"Fiat, l'esasperazione è al massimo" - Live Sicilia

“Fiat, l’esasperazione è al massimo”

Il cordoglio di Raffaele Lombardo
di
4 Commenti Condividi

“Il nostro governo è stato sempre a fianco dei lavoratori. Oggi ci ha raggiunto questa triste notizia. L’esasperazione ha raggiunto il massimo livello. Serve una mobilitazione seria e decisa perché il governo non rinvii più le scelte per il futuro di Fiat”. Così il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, commenta la notizia dell’omicidio-suicidio commesso dall’ex operaio Fiat di Termini Imerese, Agostino Bova, che ha ammazzato la moglie, ferito la figlia e poi si è ucciso. “Noi abbiamo fatto la nostra parte – conclude – rendendo più appetibile l’insediamento con centinaia di milioni di investimenti”. La Fiat ha deciso di chiudere la fabbrica siciliana a fine anno.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    PROPRIO IL TUO GOVERNO MANCO SA DOVE SI TROVA TERMINI IMERESE, FATTI LA VALIGIA E VATTENE I SICILIANI NON TI VOGLIONO PIU’, U CAPISTI .

    …il governatore..pardon!…il presidente della Regione Siciliana…invece di scansarsi abilmente dalle responsabilità morali per il degrado socio-economico che vive oggi la sicilia, ridotta alla povertà!, pensi ad utilizzare e a spendere i fondi europei del POR che ammontano a poco più di ottomiliardi di euro, dei quali ancora oggi, dopo quasi tre anni del suo governo, non ha speso nulla (poco più dell’otto per cento!), facendo scivolare la Sicilia all’ultimo posto in Europa (illustri commissari europei lo hanno più volte sottolineato in conferenze pubbliche) per capacità di spesa e di utilizzo dei fondi europei!, in compagnia della bulgaria e della romania.
    Allora sì che qualcosa in Sicilia potrebbe cambiare e certamente tragedie come questa potrebbero essere evitate!

    Quando un padre di famiglia non può più dar da mangiare alla famiglia possono accadere gesti inconsulti!
    Il pane non si tocca, legge di vita! MEDITATE VOI CHE GIOCATE COL PANE DELLA GENTE.

    Salve
    Silenzioso rispetto per il drammatico evento.
    Il presidente Lombardo dice:
    “Noi abbiamo fatto la nostra parte – conclude – rendendo più appetibile l’insediamento con centinaia di milioni di investimenti”. La Fiat ha deciso di chiudere la fabbrica siciliana a fine anno.
    Non ci si deve nascondere dietro il paravento delle parole.
    Questi discorsi sono obsoleti.
    Chi governa deve trovare nuovi percorsi di crescita e non rimanere ingabbiato nelle tradizionali regole.
    Bisogna liberare il potenziale delle imprese e limitare il potere e l’influenza della politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *