Giovanni Salvi lascia Catania |Il Csm lo ha "promosso" Pg di Roma - Live Sicilia

Giovanni Salvi lascia Catania |Il Csm lo ha “promosso” Pg di Roma

Operazioni, lotte, vittorie e riorganizzazione: i quattro anni della giustizia catanese firmata da Giovanni Salvi. IL SALUTO DELLA CITTA'

il nuovo incarico
di
19 Commenti Condividi

CATANIA  –  Giovanni Salvi va a Roma e lascia la Procura di Catania dopo 4 anni. Il plenum del Consiglio superiore della magistratura lo ha ‘promosso’ procuratore generale di Roma. La proposta è arrivata in aula con la valutazione unanime della commissione del Csm. E mentre al cellulare di Salvi arrivano sms di congratulazioni e telefonate di felicitazioni per il nuovo incarico, a Catania – diciamolo – è già partito il toto nomi su chi siederà sulla poltrona del primo piano del Palazzo di Giustizia di piazza Verga.

La storia di Giovanni Salvi alla guida della procura di Catania, l’11 Novembre 2011, iniziò con una “brillante operazione di polizia”. Furono proprio queste le parole usate dal magistrato il giorno del suo insediamento al Palazzo di Giustizia per descrivere il sequestro di un arsenale da parte della Squadra Mobile composto anche da una bomba a mano. “Una notizia che fa da buon auspicio all’inizio del mio lavoro – commentava Salvi – che da un lato mi dà grande soddisfazione per il risultato, dall’altro mi rende ancora più consapevole delle difficoltà del mio compito”. Dichiarazioni che hanno fatto da guida al lavoro del procuratore in questi quattro anni.

“Segretezza delle indagini”. Salvi chiarì subito con i giornalisti questo punto: “Nessuna corsia preferenziale”. Le pressioni maggiori, quando arrivò alle pendici dell’Etna, furono per l’inchiesta Iblis che vedeva indagato l’allora presidente della Regione Raffaele Lombardo: era stata avanzata una richiesta d’archiviazione, ma il Gip Luigi Barone spiccò un’ordinanza per l’imputazione coatta del reato di concorso esterno in associazione mafiosa. All’udienza davanti al Gup Marina Rizza si presentò lo stesso procuratore Giovanni Salvi, “per dimostrare l’unità dell’ufficio”. Un processo che si è concluso con una condanna per l’ex governatore siciliano. Un procedimento che si è mosso nelle pieghe “grigie” dei legami tra mafia, politica e colletti bianchi.

La Direzione Distrettuale Antimafia guidata da Giovanni Salvi ha centrato importanti risultati contro ogni clan catanese: dai Santapaola, ai Cappello, ai Pillera Puntina, ai Laudani, ai Cursoti Milanesi fino ai Mazzei. Il capomafia Nuccio Mazzei, latitante per quasi un anno, è stato arrestato. Ed è lui il protagonista dell’operazione Enigma della Polizia eseguita ieri. L’ultimo, ma solo in ordine di tempo, brillante risultato ottenuto dalla Procura diretta da Salvi. Sono molteplici le inchieste che si sono susseguite dal 2011 al 2015.

Sotto la guida di Salvi la procura di Catania arriva ad una svolta storica: l’omicidio eccellente di Luigi Ilardo, dopo 17 anni, ha dei responsabili. Volti e nomi colpevoli di aver fatto tacere chi aveva portato gli inquirenti a un passo dalla cattura di Bernardo Provenzano. E inoltre sul caso è stata avviato un’indagine sui mandanti occulti di Gino Ilardo, il vice capo della famiglia nissena. Qualcuno raccontò l’intenzione del confidente di Michele Riccio di voler collaborare con la magistratura. Ilardo sapeva troppo e la sua bocca doveva essere tappata.

I rifiuti sono il nuovo business della mafia che si aggrega e si insinua nella politica, nelle istituzioni, nella gestione dei soldi dei contribuenti. Su questo filone Salvi ha tenuto il pugno duro. Sulla lotta contro Cosa Nostra il procuratore nel corso di un’intervista a LiveSiciliaCatania ha detto: “E’ una guerra, quella contro la mafia, che abbiamo iniziato a vincere perché abbiamo vinto molte battaglie”.

E forse nei reati contro la Pubblica Amministrazione che la città si aspettava una svolta più incisiva. Ma un segnale Giovanni Salvi, che anche su questo fronte l’attenzione è stata massima, lo ha voluto dare rafforzando il gruppo di lavoro con pm provenienti dalla Direzione Distrettuale Antimafia.

La battaglia contro il traffico di esseri umani: questa è una lotta iniziata davanti ai sei cadaveri della Playa di Catania del 10 agosto 2013. Catania diventa modello investigativo per le Dda d’Italia che sono delegate a occuparsi dell’orrendo reato dell’immigrazione clandestina. E il porto etneo si trasforma nell’ombelico del mondo mediatico quando lo scorso aprile il mar Mediterraneo si trasforma in un mega cimitero subacqueo. Si contano oltre 750 vittime in quella tragedia umanitaria che ha investito le istituzioni: un’inchiesta che supera le barriere giudiziarie e solleva questioni che esulano dalle semplici aule giudiziarie. Quella degli sbarchi è una sfida di tutta la città di Catania.

Scoppia lo scandalo Mafia Capitale con tutte le ombre della gestione del Cara di Mineo. E’ di pochi giorni fa la notizia, diramata ufficialmente dal procuratore Giovanni Salvi, che il sottosegretario Giuseppe Castiglione è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di turbativa d’asta. Un’indagine ancora embrionale che il nuovo Pg di Roma lascia a chi erediterà la sua poltrona.

E venerdì, invece, il potente editore Mario Ciancio conoscerà il suo destino giudiziario. Il nome di Giovanni Salvi, forse, sarà ricordato anche per questo a Catania: per aver portato alla sbarra, con l’accusa pesantissima di concorso esterno alla mafia, il direttore del quotidiano La Sicilia.

 

 

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    Così finalmente a Catania la delinquenza potrà avere vita ancora più facile.

    Se non il migliore procuratore che Catania ha avuto, sicuramente uno dei migliori.
    Lascia però altri ottimi magistrati che non potranno non seguirne l’esempio.
    Auguri dottor Salvi per la sua nuova funzione.
    E non si dimentichi di Catania.
    Grazie

    Sono felice per lui.
    P.G. a Roma rappresenta un’arrivo importante dopo una lunga carriera.
    Dopotutto non possiamo continuare a sperare, che le sorti della nostra regione, vengano combattute da un solo uomo.
    Tutti devono fare la loro parte e tra quanti oggi fanno parte di quello staff, sono certo ci potrà trovare un altrettanto valido e meritevole sostituto.
    Com’è il detto: morto un papa se ne fa un’altro!

    Promozione o portarlo lontano da certe inchieste molto delicate? Il caso Falcone docet…….

    Gigantesta figura nella citta’di Catania. Speriamo in un altrettanto grande sostituto. Salvi e’persona da clonare, arrivederci Dottore

    Grazie di tutto, io l’avrei tenuta a vita in questa città, ma va bene complimenti per la promozione.

    Speriamo che dopo di lei ne arrivi un altro alla su altezza.

    mi spiace tantissimo

    La Catania per bene la saluta con gratitudine, dott. Salvi, e auguri per il nuovo incarico.

    Salvi va via a pieni voti, ha fatto un lavoro incredibile. Nei suoi 4 anni la Giustizia non ha guardato in faccia a nessuno. Il più grande procuratore mai visto all’opera. Speriamo che ci sua un successore all’altezza. Vedrei bene il dott. Zuccaro.

    Sono contento per il prestigioso avanzamento del procuratore Salvi ma triste per la preziosissima perdita di un grande uomo che ha fatto tanto per questa città. Mi auguro che il successore del dott. Salvi sia altrettanto valido e capace nel proseguo delle attività investigative volte a ristabilire in maniera diffusa la legalità. Auguri dott. Salvi e grazie per quanto ha fatto!

    La nostra nazione avrebbe bisogno di un milione di persone come il Dott. Salvi.

    Auguri per il suo nuovo incarico.

    E ogni tanto si ricordi della nostra bella sicilia.

    Sig. Salvi, personalmente la ringrazio, non avevo mai letto nelle pagine dei giornali, cosi tanti successi uno dopo l’altro, addentrandomi negli articoli si evinceva ” la Procura guidata da Giovanni Salvi” al punto che mi chiedevo, come fa una sola persona a combattere su tutti i fronti contemporaneamente, “ma quanti sono”
    Sicuramente siete una squadra che paragonata al calcio sarebbe il Barcellona, e lei Messi.
    Spero che il suo operato abbia futuro, anche se mio Nonno mi ha insegnato, che quando un giocattolo funziona non bisogna smontarlo.
    Pazienza male che va leggerò meno giornali, grazie tante, spero che gli rimanga ricordo anche delle belle e volenterose persone che ci sono in Sicilia,anche se sottomano ha avuto a che fare con tutt’altro genere di persone, ma mi creda in Sicilia ci rovina L’Ignoranza, abbiamo bisogno un esercito di psicoassistentisociali che come evangelisti ci vengono a curare porta a porta.
    GRAZIE!!!!!

    Speriamo che il suo sostituto sarà all’altezza!
    I cittadini onesti ringraziano il Dott. Salvi per il suo operato e gli augurano un futuro prospero di soddisfazioni..GRAZIE GRAZIE GRAZIE!

    A un Signor Procuratore come SALVI, una cosa sola, GRAZIE.
    Sono contento per Lei, scontentissimo per me, non nascondo la paura di certa classe politica e non solo. Spero solo in una cosa, prima che vada via indicasse il suo successore, per tante persone sarebbe meno dolorosa la sua partenza da Catania e incoraggiante il futuro di questa provincia.

    Catania perde uno degli uomini migliori contro la criminalita’.ma dall’ alto hanno voluto cosi ………….

    La Catania dei colletti bianchi la saluta con gratitudine…

    Del resto era prevedibile, ce lo aspettavamo prima o poi.
    Sa Signor Procuratore…ricordo la sua nomina come un terremoto di “rango”.
    Addirittura sostenerono che non avrebbe avuto “particolare esperienza in materia di criminalità mafiosa”. Infatti…si è visto!!!
    Auguri e buon lavoro Sig. Procuratore per il nuovo prestigioso incarico.

    Come sempre dal profondo del mio ♥

    Le solite “promozioni” che tolgono di mezzo personaggi scomodi? Tante cause per un effetto solo.

    CHIEDO AIUTO !!!
    Sono un padre che mi hanno tolto tre figli senza il PROVVEDIMENTO di ALLONTANAMENTO art. 403 da parte del servizio sociale e dal Tribunale per i minorenni di Roma il 12luglio2012 RG1490/12VG Sezione Civile è stato dichiarato dal mio avvocato in data 11luglio2016 relazione depositata nel tribunale ma il Giudice fa ostruzione a rilasciare i miei figli
    CHIEDO se qualcuno conosce il Procuratore generale di Roma Salvi Giovanni perchè ho depositato istanze presso la sua Procura Generale ma mi viene negato di fare un colloquio con lui per spiegare la vicenda
    RIPETO CHIEDO AIUTO PER SALVARE I MIEI FIGLI DALL’ADOZIONE cell. 3276679559
    GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *