Giornata dell'Arcobaleno |al Cara di Mineo - Live Sicilia

Giornata dell’Arcobaleno |al Cara di Mineo

Un’iniziativa che grazie alla piena sinergia fra i componenti dell’associazione, i tutor del Cara e gli insegnanti dell’Istituto “Vittorino da Feltre” ha coinvolto pienamente nelle attività ludiche anche i bambini ospiti del Cara che hanno vissuto dei momenti spensierati.

QUELLI DI GRANIERI
di
0 Commenti Condividi

Un momento della Giornata dell'Arcobaleno

MINEO – È stato pienamente raggiunto l’obiettivo dell’integrazione interculturale fra gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Vittorino da Feltre” di Caltagirone e i bambini ospiti del Cara di Mineo che si era prefisso l’associazione culturale “Quelli che Granieri” organizzando “La Giornata dell’Arcobaleno”. Un’iniziativa che grazie alla piena sinergia fra i componenti dell’associazione, i tutor del Cara e gli insegnanti dell’Istituto “Vittorino da Feltre” ha coinvolto pienamente nelle attività ludiche anche i bambini ospiti del Cara che hanno vissuto dei momenti spensierati.

Alla manifestazione erano presenti oltre ai genitori dei bambini e agli insegnanti anche il sindaco di Caltagirone Nicola Bonanno, il presidente del Consiglio Luigi Giuliano e il consigliere Elisa Privi-tera.  “È un incontro che ci vede partecipi di una solidarietà che sembra nuova ma che ormai è senza ri-torno, tanta gente che viene come rifugiato, con contratto o come clandestino perché le frontiere sono aperte e la multietnicità ormai ha invaso il nostro territorio – spiega Gesualdo Orlano, dirigente scolastico dell’Istituto Vittorino da Feltre -. Con i paletti dell’accettazione e dell’accoglienza nel ri-spetto delle nostre regole e tradizioni dobbiamo far si che ci sia una maggiore giustizia sociale che non deprima i residenti e coloro che vivono nei nostri territori ma che promuova delle iniziative perché anche le altre comunità possano vivere in pace, avendo così i diritti fondamentali come noi e una distribuzione della ricchezza più equa per tutti”.

“È una giornata in cui c’è realmente l’espressione della volontà di integrazione voluta dall’associazione Quelli che Granieri e dalla scuola da cui si possono esprimere importanti senti-menti che riguardano la solidarietà verso chi è meno fortunato di noi – dichiara il sindaco Nicola Bonanno -. Una manifestazione che ha coinvolto le famiglie che si sono spese nel modo migliore per realizzare al meglio queste attività dimostrando il senso della cultura e dell’integrazione”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’organizzatrice della manifestazione Concetta Metrico, presidente dell’associazione Quelli che Granieri, che sottolinea “l’importanza di questa festa mul-tietnica, di un momento di aggregazione fra bambini di diverse culture permettendo loro di poter socializzare ma soprattutto di aver potuto regalare dei momenti di gioia ai bambini ospiti del Cara”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.