Foss, concerto di Natale a Palermo: in scena il coro delle voci bianche - Live Sicilia

Foss, concerto di Natale a Palermo: in scena il coro delle voci bianche

I giovani saranno accompagnati dal Maestro Riccardo Scilipoti
SPETTACOLO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – La magia del Natale e l’incanto dello straordinario Coro di Voci Bianche della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana riscalderanno i cuori del pubblico la sera di giovedì 23 dicembre (ore 21) al Politeama Garibaldi.
Sul podio dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, che accompagnerà la giovane compagine vocale della FOSS, il Maestro Riccardo Scilipoti, al quale si deve la bravura dei piccoli cantori.

Protagonista assoluto, quindi,  il Coro di Voci Bianche della Fondazione  Orchestra Sinfonica Siciliana fondato nel 2009. Ai giovani allievi viene impartita una straordinaria preparazione che li mette in grado di affrontare con estrema duttilità un repertorio vasto che spazia dall’opera lirica sino al complesso repertorio della musica contemporanea. Tra i più importanti impegni, vanno ricordate le partecipazioni alle edizioni della Settimana Internazionale di Musica 
Sacra di Monreale, i concerti al fianco di prestigiosi artisti come Franco Battiato, le bellissime interpretazioni di lavori come L’Arca di Noè di Britten, Cenerentola Azzurro di Giovanni Sollima, Scene da Pollicino di Werner Henze, Brundibar di Hans Kráza, Il bambino Giovanni Falcone di Vincenzo Mazzamuto e molte altre. Memorabile è stata la 
partecipazione nel 2018 del concerto tenuto in Piazza Castelnuovo in occasione della visita a Palermo di Papa Francesco.

Strettamente legato alla bravura di questa piccola grande compagine corale, è quella di Riccardo Scilipoti, pianista e direttore d’orchestra di estrema finezza interpretativa che conta al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’estero, nelle più importanti sale e istituzioni musicali come il Teatro San Carlo, Ravenna Festival, Teatro Regio di Torino, Teatro Massimo di Palermo, la stessa Orchestra Sinfonica Siciliana, per citarne solo alcuni.

Il programma della serata, che sarà allietata da canti e musiche della  tradizione natalizia, si aprirà con A Christmas Festival Ouverture di Leroy Anderson, compositore statunitense di origini svedesi che compose questa pagina sinfonica nel 1950. Il programma continua con i classici del repertorio natalizio: non può mancare Tu scendi dalle stelle (arrangiamento di Alberto Maniaci), composto nel dicembre 1754 a Nola dal napoletano Sant’Alfonso Maria de’ 
Liguori, cui segue Christmas Waltz qui presentato in versione orchestrale e tratto dalla raccolta pianistica Le stagioni composta da  Čajkovskij nel 1876. Dopo il canto tradizionale tedesco Abete di Natale (O Tannenbaum) di autore ignoto del XVI/XVII secolo, sarà la volta di Sleigh Ride, celebre canzone composta nel 1948 da Leroy Anderson.

Dona nobis pacem, qui presentato nella versione orchestrale curata da Riccardo Scilipoti, è una pagina di Frode Fjellheim, musicista diventato famoso soprattutto per la canzone “Eatnemen Vuelie”, successivamente adattata come numero musicale iniziale di Frozen. Dopo il suggestivo Valse mélancolique del compositore léttone Emil Darzins, sarà eseguita Song of the bells di Leroy Anderson, e, ancora, il canto tradizionale Adeste fideles. La serata continua con un grande e bellissimo classico del Natale, Lo Schiaccianoci composto fra il 1891 e il 1892 da Čajkovskij. Del celebre balletto sarà eseguita la delicatissima Danza della Fata Confetto, tratta dal secondo atto e affidata al suono apollineo della celesta. Un canto divenuto ormai tradizionale della festa del Natale è Candlelight Carol composto nel 1984 da John Rutter, mentre dalla famosa colonna sonora del film “Mamma, ho perso l’aereo” è tratto Somewhere in my memory del compositore statunitense John Williams. Alla Danza Ungherese n. 5 di Brahms, seguiranno White Christmas, composto da Irving Berlin nel 1940, e il festoso Merry Christmas di John Williams, che 
saluteranno il pubblico.

Si ricordano, inoltre, i prossimi imperdibili appuntamenti della FOSS, tra cui il Concerto di Capodanno che si terrà sabato 1 gennaio 2022 (ore 18) al Politeama Garibaldi di Palermo e domenica 2 gennaio a Trapani al Teatro Pardo (ore 17). In scena il grande direttore Neil Thomson e il celebre violinista Stefan Milenkovich che saranno interpreti delle travolgenti musiche di Strauss, Lehar, Gershwin, Mercury. A seguire tre straordinari concerti con la presenza del celeberrimo Uto Ughi, diretto dalla nota direttrice americana Nicole Paiement e previsti venerdì 7 gennaio alle ore 21, sabato 8 gennaio alle ore 17.30 e in  replica fuori abbonamento domenica 9 alle ore 18.00.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *