. quelli che non si piazzano sotto l’ars, quelli che non fanno i tragediatori, quelli che stanno a casa a chiedersi come arrivare a domani.

    Altro che spalle larghe. Spalle strette e paura della piazza! Riconosco onestà intellettuale a Ferrandelli, ma non è così che si dà dignità e lavoro alle famiglie. Bisogna far ripartire le imprese e il turismo. Il lavoro andrà distribuito in questi settori chiave del privato e finiamoli con stì sussidi a piaggia per gente che aspetta solo la fine del mese e praticamente non produce niente, se non costi sociali.

    Vi è stato promesso lo zuccherino o l’ossigeno, meglio tenervi in vita, sarete utili per le prossime elezioni con promesse di stabilita e.c.c Votate gente votate

    Si continua sempre nello stesso modo niente aiuti alle imprese e al lavoro vero ma soldi ai parAssiti servi di una classe politica degna non di un paese civile

    Finalmente la Social Trinacria è stata distrutta, non vedo il motivo di molti lettori sull’accanimento che avete verso i pip, almeno da parte mia penso di meritare anche di più, sono a conoscenza che gran parte di questa gente ruba lo stipendio alla regione non facendo niente, ma non siamo tutti uguali! Grazie.

    Sindacato Fisascat non è certo merito tuo se abbiamo ottenuto qualcosa e nemmeno di qualche tuo simile, tu optavi per gli 8 milioni di euro e per la continuazione della social trinacria. Ormai siete fuori dai cuori dei pip. Auguri!

    è la dimostrazione che di lavoro non ne volete manco a brodo!
    Vi accordate con un sussidio e poi si vede, al limite di nuovo in piazza a romprere tutto, e specialmente le scatole di chi lavora sul serio per pagare le tasse per sti fannulloni, spiegatemi se questo non è un voto di scambio: i politicoidi col latte ancora in bocca che esultano con fannulloni, perchè il loro mega stipendio è salvo!!!

    Le lacrime dei Forestali mi sembrano fuori luogo,con i tagli mondiali assicurarsi gia’ le 78,100,150 giorni l’anno che equivale quanto i dipendenti che lavorano tutto l’anno……non capisco ancora questo aumento ancora delle giornate!!

    Ovunque Rosanero @.-Forse non sai che gli operai forestali a fine turno (78-101-151), vanno tutti in malattia (almeno quelli che sanno del giochetto) percependo dall’INPS un’indennità di quasi 50€ per ogni giorno di malattia ” minimo 90 giorni” fate voi i conti, all’inps non conviene fare i controlli e quindi indovinate chi paga!!!!!! e dimenticavo a fine malattia e con una domandina istanza a Roma non ricordo quale ente gli danno altre 800€ circa come contributo del malessere, CHIII DICIIIIIIIIII

    Salvi i precari!!! Ma cosa vuole dire che non ha fatto macelleria sociale? Lei, Signor Presidente ha fatto un eccidio di massa!! Si vergogni e si vergognino tutti i politici siciliani che in questi 25 anni hanno illuso la nostra categoria!!Si vergognino anche i Sindacati Confederali perchè non hanno alzato un dito per la nostra causa!!Ora dateci il reddito di cittadinanza perchè dobbiamo campare la nostra famiglia!!!Vergognatevi, vergognetevi, vergognatevi!!!

    La regione e gli enti locali siciliani non bandiscono regolari concorsi dal lontano 1985. Tra precari, gesip ed ex-pip mi viene da dire poveri figli nostri! Per loro non ci sarà futuro in questa bella terra di Sicilia!

    Non a spese degli altri, vergognatevi!

    Per Rangers:oltre 3-4mila euro di malattia al’anno aggiungo ancora disoccupaz agricola,assegni familiari+doppio triplo lavoro+la meta’di questi individui ha pure la moglie impiegata=40mila euro l’anno lavorando(diciamo),con soli tre-quattro mesi all’anno!!!!!!!!!!!!!!!!!Aggiornati RANGERS!

    Libera_mente: a spese di chi? mah

    Vedrai che non finirà!

    Non siamo disoccupati, visto che ogni mattina ci rechiamo al lavoro, abbiamo un carico di lavoro, timbriamo il badge…. facciamo le nostre ore, noi abbiamo chiesto dignità e l’abbiamo ottenuta, non avete capito nulla…. continuate con la favola dei fannulloni, forse dormite meglio con questo pensiero!

    Italia repubblica fondata sui parassiti. Ecco perché chi produce deve pagare il 60% di tasse. Ma tanto il problema sono solo i 20.000 euro mensili dei deputati. Se riuscissimo a evitare gli sprechi dei politici, cosa volete che siano centinaia di migliaia di pidocchi che vivono fregando il sangue di chi produce. Una proposta: un posto daprecario per ognuno dei 5 milioni di siciliani

    Allora regala la bacchetta magica a Ferrandelli e ti accontenterà!

    Ringrazio in primo luogo Ferrandelli, e chi con lui ha perorato la causa di noi lavoratori ex pip! Spero che si riescano a risolvere i problemi di tutti i precari, il diritto al lavoro non può essere calpestato, è di tutti, tutti meritiamo dignità!

    Ovunque Rosanero: Siamo sulla stessa linea, sono a conoscenza di quanto scritto, anche perché la disoccupazione ai poveretti che hanno diverse attività spetta, non sai dei poveretti che se non viene tolta l’IMU dovra pagare per 7-10 (non è sicuro ma siamo lì ) appartamenti di villeggiatura, e che li vedi a protestare per essere stabilizzati e arrivare a 151 giornate. Non aggiungo altro per non offendere…..

    x ki lavora in nero crocetta gli da un sussidio, x ki un lavoro nn ce la proprio specie i giovani li manda a fare in c..o, a proposito di andare a fare in c… ma i grillini ke fine hanno fatto anke loro come gli altri, poveri onorevoli attenti a nn uscire fuori o sarete espulsi dai capi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.