Stadio in piazza, è caos | Cammarata: "Mai più..." - Live Sicilia

Stadio in piazza, è caos | Cammarata: “Mai più…”

Politeama, sigilli alla struttura
di
8 Commenti Condividi

Uno stadio posticcio sistemato davanti al Politeama è stato sequestrato dai vigili che hanno apposto i sigilli.  L’imponente struttura – con tanto di tribune – che stamattina si è materializzata nel cuore monumentale della città avrebbe dovuto accogliere questa sera la manifestazione, “Gladiagoal”, sponsorizzata anche da Sky. L’appuntamento è saltato, la manifestazione non ci sarà. Esplode l’ira del sindaco Cammarata: “Quella struttura va smontata subito, è un affronto”.

Cos’è Gladiagol
Si tratta di un torneo di calcio fra quattro squadre che si affrontano in partite da due tempi e cinque minuti, al quale prendono parte grandi campioni. Tra gli altri era previsto un “cameo” di Totò Schillaci.

La Sovrintendenza
“Non abbiamo autorizzato l’installazione di questa struttura – diceva stamattina Matteo Scognamiglio, dirigente della Sovrintendenza – e ci stiamo già muovendo perché venga rimossa, in quanto assolutamente incompatibile con il contesto architettonico della piazza. Gli organizzatori  avrebbero dovuto sottoporci un progetto, come è previsto dalla legge, ma non abbiamo ricevuto nulla…In ogni caso, non avremmo mai permesso la sistemazione di una struttura del genere nella piazza”. La gente, in questo momento, è in ressa al Politeama. Gli organizzatori stanno cercando di spiegare i motivi per cui la manifestazione non si terrà, dopo il sequestro dei vigili.

La rabbia degli organizzatori

“Il Comune ci aveva detto che era tutto a posto”, questo quanto dichiarato da uno degli organizzatori. E’ attesa la replica di Palazzo delle Aquile.

Si arrabbia pure Cammarata
Sulla vicenda interviene il sindaco, Diego Cammarata. In una lettera all’assessore allo Sport, Alessandro Anello, Cammarata ha disposto “l’immediato smontaggio della struttura  che, pur priva di permessi, era in via di allestimento” stigmatizzando l’accaduto. “E’ assurdo che qualcuno pensi che una struttura di queste dimensioni – ha commentato il sindaco – possa essere montata, in
assenza di permessi, in città e men che meno in una piazza monumentale. Nel futuro non dovrà mai piu’ accadere: nessuna struttura potrà essere allestita in città senza il regolare permesso dello Sportello Unico e senza che venga disposto, dietro presentazione del relativo e dettagliato progetto, il nulla osta
per l’occupazione del suolo pubblico. Piazza Politeama è il cuore della nostra citta’ e merita rispetto ed attenzione”.
Nella lettera, inviata anche all’Ufficio di Gabinetto, il sindaco ha inoltre sottolineato “la necessità di riservare maggiore attenzione a questioni così importanti ricordando l’esistenza di una ordinanza sindacale che stabilisce
il divieto di utilizzare piazza Politeama” e ha dato disposizioni a tutti gli uffici di “non consentire il ripetersi di una situazione analoga”.
“E’ incredibile – dice Cammarata – che a distanza di pochi mesi dalla vicenda di Natale, quando venne allestita senza permessi una analoga mega-struttura, questa vicenda si sia ripetuta. Il sequestro della struttura è stata la soluzione corretta, adesso la società che l’ha costruita dovrà provvedere, dopo le decisioni del magistrato, all’immediata rimozione”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Senza parole…
    povera città !
    ma nello stesso tempo dico, che questa Burocrazia oggi più che mai è un freno, non agevola niente e nessuno !

    Ma che strano …. Ma se la multa fosse di 10.000,00 euro non sarebbe un affarone “pagare P.zza Politeama” questa cifra? secondo me si!
    riflettiamo ….

    Bravi, anche io ieri avevo visto questa mostruosità!

    Mi chiedo come sia possibile montare e completare una struttura simile nel centro della piazza principale di Palermo, senza che nessuno ti venga a chiedere se ne hai l’autorizzazione.

    Chi di dovere se ne accorge solo dopo che è tutto pronto… come con la “casa di babbo natale”

    E hanno pure il coraggio di parlare: dovrebbero vergognarsi!

    palermo è una vergogna. chi ci governa non ama la città pensa solo ai propri affari

    Che dire…Ora si capisce perchè Palermo sta affondando e catania invece va avanti..Beh quando l’omino bianco finirà il mandato spero che i palermitani votino un vero palermitano e non un….

    Ma non potevano scegliere un’altro posto? Ma a Mondello è normale quello che ho visto oggi con mezzi meccanici e ruspa che fanno montagne di sabbia e montano impalcature per il windsurf fetival?

    Ah Mario ma dove vivi? Spero per te non a Catania.

    come al solito a Palermo quello che si deve fare non si fa e tutto quello che non si può si.
    Ieri ero lì..come al solito gente che si immischiava..momenti di tensione coi vigili, e casino senza motivo.
    Mi vergogno di vivere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *